Home Running Eventi Le classiche estere di San Silvestro

Le classiche estere di San Silvestro

0

Il passaggio dell’anno porta sempre tantissime prove di corsa per festeggiare.La più importante è la storica “Corrida de Sao Silvestre“, manifestazione internazionale di 15 km che si disputa l’ultimo giorno dell’anno a San Paolo in Brasile e che nel corso degli anni ha visto sulle sue strade i più grandi nomi del podismo mondiale. La 90esima edizione è stata vinta dall’etiope Dawit Admasu che correndo in 45’04” ha preceduto in volata il kenyano Stanley Koech, mentre in terza posizione si è piazzato l’anziano tanzaniano Fabiano Joseph Naasi, tante volte in gara anche dalle nostre parti, in 45’10”. Deludente la prova dell’etiope Tariku Bekele che ha concluso in nona posizione in 46’30”. Nella competizione femminile altra vittoria etiope grazie a Wude Ayalew che ha tagliato vittoriosa il traguardo in 50’43” davanti alla connazionale Netsanet Gudeta Kebede seconda in 50’46” ed alla Vice Campionessa Olimpica e del Mondo di maratona, la kenyana Priscah Jeptoo terza in 51’29”.

La gara brasiliana non fa parte del calendario dello Iaaf Road Label a differenza della San Silvestre Vallecana, la gara di Madrid sui 10 km che appartiene al circuito Silver. La prova non è sfuggita al kenyano Mike Kigen che ha preso subito l’iniziativa, seguito dallo spagnolo Jesus Espana, il quale però ha dovuto lasciarlo andare all’altezza del3° km.Kigfen ha costruito un solido vantaggio per la seconda parte di gara, mentre dietro Espanan teneva alle sue spalle un gruppo di 8 corridori con il campione europeo dei 1500 Mahiedine Mekhissi-Benhabbas (Fra) ancora più staccato. Kigen ha continuato a guadagnare chiudendo in 27’51”, un ottimo biglietto da visita per il cross Iaaf di Amorebieta di domenica prossima. Espana ha chiuso secondo a 38”, per lui ora scatta la stagione indoor con obiettivo i Mondiali di Praga di marzo, terzo dopo un’aspra battaglia lo spagnolo Antonio Abadia a 54”, davanti per 2” al marocchino Zakariae Mazouzi. Nella prova femminile l’iniziale predominio della marocchina Malika Asahssah fino all’8° km è stato vanificato dal ritorno della campionessa europea di cross,la britannica Gemma Steel andata a vincere in 31’52” davanti alla stessa Asahssah per 26” e alla campionessa europea di maratona,la francese Christelle Daunay che in volata ha avuto ragione della polacca Iwona Lewandowska chiudendo a 32”.

Mike Kigen vincitore a Madrid, in alto Dawit Admasu in trionfo a San Paolo del Brasile (foto organizzatori) Mike Kigen vincitore a Madrid, in alto Dawit Admasu in trionfo a San Paolo del Brasile (foto organizzatori)

In Austria rivincita della Corrida Pedestre International de Houilles di domenica a Peuerbach con la Raiffeisen Silvesterlauf-Lauf des Asse, di 6,8 km. A vincere è stato ancora il kenyano Victor Kimutai Chumo, già primo in Francia, con il tempo di 19’04” superando in volata al fotofinish il tedesco Richard Ringer, mentre in terza posizione si è piazzato il vincitore della scorsa edizione, partito con il pettorale numero 1, il kenyano Cornelius Kipruto Kangogo in 19’23”. Nella competizione femminile di 5.100 metri la vittoria è andata alla kenyana Sheila Chepngetich Keter con il crono di 15’43”, ai posti d’onore si sono classificate le due connazionali Betsy Saina, che vive negli Stati Uniti, seconda in 15’48” e Perine Nengampi terza in 16’23”.

Vittoria ugandese nella Trier Silvesterlauf in Germoania, grazie a Moses Ndiema Kipsiro che sugli 8 km ha prevalso in 23’05” con 2” sull’etiope Hailemariam Amare, terzo il tedesco i chiare origini eritree Homiyu Tesfaye a 12”. Gara donne all’eritrea Nazret Weldu Ghebrehiwet in 16’02” davanti alle etiopi Yemenu Tewabech a 2” e Woynshet Ansa a 4”.