Pubblicità
Home Prodotti Accessori Il valore dell’acqua con Stanley 1913
Pubblicità

Il valore dell’acqua con Stanley 1913

0

Stefania Fumagalli, rider del Lago di Como, inizia una importante collaborazione con il marchio Stanley 1913. Abbiamo raggiunto Stefania e Natalie Gnecchi per sapere qualche cosa in più su questo progetto e sui prodotti ecosostenibili di Stanley.

Intervista a Natalie Gnecchi, responsabile comunicazione e marketing di Stanley 1913 in Italia per Outback97 Srl.

Natalie, cos’è Stanley e cosa la rende un’azienda ecosostenibile?
Stanley è un marchio nato in America nel 1913 dall’inventore William Stanley, il quale ha fuso l’isolamento sottovuoto e la forza dell’acciaio in una bottiglia portatile. Oggi la realtà offre prodotti (come thermos, tazze e fiaschette) Built for Life, volti a durare tutta la vita. L’azienda può definirsi ecosostenibile poiché, prediligendo l’utilizzo di materiali plastic free, contribuisce a ridurre il tasso di smaltimento di materiale nelle discariche e nell’ambiente che ci circonda. La dispersione di plastica nel nostro ecosistema, infatti, è uno dei principali problemi degli ultimi tempi. La penetrazione di quest’ultima nei corsi d’acqua, influenza in maniera definitiva la vita degli animali e dell’ambiente.
Stanley oltre a proporre sul mercato prodotti riciclabili e con un ciclo di vita “infinito”, sorveglia attentamente tutta la catena di produzione, evitando inutili sprechi. Sviluppa, inoltre, iniziative che contribuiscono al mantenimento dell’ecosistema e sostiene gruppi che lottano per la salvaguardia e la salute del pianeta.

Perché secondo te l’acciaio è il sostituto più attendibile per salvaguardare l’ambiente?
L’acciaio possiede le caratteristiche di attendibilità richieste, poiché rispetta i principi di sostenibilità ambientale ed economia circolare. Durante il ciclo di vita non perde alcuna delle sue qualità originali: resiste alla corrosione, alla formazione di ruggine ed è riciclabile al 100%. Le persone, quando sono messe di fronte alla decisione di acquisto di un prodotto, tendono a tenere in considerazione un aspetto di fondamentale importanza, l’impatto che quest’ultimo ha sull’ambiente. L’acciaio, pertanto, viene stimato come uno dei materiali più attendibili in ambito di salvaguardia ambientale.

Introducendo il tema Outdoor, sappiamo che sponsorizzi alcuni atleti di diverse discipline tra cui Stefania Fumagalli. Perché hai scelto proprio lei come figura rappresentativa di Stanley 1913 in Italia?
Conosco Stefania di persona. Ho pensato subito a lei quando ho deciso di portare avanti delle iniziative di comunicazione per sensibilizzare le persone a proposito della sostenibilità ambientale. L’uso di prodotti riutilizzabili e legati al benessere dell’uomo attraverso l’idratazione quotidiana, sono alla base di quanto vuole essere trasmesso dal brand e dai suoi atleti.
Stefania, oltre ad essere un riferimento in ambito sportivo, è anche una figura di spicco per via della genuinità con cui si atteggia con le persone. È una ragazza molto disponibile e gentile, grazie alla sua carica energetica ricca di carisma, positività ed allegria. Stefania mi ha colpita subito poiché oltre ad aver raggiunto degli obiettivi di vita importanti (come nello studio e nel lavoro), è anche uno spirito libero che segue la propria passione e si dedica completamente ad essa. Il gioco delle forze naturali, la purezza dell’acqua e l’impetuosità del vento, sono stati determinanti nel caratterizzare chi è Stefania oggi. Il motivo della mia scelta è stato pertanto istintivo. La sua immagine, infatti, sensibilizza la gente in merito alla non dispersione di materiale plastico nei corsi d’acqua, come ad esempio nel lago di Como, dove Stefania pratica la sua passione più grande: il windsurf.


Stefania, raccontaci qualcosa su di te. Cosa puoi dirci in merito alla tua passione per il windsurf? Ti senti effettivamente una figura rappresentativa dei prodotti Stanley in Italia? Raccontaci qualcosa sugli item che utilizzi.
Ciao a tutti! Vi ringrazio per questa intervista e ringrazio moltissimo Natalie e Outback’97 per aver pensato a me in merito a questo importante progetto. Come molti di voi già sanno, pratico windsurf da quando sono piccola e la mia passione è cresciuta sempre di più con il passare del tempo. Ero affascinata nel vedere mio padre e mio fratello fare windsurf mentre io non sapevo ancora nemmeno nuotare. Ero però determinata a voler provare quella sensazione che mi sembrava unica e quindi ho iniziato a fare windsurf indossando i braccioli!
Il mio amore per il contatto con la natura mi ha portata ovunque. Nella mia vita ho fatto windsurf in moltissimi spot del mondo, ciò mi ha permesso di conoscere posti e persone a dir poco fantastiche e diventare istruttrice già a 18 anni!
Quando non posso entrare in acqua mi dedico ad attività come l’escursionismo, lo sci, la corsa ed il fitness. Insomma, non sto mai ferma grazie alla mia carica energetica, come dice Natalie, che ringrazio!
Il windsurf è la mia più grande passione, vado in acqua ogni volta che c’è vento, anche d’inverno. Tanti mi danno della pazza ma per me è la sensazione più bella del mondo: il freddo svanisce e lascia il posto ad una botta di adrenalina pazzesca e ad un sorriso gigante sul mio volto!
Amo qualsiasi sfaccettatura di questo sport, mi adatto a condizioni di vento e di onda molto differenti, rispettando totalmente il ritmo dell’acqua.
Ho preso parte a diverse competizioni durante la mia carriera sportiva ma l’importante per me è solamente divertirmi ed essere felice! Sono una persona semplice, solare e sempre entusiasta. Mi ritrovo completamente nella filosofia di Stanley #BuiltForLife. Non sopporto gli sprechi, come ogni persona/atleta che frequenta e rispetta la natura. Mi fa davvero male vedere tutta questa dispersione di rifiuti e plastica nell’ambiente. Sono totalmente d’accordo nel voler sostenere l’utilizzo di materiali innovativi e super resistenti, creati per durare tutta la vita.
Al momento sto usando tre prodotti Stanley 1913 e ne sono davvero entusiasta: l’ADVENTURE STAINLESS STEEL VACUUM BOTTLE bianca da 1 litro è fantastica e la utilizzo ogni volta che sto fuori tutta la giornata per gli allenamenti in acqua. Mi riscalda prima della session e dopo. Amo, infatti, bere la tisana. Il calore non si disperde e rimane esattamente come la mattina appena fatta!

Gli altri due prodotti che sto usando sono il TRAVEL MUG e la GO VACUUM WATER BOTTLE, entrambe da mezzo litro ma super comode e perfette da portare ovunque.
Il travel mug lo uso quotidianamente, anche in auto, grazie al praticissimo sistema con il beccuccio apribile che permette di bere comodamente dalla bottiglia.
Anche la Go Vacuum Water Bottle viola è molto comoda: trattiene il caldo e il freddo esattamente come le altre bottiglie e la uso soprattutto in modalità bicchiere.
I prodotti Stanley hanno una qualità davvero elevata, mantengono le proprietà e la temperatura dei liquidi anche per più di un giorno ed è magnifico. Fare windsurf, soprattutto al lago durante l’inverno, comporta il fatto di essere esposti al vento e al freddo. Grazie a Stanley, posso riscaldarmi e mantenermi calda durante tutta la giornata!
Vi invito a dare un’occhiata alla pagina Instagram @stanley1913_italiandistributor e al mio profilo @stefifumagalli dove potete trovare tutte le nostre esperienze ed avventure in ambito sportivo, le caratteristiche e le modalità di utilizzo dei vari prodotti.

Ringrazio moltissimo Natalie e Stanley per avermi scelta e per avermi offerto questa fantastica opportunità di portare la filosofia #BuiltForLife in giro per il mondo con me!

Articolo precedenteOmar Di Felice la sfida all’Everest è partita
Articolo successivoAerodinamica e la bicicletta, tutto è collegato
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità