Le regole di precedenza by Jeri250

0

Durante il nostro solito check del mattino sui social ci siamo imbattuti in questo interessante post di JERI250, la scuola e centro surf di Jericoacoara in Brasile, a proposito delle regole di precedenza tra windsurf, in acqua piatta e tra le onde. Riteniamo queste semplici istruzioni chiare, precise e comprensibili da tutti!

L’anno scorso sono stato per la prima volta a Jericoacoara in occasione del mio primo CLINIC in Brasile, e mi ero accorto immediatamente del problema delle precedenze tra le onde, lo spot (specialmente dove rompono le onde) è piccolo e affollato. Purtroppo c’è un nutrito gruppo di turisti, identifichiamoli come “pesanti” nordici che usano la 6 metri con il 110 litri freeride (e pinna da 36 cm) quando si potrebbe tranquillamente navigare con la 4.5 e il wave, che grazie alle condizioni facili e confortevoli di Jeri scambiano l’area di “jump&ride” per le loro splendide planate a tutta velocità avanti e indietro senza avere la minima idea di cosa significhi surfare un’onda, aspettare sul picco e partire down the line oppure cercare il picco per saltare. Il drop da dietro dell’onda del freerider “nordico” con l’unico obiettivo di tornare verso la spiaggia mentre il waver si sta surfando la sua onda in down the line, è l’esempio più classico visto durante la mia breve permanenza dello scorso anno in Brasile.  Questo non vuole essere una critica, sono persone che semplicemente andrebbero informate di più essendo uno spot Jeri molto facile e alla portata di tutti, dove potrebbero convivere tranquillamente waver, freestyler e freerider, a patto però di conoscere le regole e il modo di navigare delle diverse discipline.

Siamo quindi contenti di aver visto questo post del lavoro fatto dallo staff JERI250 e che condividiamo volentieri. Soprattutto ora che ci avviciniamo alla stagione più piena per Jericoacoara sede anche di diversi stage/clinic internazionali.
Vi ricordo anche che dal 24 novembre al 8 dicembre si svolgerà il mio #clinic720 wave/freestyle a Jeri con la collaborazione di Jeri250, CLICCA QUI. Per la prima settimana ho ancora dei posti disponibili mentre la seconda settimana è praticamente sold out!

Staff Jeri250: “In Jeri250 abbiamo preparato un file con le regole del windsurf in particolare per le giornate wave. Condividiamo questo documento con i nostri clienti e ne abbiamo lasciato una copia nella rete da pallavolo di fronte al Club Ventos, un’altra copia a Bahia che vende noci di cocco fino alle 13 in spiaggia e altre copie nel nostro Acqua Centro Sport. Se ti trovi a Jeri, sentiti libero di chiederci informazioni sulle regole del windsurf. È importante praticare sport acquatici in modo sicuro.”

Vi ricordiamo anche il nostro articolo del 2012 fatto in Sudafrica con la collaborazione di Andrea Rosati e Andrea Mariotti sulle regole di precedenza, articolo pubblicato sul cartaceo e online, CLICCA QUI.

Articolo precedenteWKC – Dakhla – élite day 2
Articolo successivoFrancesco Cappuzzo a Cape Town, il video
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui