Home Running Eventi A Langueux bis per la Amare?

A Langueux bis per la Amare?

0

Come nella passata settimana, c’è un solo evento valido per lo Iaaf Road Label questa settimana, ma cambiano sia il continente, visto che dalla Cina si passa alla Francia, sia la distanza, dalla maratona ai 10 km. Quel che non cambia è il fatto che i protagonisti più attesi sono etiopi, in questo periodo della stagione particolarmente attivi. L’evento in questione è la Corrida de Langueux, alla sua 27esima edizione dove torna Dawit Fikadu, già terzo nel 2014 e che tre anni dopo va a caccia del gradino più alto del podio. L’etiope naturalizzato per il Bahrain, unico fra i partecipanti con un personale inferiore ai 28 minuti, parte favorito nei confronti di Haymanot Alewe, 20 anni (Fikadu ne ha 21) secondo due anni fa alla Corrida de Houilles e reduce dal 28’30” a Casablanca. Il Kenya punta su Peter Limo, secondo a Casablanca quest’anno in 28’51” e su Patrick Mutunga che un mese fa a Settat ha corso in 28’39”, il Marocco su Hicham Laqouahi, anche lui a Settat dove ha chiuso in 28’46”. Outsider di turno l’etiope Tefera Mosisa, sesto ai Mondiali di cross nella prova junior.

Fra le donne torna la detentrice del titolo, l’etiope Meskerem Amare prima nel 2016 in 32’31”, a sfidarla la kenyana Gladys Yator, prima nel 2015 in 31’40”, miglior PB d’iscrizione e quest’anno già vincitrice nelle 10 km di Edimburgo e Settat. Torna in gara la campionessa europea di maratona, la francese Christelle Daunay, reduce dal secondo posto a Manchester in maggio in 33’08”. Un fattore potrebbero esserlo anche le polacche Martha Akeno, 32’40” a Casablanca e Karolina Nadolska, prima tre settimane fa nella mezza di Poznan in 1h09’54”.

Gladys Yator prima nel 2015 (foto organizzatori)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui