Jessica Giorgi la SUPer Bartender

0

Jessica, un volto che ha fatto la differenza a Parigi … Chi è questa femmina rubacuori?

Sono Jessica, una ragazza dinamica e intraprendente di 24 anni. In questo momento mi divido tra Macerata, in cui sto frequentando un Master’s Degree in International Politics and Economic Relations e Senigallia, la mia città natale dove lavoro e mi alleno.

12386700_10208540953542722_1918438023_n

Pratichi altri sport oltre il sup?

Oltre al sup, durante l’inverno pratico 2/3 volte a settimana crossfit per migliorare resistenza e potenza. Amo tutti gli sport ma purtroppo tutti i miei impegni mi impediscono di fare altro. Per quanto riguarda gli sport invernali, mi piace sciare ma purtroppo non riesco ad andare in montagna ogni anno. Prossimo obiettivo: imparare ad andare sullo snowboard

Hobby preferito?

Il mio hobby preferito, se cosi si può definire, è viaggiare e scoprire ogni volta luoghi e tradizioni differenti anche se, negli ultimi due anni ho viaggiato quasi sempre in Portogallo, un paese magnifico che mi permette di surfare ogni giorno e di provare (almeno) a migliorare. Seguo attraverso il mio pc tutte le gare del mondiale di surf e sono due anni che vado a Peniche per il Rip Curl Pro Portugal per assistere dal vivo ai campioni del mondo che si sfidano nelle onde di Supertubos.

Durante i tuoi viaggi ti accompagna un libro?

Tempo per leggere ne rimane poco: di solito leggo libri in lingua originale che compro dopo ogni mia vacanza.

Che tipo di alimentazione segui?

Devo dire che non seguo un’alimentazione particolare ma da quando vivo da sola ho iniziato a mangiare molti più cereali e legumi, verdure, carne bianca e frutta. Anche se nonostante tutti gli sforzi, quando torno a casa per il weekend non posso resistere alle prelibatezze di mamma.

Hai degli sponsor?

Il mio sponsor e supporter locale è Jan Surf, un piccolo ma fornitissimo negozio di surf, sup, windsurf, skate e abbigliamento di Senigallia. Jimmy lewis, Werner Paddles e Mormaii sono gli altri sponsor per tutta la stagione 2016.

12364470_10208540958782853_763619691_o

Ci descrivi la tua attrezzatura?

La tavola che utilizzo è il nuovissimo Uboat 12’6 x 25 e la pagaia è una Werner Grand Prix 86. Adoro il team Jimmy Lewis perché ha degli atleti molto forti e competitivi sia in italia che a livello internazionale, seguiti costantemente con interesse da Leonardo e Andrea.

12364417_10208540959302866_1364621711_o

Come hai iniziato a fare SUP?

Ho iniziato 4 anni fa per gioco grazie a Jan che mi ha fatto provare per la prima volta il sup, poi 3 stagioni fa ho cominciato a fare gare amatoriali e nel 2014 ho partecipato alla prima gara nella categoria pro.

Parlaci della tua esperienza a Parigi

Lo scorso 6 dicembre ho partecipato per la prima volta ad una competizione internazionale, la Paris Sup Crossing. Un’esperienza indimenticabile e un’emozione unica trovarsi sulla linea di partenza con 500 atleti sullo sfondo di un’alba parigina. Io ho preso parte alla categoria leisure: 11km per 380 partecipanti, piazzandomi 130 overall e 11 su 90 donne totali. Un ottimo risultato viste le basse temperature a cui non sono abituata, l'”alzataccia” e il poco allenamento.

Prossimo appuntamento internazionale?

Prossima tappa internazionale, compatibilmente con tutto, il 23 gennaio al Lago d’Annency per la GLA GLA RACE.

La stagione per te è finita?
No, lo scorso weekend ho partecipato alla Xmas Cup, un bellissimo evento organizzato da Romagna Paddle Surf. Purtroppo a causa di un forte mal di schiena che mi ha accompagnato per tutti gli 8 km, non sono riuscita a dare il meglio.

Segui allenamenti mirati?

Sono anni che cerco di seguire una tabella di allenamenti costanti e devo dire che ogni tanto ci riesco, ma la maggior parte delle volte è veramente impegnativo a causa degli impegni lavorativi e universitari.
Nei miei fine settimana invernali faccio la bartender in una discoteca a Senigallia e durante l’estate lavoro in un locale sul lungomare, non è molto semplice far coincidere gli allenamenti con tutto e soprattutto le gare a cui molto spesso ho partecipato senza aver chiuso occhio dalla serata.

12386668_10208540954782753_498400286_n

Hai praticato altri sport in precedenza?

Ho praticato ginnastica artistica per 12 anni ed ho fatto gare in tutta italia; grazie a questo bellissimo sport ho imparato a “lavorare” in team ma il mio spirito competitivo molto spesso mi porta a confrontarmi anche individualmente come ad esempio nel sup.

Cosa ne pensi del SUP?

A mio parere il sup è uno sport per tutti e può essere praticato sin da bambini. Credo che d’estate trovare uno sport divertente per passare le nostre giornate al mare sia la cosa migliore. Sicuramente è un’attività molto apprezzata dalle donne negli ultimi anni grazie alla quale si può migliorare il proprio equilibrio e tonificare ogni parte del corpo. Per coloro che amano lo yoga e il mare perché non provare un corso di sup yoga al tramonto per rilassare il corpo e liberare la mente dallo stress lavorativo?
Mi piace uscire in sup ed avere gli ultimi modelli di mute e costumi anche se la maggior parte delle volte quando vedo due onde mi butto in acqua senza pensare a niente.

Hai cura del tuo corpo?

Solitamente amo prendermi cura del mio corpo ma non in maniera eccessiva.

Come piace vestirti?

Mi piace l’abbigliamento da surfista/suppista perché amo vestirmi casual e soprattutto comoda durante la settimana. Quando vado al lavoro o quando esco per andare a ballare invece mi piace trovare del tempo per truccarmi e dedicarmi a me stessa, mettermi un vestito e un paio di tacchi.

Piace metterti in gioco?

Mettermi in gioco è l’obiettivo di ogni mia giornata: amo le sfide, le avventure e tutte le esperienze che in qualche modo possono arricchire la mia vita.

Ti ci vedi a sfilare in passerella?

Diciamo che sfilare non è mai stato nelle mie priorità, ma perché no…la mia vanità femminile e il mio carattere estroverso un giorno potrebbe farmi fare anche questo!

Allora ti aspettiamo presto! il prossimo articolo parlerà  della tua vanità femminile da suppista!

SEGUITECIIIIIII