#HomePro Challenge: la creatività tra le mura di casa

0
Siamo tutti bloccati in casa, ma per quanto riguarda la produzione di contenuti, niente paura! Siamo gente creativa, in grado di ottenere il massimo da ogni situazione. E per sfruttare al meglio la nostra permanenza in casa, GoPro lancia la #HomePro Challenge. Non vediamo l’ora di scoprire con quanta creatività, genialità o.. stravaganza stai vivendo questi momenti.

Ogni giorno, a partire dal 23 Marzo fino al 30 Aprile, verrano selezionate 5 contenuti tra quelli che manderete, e verrano premiati i migliori creativi con una HERO8 Black o una MAX, a loro scelta, + 5 anni di GoPro Plus, gratis!

Non hai una GoPro? Nessun problema. Per partecipare al contest puoi inviare contenuti realizzati con qualunque videocamera, anche quella del cellulare. Inoltre, la GoPro App è gratis, ed è perfetta per il montaggio dei video realizzati con una qualsiasi camera: ti sarà utile per questa challenge, ma non solo.

Ecco come partecipare:

  1. Scarica gratuitamente la GoPro App
  2. Utilizza la GoPro App per postare un video che ci mostri uno dei tuoi momenti #HomePro, che sia su Instagram, Youtube, Facebook o TikTok.
  3. Aggiungi gli hashtags #GoPro e #HomePro, così ti potrai candidare al il giveaway.
Che si tratti di scienza (la schiusa delle uova o l’esplosione di Coca-Cola + Mentos?), di musica (fai vedere il tuo talento!) o di qualsiasi cosa pensi meriti di essere guardata… Gro Pro vuole vederla! Cosa stai aspettando? Ci sono un sacco di GoPro e di abbonamenti a GoPro PLUS pronti ad essere regalare, quindi fatti avanti!
Tieni d’occhio i canali social per conoscere i momenti #HomePro che verranno premiati, e non perderti i POV fatti in casa che piacciono di più.

Non hai una GoPro? Puoi risparmiare €50 sull’acquisto di una HERO8 Black, e ti verrà regalato un accessorio a tua scelta.
Buona fortuna!

Articolo precedenteGran Canaria un bike camp con Max Lelli
Articolo successivoThe Hidden Path, la webserie dedicata a Maxime Marotte
Eva è nata e cresciuta a Roma, dove ha studiato giurisprudenza per capire che è una persona migliore quando non indossa un tailleur. Ha lasciato la grande città per lasciare che il vento le scompigliasse i capelli sulle montagne delle Alpi e presto ha scoperto che la sua passione per l’outdoor e scrivere di questa, poteva diventare un lavoro. Caporedattrice di 4outdoor, collabora con diverse realtà del settore outdoor. Quando ha finito di lavorare, apre la porta della baita in cui vive per sciare, correre, scalare o per andare a fare altre gratificanti attività come tirare il bastone al suo cane, andare a funghi o entrambe le cose insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui