Jacopo Testa, un spettacolare podio mondiale

0

Jacopo Testa ha appena ottenuto il suo più importante successo in carriera, almeno per ora, salendo per la prima volta sul podio di una gara del Freestyle mondiale e aggiudicandosi anche il terzo posto finale nella classifica 2017 del PWA Freestyle. CLICCA QUI per leggere l’articolo dedicato al Team Italia. Jacopo è anche in testa al Campionato Europeo Freestyle, a breve inizierà l’ultima tappa in Danimarca, e ha vinto il Campionato Italiano Freestyle 2016 e 2017.
Il successo di Jacopo nel PWA rappresenta anche per i nostri atleti italiani il miglior risultato di sempre nel freestyle!

Japo ha finalemnte ingranato la marcia giusta e ormai sulla carta quelli che potrebbero batterlo sono proprio pochi tra l’elite mondiale del freestyle. Noi stessi vedendolo la scorsa primavera in allenamento al Pier Windsurf, e a distanza di pochi giorni vedendo anche, nello stesso spot con le stesse condizioni, due personaggi del calibro di Yentel Caers e Steven Van Broeckhoven, avevamo già notato come il suo livello fosse nettamente superiore a quello dei due belgi, già al top delle classifiche mondiali. Verdere poi Japo in gara contro di loro è stato una conferma.

Abbiamo fatto 4 chiacchiere con Jacopo Testa in occasione di questo suo grande successo.

Ciao Jacopo, puoi ripercorre la tua stagione agonistica 2017?
Per me la stagione agonistica 2017 è iniziata con la tappa EFPT in Austria nel lago Neusiedl dove mi sono piazzato 3°, a seguire EFPT Toro Andaluz a Tarifa dove ottengo un altro 3° posto. Conquisto poi il quarto titolo di campione italiano freestyle al Pier, lago di Garda.
Vinco il mio primo evento EFPT a Lanzarote e al PWA Fuerteventura conquisto il terzo gradino del podio nel single, ma nel double perdo una posizione e finisco l’evento al 4° posto.
All’ultimo evento del PWA a Sylt mi aggiudico il 3° posto, più 3 overall… Un sogno che si è avverato!!!  Al momento mi trovo in viaggio verso l’Olanda per l’ultima tappa dell’EFPT.

Quale era il tuo obiettivo a inizio stagione e come invece sono andate le cose?
L’anno scorso avevo concluso il campionato europeo terzo partecipando a 2 eventi su 3.
Quindi sapevo che per questa stagione avrei potuto puntare a vincere il titolo. Al momento mi trovo al comando della classifica, cercherò di difendere questa posizione all’ultimo evento che si svolgerà dal 12 al 15 ottobre! Per quanto riguarda il PWA ho sempre sognato di entrare a far parte dei primi 10, essere terzo è una grande soddisfazione e emozione.

C’è ancora il Campionato europeo in ballo?
Si come dicevo, l’ultima tappa inizierà dopo domani.

Grande successo anche degli altri italiani, cosa è cambiato? CLICCA QUI.
Non saprei… Lo scorso inverno ci siamo allenati assieme in Sud Africa per circa 2 mesi, questo sicuramente ci ha aiutati a migliorare.

Come erano le condizioni a Sylt?
Sono state le condizioni più radicali che abbia mai dovuto affrontare con una tavola da freestyle. Vento on shore tra i 20 e i 35 nodi, shore break sui 2 metri di altezza, chop gigante tutt’altro che ordinato, corrente forte e al largo onde da 3m che rompono sul banco di sabbia.

Programmi per l inverno?
Sud Africa al 100%, le intenzioni sarebbero di fare 2 viaggi con il “team Italia” ma dobbiamo ancora giungere a una decisione di gruppo.

 

Articolo precedenteNuovo record per Robert Hofmann
Articolo successivoL’Istituto delle Riabilitazioni di Torino sarà la Clinica ufficiale del Team BAHRAIN-MERIDA
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui