Home Windsurf News Il ventone infuria nella regata…

Il ventone infuria nella regata…

0

LA  XVI edizione della REGATA STORICA TAVOLE A VELA è arrivata sabato 23 agosto 2014 e con lei è arrivato, improvviso, il signor Ponente. Bello, teso, scendeva veloce dalla collina di Coluccia e si distendeva in mare sopra il campo di regata. Un ospite che metteva in ansia i concorrenti con le tavole scalpitanti al sole pronte a volare. Avrebbero le vecchie Signore con le loro vele colorate un po’ sgualcite e consumate dal vento, potuto resistere all’abbraccio del Ponente? Al suono del corno i venti atleti, veloci come “Mennea”, correvano verso le tavole spingendole in mare. Partenza fantastica, tutte le vele strapazzate dal vento non ne volevano sapere di sollevarsi dall’acqua mentre il vento le sospingeva pian piano allontanandole dalla riva. Lo spettacolo per i numerosissimi  spettatori  era esilarante.  Ad ogni tentativo di partenza il povero concorrente cadeva in acqua a testa in avanti , a testa indietro , a volo d’angelo o a volo d’oca. Ogni tentativo di partenza per i concorrenti “ non campioni” risultava vano . Gazzz( Canalis) faceva impazzire la folla, il suo anziano Tencate  si spezzava in due tronconi e, visto l’inutile tentativo di incollarlo, abbandonava la poppa al suo destino e tentava di partire solamente con la prua.  Fantastico! Riusciva a percorrere due metri prima di essere catapultato in acqua. Il dott.  Psiche, poi,  concede sempre il bis alle sue impossibili partenze. Catapultato in aria atterrava con il suo ” lato B”  sulla tavola. Dolore tremendo che quasi lo tramortiva.

canalis dimezzato

Mentre i quattordici concorrenti non veleggianti venivano sospinti dal vento verso l’Isola dei Gabbiani , i gommoni di soccorso avevano un lavoro intensissimo per salvare i naufraghi e riportarli a riva. Nonostante il forte vento tre “grandi campioni “ con le loro personali tavole curate e tirate a lucido come le anziane fuoriserie del mare meritano, riuscivano con  fatica a doppiare la boa di bolina ed a scendere velocissimi verso la riva. A cento metri dal traguardo Spano detto Gonzales primo davanti “ al grande” Varrucciu (Max –Varroux ) e da Zenone detto Checco Zalone, non riusciva piu’ a tenere la vela per i crampi alle mani che era costretto ad aprire  e veniva catapultato in mare finendo sopra la vela. Addio primo posto. Si spianava così per Varrucciu la strada per la vittoria.

Canalis con il muletto...

Con le braccia alzate distribuendo sorrisi alla folla che lo incitava, percorreva l’ultimo tratto verso la scrivania della scuola di Coluccia/Porto Liscia, camminando come sospeso un metro da terra. Secondo giungeva lo sfinito Gonzales, terzo era Checco Zalone, alto oltre due metri che del vento non ha nessun timore. Giungevano poi “ i campioni normali “ con le tavole di proprieta ’  della scuola. Alessio di Vigevano ( Pax) quarto, assiduo concorrente e sempre ben piazzato. E poi Emilio Vassallo (Emy) di Genova , un campione dilettante gia’ secondo in alta edizione .

Alberto e Sean all'arrivo

Quinto e sesto Cicci di Olbia e Gazzz di Ozieri che dopo aver dimezzato il primo Tencate  saliva su una altra identica tavola e completava il percorso.
Gli altri quattordici concorrenti sperduti in mare , ma prontamente soccorsi erano sorridenti e allegri.
L’unica cosa che importa ai concorrenti è quella di potervi  partecipare, di poter correre al suono del corno, di cercare di  partire e di arrivare  anche n.c. ( non classificato) e poter scrivere il proprio nome sul tabellone di arrivo.
E poi la festa, le ballerine, il bacio della miss, le medaglie col simbolo del cinghiale, gli applausi.
Applausi per tutti…………. ma proprio per tutti………..compresi gli organizzatori ed a chi vi ha descritto questo splendido evento .
Premio ARIE.  Marco Ghiglione ,vecchio serfista anni 70 – 80 , che cavalcava uno splendido TENCATE di proprietà della scuola , ritirava per conto della medesima il premio assegnato per la splendida tavola.
Simone, quello forte come un toro, riporterà le tavole alla stazzu dove potranno riposarsi per dodici mesi dalla grande fatica sostenuta e potranno discutere di vento e di rivincite.

comitato, concorrenti, ballerine

Scende sulla gara e sulle tavole un gioioso ma nostalgico sipario che verrà  riaperto il prossimo anno per la diciasettesima edizione  alla quale siete fin d’ora tutti invitati.

Ciaooooooo.

IL COMITATO ORGANIZZATORE  Alberto Catalano, Stefano e Simone Pisciottu. (S.A.S.)

 

 

 

XVI° edizione della “REGATA STORICA TAVOLE A VELA TRIANGOLARE” anno 2014.

PORTO LISCIA/COLUCCIA Sabato 23 agosto 2014

Condizioni meteo al limite della resistenza di attrezzature e regatanti, sole e vento di ponente 18/20 nodi, alle ore 14:30, come da programma, con lo skipper meeting si da il via alla 16° edizione della REGATA STORICA TAVOLE A VELA TRIANGOLARE,  presieduta da Simone Pisciottu e Alberto Catalano(Art-director) dell’evento. Dopo la spiegazione del campo di gara viene fatto il classico rito dell’assegnazione tramite estrazione delle tavole a vela vintage fornite(gratuitamente) dal CLUB PORTO LISCIA per i partecipanti(iscrizione gratuita per tutti) non ne possedessero  una propria, il materiale e già posizionato in perfetto ordine sparso in modo da non creare vantaggi… il regolamento(che non c’è) recita questo: “…per la presentazione delle proteste bisogna versare una banconota da €. 500,00, tutte le proteste verranno respinte d’ufficio trattenendo la tassa(..in linea con i tempi …e la Merkel…); prima regola: non esistono regole!!!…”

Partenza “Le Mans” arrivo “snaM eL”

Il segnale di partenza, come da tradizione, con lo squillo di tromba, al millesimo di secondo,  viene dato ad una certa ora puntuale… (le 15 circa ora+ ora- boh!!!…)

La gara:

Primo colpo di scena Nicola Canalis detto Gazzz!!!, per eccessiva foga, spacca la tavola in due e si troverà costretto a partire con il muletto direttamente dai Box… Subito al comando della gara è l’olbiese Giorgio Spano detto Gonzales, seguito a ruota dall’amico rivale Massimo Varrucciu noto Max Varrux, a seguire Zenone, altri 3 o 4… cosi arrivano al giro di boa, viste le condimeteo  extreme… il resto della flotta naufraga è verrà ripescata, in futuro… dall’OIRRS (Organizzazione Internazionale Recupero Regatanti Storici, o.n.g.), ma a pochi metri dall’arrivo in spiaggia, davanti a tutto il numeroso pubblico internazionale, si assiste al dramma di Giorgio Spano che in nome di un’imprecisata ed ingiustificata scusa(lui dice malore agli avambracci… ma non ci crede neanche lui!!) secondo noi per far vincere l’amico Max Varrux, insomma molla il boma e crolla in acqua lasciando campo libero a Max Varrux e giungendo secondo al traguardo.

Ps. In virtù di come si sono svolti i fatti, a pochi metri dal traguardo… la Giuria Internazionale di Coluccia vaglierà l’ipotesi di aprire un’inchiesta Antisportiva contro Spano e Varrucciu per : ” …grave comportamento Eccessivamente Sportivo ed al di fuori di qualsiasi attuale logica sportiva internazionale…”; sono al vaglio delle commissioni anche lo spiacevole episodio accaduto a Nicola Gazzz!!! Canalis, per presunto boicotaggio(causa rottura tavola in 2 parti) da parte dell’amico rivale Michele Luponez De Muro (…pare per una vecchia diatriba  avuta qualche anno fa durante una trasferta a Bologna per corso giudici WS Freestyle, gli inquirenti stanno ispezionando i filmati e tabulati telefonici… fin’ora si è riuscito a decifrare solo alcune frasi sconnesse ancora da attribuire agli interpreti, ma ci sono forti sospetti ed indizi… ecco cosa è trapelato dalle indagini:”…Io queste cose… no, no, nooo…” di seguito un continuo ripetersi per ore… di questa frase: “mudu gazzzz!!! Muduuuuu!!!…!”)  Altro fatto inusuale è… che nessun atleta sia risultato dopato!!! Anche questo sembrerebbe molto grave…addirittura la Commissione Medica Agropastorale Internazionale ha bollato, sbigottita e seccata… questo fatto come”…Allucinante…” subito dopo ha dichiarato: ”…siamo totalmente fuori  linea con i tempi moderni…”

