Il Windsurf in campo per il Lago di Bracciano

0

 

​Sabato 20 maggio, a partire dalle ore 11 presso il Centro Surf Bracciano, la manifestazione “Il Windsurf per il lago”, promossa dall’AICS, Associazione Italiana Cultura e Sport.​ Il livello del lago di Bracciano continua a scendere. Le piogge scarseggiano ma i prelievi di ACEA proseguono, nonostante appelli ed interpellanze parlamentari. Una combinazione che mette a grave rischio l’ecosistema.
I windsurfisti amano l’acqua ed il vento da cui traggono le proprie emozioni e quindi intendono testimoniare il proprio rispetto per il lago di Bracciano con dei giri tra le boe ecologiche autocostruite. “I primi ad occuparsi della natura devono essere coloro che ne traggono piacere ed emozioni, questa è la testimonianza che vogliamo portare sabato nel corso del nostro evento”,​ così Andrea Nesi responsabile ambiente di AICS.
C​oinvolgere le persone è il primo passo per aumentare il livello di consapevolezza riguardo le tematiche ambientali. Ad esempio, simbolicamente, una delle boe sarà posizionata nella zona chiamata comunemente “l’acquedotto” dove è noto essere posizionato il punto di prelievo di ACEA ed al giro di boa tutti i windsurfisti saranno fotografati e le foto diventeranno un albo consultabile on-line”​, continua Nesi. “E’ anche importante che le associazioni del territorio vengano coinvolte ed apportino il proprio contributo di partecipazione. Difatti l’iniziativa promossa dalla Commissione Nazionale Ambiente di AICS (Associazione Italiana Cultura e Sport) è supportata dal centro Surf Bracciano (Simone Notino e Paolo Bombelli), che ospita l’evento, da Windsurfing Passion gruppo fondato dal noto windsurfista Roberto Da Costa che racchiude circa 4000 windsurfisti della provincia di Roma, dall’Associazione Italiana di Salvamento rappresentata dal Presidente del comitato di Roma e provincia Marco Gigante che parteciperà con 50 allievi, dalla rivista Windnews, da Ecovelaplay, associazione AICS di eco-velisti attivissima sul lago di Bracciano”

“Fondamentale è anche la politica. A tal proposito è confermata la presenza dell’On Emiliano Minnucci, parlamentare di Anguillara, autore di numerose battaglie e di iniziative parlamentari per fare chiarezza sulle attività di ACEA in questo momento così delicato per il lago”,​ conclude Nesi.​
La base per lo svolgimento dell’iniziativa è il Centro Surf Bracciano, storico circolo per l’apprendimento e la pratica del windsurf. Ci​rcolo che ha ricevuto il prestigioso marchio di qualità del Parco Naturale di Bracciano e Martignano.

Responsabile Ambiente Aics
Andrea Nesi 335.6359382

Articolo precedentePWA Giappone e Korea, poco vento ma Rosati da top 5
Articolo successivoSkate Farm Miniramp Contest
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui