Home Running Eventi L’Amatrice-Configno sogna Kemboi e Meucci

L’Amatrice-Configno sogna Kemboi e Meucci

0

Mancano pochi giorni, poi sarà Amatrice-Configno. L’organizzazione sta limando gli ultimi dettagli della manifestazione di sabato. L’obiettivo è quello di superare quota 600 iscritti raggiunta lo scorso anno, poi, come da tradizione per la corsa, si lavora per garantire una start-list al top.

Il patron Bruno D’Alessio e l’organizzazione sono impegnati in un’estenuante trattativa per riportare in gara il kenyano campione olimpico e mondiale dei 3000 siepi Ezekiel Kemboi. La trattativa, in un verso o nell’altro, si concluderà nelle prossime ore. Tra l’Amatrice Configno e il campione kenyano c’è la prova di Diamond League di Birmingham del 24 agosto. Dopo la vittoria di Daniele Meucci all’Europeo nella maratona, l’organizzazione potrebbe tentare di portarlo alla partenza di Configno. Tuttavia, anche se lo stesso D’Alessio nella presentazione aveva detto di voler aspettare l’Europeo, è più probabile che dalla pista di Zurigo arrivi qualche stella al femminile. La start-list, in ogni caso, sarà ufficializzata nei prossimi giorni. Per adesso è sicura la partecipazione del campione mondiale della 100 km Giorgio calca terra. Insomma l’Amatrice-Configno vuole confermare la sua fama mettendo sotto il gonfiabile della partenza atleti di primissimo piano, come  è avvenuto sempre nella sua storia.

Alla corsa di 8.5 km, famosa pe ri suoi saliscendi spezza gambe, hanno partecipato atleti come il grande Paul tergat, Jaouad Gharib, Sergey Lebid, poi una sfilza di leggende azzurre: Gelindo Bordin, Gabriella Dorio, Alberto Cova, Stefano Baldini, Orlando Pizzolato, Maria Curatolo o Maria Guida. “Nonostante questo Pantheon iridato del fondismo – si legge in una nota – l’Amatrice-Configno ancora soffre della necessità di trovare presso alcune sedi locali il commisurato appoggio e l’adeguata promozione sullo stesso territorio della Conca amatriciana”.

Corriere di Rieti