Per i dettagli prossimamente Verrà istituita una Conferenza Stampa Internazionale  c/o l’isola di Spargiotto a data da destinarsi… vietata agli organi di stampa!!

Vi aggiorneremo a Breve! Aloha…

Ogni riferimento a persone e cose non è per niente casuale….

ATTEROS’ ANNOS’ MEZZUS’…

Steddu!!!

Ordine di arrivo

1°             MASSIMO VARRUCCIU                                      detto     MAX VARRUX

2°             GIORGIO SPANO                                                   “               GONZALES

3°             ZENONE DALLA VALLE                                        “               CHECCO  ZALONE

4°             ALESSIO PASSARELLA                                         “               PAX

5°             EMILIANO VASSALLO                                          “               EMY

6°             ANGELO MASOTTI                                                “               CICCI

7°             NICOLA CANALIS                                                   “               GAZZZ!!!

8°             PEPPE PORRU                      dnf                            “               PEPPE                     (PREMIO CICCISPORT + ANZIANO)

9°             CESARE LAMI                        dnf                            “               DARTAGNAN

10°          SEAN BAZZOCCHI               dnf                            “               SCHON-SCHON

11°          AMADEUS EHERARDTH dnf                             “               PSICHE

12°          DAVIDE                                                     dnf                            “               GOLIA

13°          FRANCESCA FLORIS          dnf                            “               NOA

14°          GIANCARLO CREMA         dnf                            “               TROMBAIO

15°          MORGAN MARRA              dnf                            “               PIRATA                   (PREMIO CICCISPORT  + GIOVANE)

16°          NICOLO’ CREMA                 dnf                            “               PENNELLO

17°          MICHELE DE MURO          dnf                            “               LUPONEZ

18°          ALEX DE LUCA                      dnf                            “               ALEX

19°          MARCO GHIGLIONE         dnf                            “               QUINZIO                (PREMIO ARIE 2014)

20°          ENRICO BADONI                 dnf                            “               SUCCO

PREMIO SPECIALE “SOCIO STORICO” DEL CLUB PORTO LISCIA A FRANCO MARCHETTO detto GENERALE.

 

 Il Premio ARIE (Associazione per il Recupero delle Imbarcazioni d’Epoca) è ogni anno conferito alla Tavola a Vela di valore storico, la cui storicità è dimostrata o da un restauro filologico o da una conformità originale dell’attrezzatura, perché anche i Windsurf del passato sono da conservare come beni culturali in quanto patrimonio della nostra cultura nautica.

Il Premio “ARIE” 2014 è stato assegnato ad una Tavola Vela Tencate-Windsurfer del 1977 con la quale ha regatato Marco Ghiglione detto “Quinzio ” di proprietà di Stefano Pisciottu e del Club Porto Liscia….

E vai poi con la premiazione e le ballerine… arrivederci alla sedicesima edizione. Seguono foto, dell’evento, scattate da Michela Bernardi…  premi per tutti i partecipanti!!!

 

IL TUTTO SI SVOLTO NELLO SPLENDIDO SCENARIO DELLA BAIA DI PORTO LISCIA DI FRONTE AL CENTRO SPORTIVO  “CLUB PORTO LISCIA” la spiaggia è in prossimità dei centri abitati di San Pasquale e Porto Pozzo nel territorio del comune di Santa Teresa Gallura.

Supporto tecnico: RAIMONDO PISCIOTTU.

SOS: si invitano i possessori i tavole a vela storiche , che volessero disfarsene di contattare il Club Porto Liscia TEL. 338/2370449 e-mail: stedduweb@gmail.com

Articolo precedenteTrasimeno Sup Race 2014 report
Articolo successivoJP Freestyle 2015 presentato da Steven Van Broeckhoven
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.