Home Running Eventi Invasione di italiani al cross di Edimburgo

Invasione di italiani al cross di Edimburgo

0

Se non è un mondiale,poco ci manca: anche quest’anno il Great Edinburgh Xcountry Event, tappa dello Iaaf cross Country Permit, si preannuncia eccezionale, unendo alla tradizionale sfida fra Gran Bretagna, Usa e Europa (con forte presenza italiana) la partecipazione di molti big africani. La gara principale si preannuncia quella sui 4 km, la prova internazionale nella quale l’americano Garreth Heath, che lo scorso anno si prese il lusso di dare scacco matto anche al grande etiope Kenenisa Bekele, cerca il bis,trovando sostegno (o forse il principale rivale) in Dathan Ritzenhein che abbiamo visto martedì trionfare al Campaccio. La presenza africana però è di primissimo piano con in prima fila il kenyano Asbel Kiprop, campione del mondo in carica sui 1500 metri, che vuole riscattare il terzo posto dello scorso anno. Con lui il campione iridato in carica di cross, Japhet Korir che cerca ancora un risultato di prestigio in questa stagione. La distanza potrebbe però essere più favorevole ad altri due kenyani, il numero uno del 2014 sui 3000 siepi Jairus Birech e il vicecampione del mondo junior sulla stessa distanza Barnabas Kipyego. La formazione kenyana presenta anche James Magut, Silas Kiplagat, Thomas Longosiwa, Augustine Choge e Edwin Soi.

Nella prova sugli 8 km, riservata esclusivamente alla gara a squadre, un altro statunitense cerca il bis, Chris Derrick dato ancora come favorito con lo spagnolo Alemayehu Bezabeh come principale oppositore. Fra le donne torna la vincitrice 2014 (nella foto), la britannica Gemma Steel laureatasi a Samokov campionessa europea e che offre la rivincita all’irlandese Fionnuala Britton e alla belga Almensch Belete, grandi deluse della rassegna continentale.

Come detto, forte sarà la presenza italiana domani a Edimburgo. Nella squadra europea maschile sono stati selezionati Stefano La Rosa,Marouan Razine, Patrick Nasti e Ahmed El Mazoury, tutti componenti il team azzurro finito terzo a Samokov. Al femminile sarà, invece, la volta di Elena Romagnolo e Valeria Roffino mentre la formazione europea junior sarà quasi esclusivamente basata sul team italiano vincitore dell’oro, con il campione europeo Yeman Crippa, già secondo lo scorso anno, il bronzo europeo Said Ettaqy, Yohannes Chiappinelli e Alessandro Giacobazzi. A completare la delegazione italiana anche Irene Baldessari e Marco Pettenazzo, impegnati nella staffetta mista 2×1.