Home Windsurf Prodotti JP Freestyle 2017, la presentazione di Steven e la nostra prova

JP Freestyle 2017, la presentazione di Steven e la nostra prova

0

Il Campione del mondo Freestyle belga, Steven Van Broeckhoven, ci presenta il nuovo JP Freestyle 2017. Le riprese sono state effettuate al Shaka Surf Center durante il JP Young Gun Camp di Torbole.
Werner Gnigler commenta: “Le Freestyle, invece, sono completamente cambiate in termini di shape e sono state anche aggiunte 2 nuove misure, il 92 e 101. La prua infatti è mozza e la tavola è molto più corta e compatta, venendo estremizzata per adattarsi al meglio alle manovre pazzesche che si fanno al giorno d’oggi. Il freestyle, infatti, diventa più estremo ogni giorno ed ormai manovre aeree, doppie, triple e combinazioni sono all’ordine del giorno. Lo shape, inoltre, è molto più centrato ed abbiamo arretrato e cambiato i concavi e la V, con un piccolo biconcavo in zona strap. La tavola, quindi, sta più alta sull’acqua e risulta più libera e pronta a staccare con un pop esplosivo. La linea è quindi stata radicalmente rivoluzionata in entrambe le misure disponibili, 92 e 101.” CLICCA QUI.

1245-shaka-young-guns-2016-fabio-staropoli-fotofiore-comSteven van Broeckhoven. @FotoFiore

4Windsurf, impressioni di guida.
Durante il JP Young Gun Camp grazie alla collaborazione di Steven ho avuto modo di provare questa interessante novità. Interessante perché già lo shape è tutto un programma, solo 220 cm con una prua davvero corta. il 101 è largo 64 cm, mentre il 92 è 62 cm. Io ho utilizzato il 101, in una classica condizione di Ora pomeridiana sul Garda a Torbole con un’intensità di vento tra i 14 e 16 nodi. Vela utilizzata 5.2. È una delle migliori tavole Freestyle che ho mai provato. Partenza fulminea e velocità di punta elevatissima. Entrambe caratteristiche fondamentali per una tavola da Freestyle di nuova generazione. L’andatura non è però così comoda e naturale. Il giorno precedente al test della versione 2017, avevo provato il JP Freestyle del 2016 che si comportava nella media rispetto alle tavole simili di altri brand, e in navigazione, ovvero nella semplice planata, risultava facile da gestire. La versione 2017 incede durante la planata tende un po’ ad ingavonarsi, soprattutto nel chop incasinato del lago. Bisogna quindi fare un attimo di attenzione e cercare di planare a tutta velocità con la tavola il più piatta possibile. Ma l’arma letale di questa tavola nella sua versione 2017 è il pop, pazzesco. Basta premere sulla poppa per saltare e si vola in aria. Le doppie manovre grazie a questa caratteristica sono ancora più semplici. Ho provato diverse doppie Flaka rimbalzare, e una volta atterrati dalla prima dando il classico impulso a cui si è abituati, ci si ritrova praticamente in aria per eseguire la seconda rotazione… anche tutta aerea! Davvero una tavola divertente e adatta alle power move, un po’ meno per i coloro che si stanno avvicinando alla disciplina… che magari potrebbero essere avvantaggiati dalla versione precedente. Insomma 100% 4Windsurf approved.”

2016_08_shaka_young-guns017

jp_17_ws_05_fs_101_pro jp_2017_overview_windsurf-s-1

Articolo precedenteBMW BERLIN-MARATHON, DIADORA E 4RUNNING CORRONO INSIEME
Articolo successivoA Begalli la terza tappa dell’Italian Slalom Tour 2016 centro nord
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.