Home Running Eventi L’impresa clamorosa è della Ferrara

L’impresa clamorosa è della Ferrara

0

Domenica intensa per le mezze maratone e le prove più brevi, senza dimenticare l’offroad, riassumiamo quanto successo in giro per l’Italia: nella prima edizione dell’Avis Half Marathon Ossolana, con 271 atleti al traguardo, successo per Alberto Mosca (Atl.Palzola) che in 1h10’11” ha preceduto di 3’10” Graziano Zugnoni (Melavì Ponte Valtellina) e di 5’27” Corrado Mortillaro (Atl.Palzola). Prima donna Melissa Ragonesi (Asd Gravellona Vco) che in 1h29’56” ha staccato di 6’52” Michela Uhr (Atl.Casorate) e di 9’15” Romina Caretti (Avis Marathon Verbania).

Altra mezza maratona è la Running in Milano Marittima, dove Rudy Magagnoli (Atl.Reggio) ha prevalso in 1h16’35” con 2’41” su Massimo Tocchio (Salcus) e 3’32” su Luca Celli (Atl.Futura). Valeria Bellan (At.San Marco) è la prima donna in 1h33’15”, a 4’18” Ilaria Marchesi (Atl.Scandiano) e a 5’03” Federica Schio (Runners Bergamo). 369 arrivati.

Nella Mezza Maratona di Città di Castello, una classica per giugno, primo posto a Cristian Marianelli (Uisp Altotevere) che in 1h17’01” ha prevalso su Simone Bandini (Marathon Club Cdc) per 1’11” e su Giuseppe Cardelli (Up Policiano) per 1’23”. In campo femminile Paola Garinei (Atl.Avis Perugia) conferma il pronostico in 1h27’12” con Fabiola Cardarelli (Amatori Pod.Terni) che s’inchina per soli 4”, terza Laura Mosconi (Dream Runners) a 42”. 354 classificati nel caldo.

Il vincitore della mezza di Città di Castello Cristian Martinelli; in alto, la partenza della Trieste Women's Run (foto organizzatori) Il vincitore della mezza di Città di Castello Cristian Martinelli; in alto, l’arrivo della Incerti alla Trieste Women’s Run (foto organizzatori)

Classicissima del calendario ligure è la Corsa al Monte Faudo, alla sua 46esima edizione. Primo ad arrivare in vetta è stato il tunisino Mehdi Khelifi (Am.Atl.Acquaviva) che in 1h37’35” ha staccato di 42” il kenyano Joash Kipruto Koech (Atl.Potenza Picena) e di 2’58” il marocchino Mohamed Hajjy (Atl.Castenaso Celtic Druid) mentre primo degli italiani è stato Francesco Bianco (Atl.Palzola) sesto a 7’24”. Fra le donne conferma per l’ex azzurra di maratona Ornella Ferrara (Pbm Bovisio Masciago) 12esima assoluta in 1h56’50”, alle sue spalle la polacca Katarzyna Kuzminska (Atl.Canavesana) a 10’37” e la kenyana Gladys Kemboi (Acsi Italia Atletica) a 15’41”.

Le prove più brevi: il marocchino Abdelhadi Laaouina (Pod.Tranese) è il vincitore della Stracirié in 33’32” con 15” sul connazionale Abdessamia Mountasser (Durbano Gas Energy) e 58” su Igor Martello (Base Running). Prima donna l’etiope Abera Tarkua Fisseha (Cus Torino) in 38’08”, a 1’06” Cinzia Passuello (Gsd Brancaleone Asti) e a 1’30” Federica Arnone (Pod.Tranese). 479 classificati.

Anna Incerti non fallisce l’appuntamento con la vittoria alla seconda edizione della Trieste Women Run. La campionessa europea di maratona, tesserata per le Fiamme Azzurre, si è aggiudicata la gara di 10 km in 36’04” con 42” su Giovanna Volpato (Assindustria) e 3’41” sulla slovena Aleksandra Fortin (Sportiamo). Le classificate sono state 75.

E’ Andrea Falasca Zamponi il vincitore del Trofeo Avis Spinetoli-Pagliare, classica del podismo marchigiano sui 10 km. Il portacolori dell’Atl.Recanati ha chiuso in 32’48” con 46” su Massimiliano Strappato (Esercito Sport & Giovani) e 1’22” su Francesco Gramazio (Pod.Valtenna). Prima donna VCristina Marzioni (Gs Dinamis) che in 36’46” ha preceduto Sara Carducci (Avis Ascoli Marathon) di 3’54” e Marilena Cesarini (Atl.Amat.Osimo) di 4’53”. 650 classificati.

Appuntamento classico per il podismo laziale a Roccasecca (Fr) con l’ottava edizione del Memorial A.Fava dedicato alla memoria dell’ex campione europeo indoor Cosimo Caliandro. Gara dominata dagli stranieri e in particolare dai marocchino con Youness Zitouni (Pod.Il Laghetto) primo in 32’59” davanti a Jaouad Zain (Lbm Sport) a 2”, terza piazza per il kenyano Paul Kipchumba Sugut (Lib.Orvieto) a 38”. Primo italiano pasquale Rutigliano (Stato Maggiore Esercito) a 2’35”. Fra le donne prima la ruandese Caludette Mukasakindi (Atl.2005) in 41’06” con 2’02” su Eleonora Bazzoni (Lbm Sport) e 3’42” su Antonietta D’Orsi (Pol.Ciociaria, la società organizzatrice). 547 i finisher.

A Venafro (Is) la 14esima edizione del Trofeo San Nicandro ha confermato l’ottimo momento di forma del ruandese Sylvain Rukundo (Toscana Atl.) che in 26’56” ha lascato a 19” il kenyano Bernard Kipsang Chumba (Atl.Castello), terzo Ivan Di Mario (Pol.Molise) plurivincitore della corsa, a 24”. Fra le donne vittoria per la marcchina Soumiya Labani (Alteratl.Locorotondo) che in 31’33” ha preceduto di 2’24” Ana Nanu (Gs Gabbi) e di 4’08” Virginia Petrei (Acsi Italia Atl.). 292 gli arrivati.

Doppio appuntamento per il Walk of Life, il circuito di gare di 10 km con incasso devoluto a Telethon che si è disputato sia a Roma che a Catania. Nella capitale prevale Luca Tassarotti (Santa Marinella Athl.Club) in 30’27” con 49” su Robin Trapletti (Lbm Sport) e 3’18” su Manuel Luciani (Cariri). Prima donna Roberta Boggiatto (Rcf Roma Sud) che in 37’36” ha staccato di 17” Michela Ciprietti (Pod.Solidarietà) e di 1’09” Laura Antico (Gs Bancari Romani). 941 i partecipanti.

In Sicilia 747 gli atleti al traguardo e vittoria per Calogero Interrante (Universitas Palermo) in 34’58” davanti ad Alfio Scalisi (Pod.Messina) a 8” e Lorenzo Perrone (Grottini Team) a 11”. Non sfugge il successo fra le donne a Tatiana Betta (Pod.Messina) che in 40’13” ha inflitto 1’07” a Maria Grazia Bilello (Club Atl.Partinico) e 1’26” a Maria Virginia Salemi (Marathon Athl.Avola).

Per l’offroad Mirko Righele dell’Alpstation Trail team vince l’Antico Trail del Contrabbandiere, disputato a Costa di Valstagna (Vi) sui 37 km. In 3h42’18” ha tenuto a 1’07” Ivan Geronazzo (Alpenstation Team) mentre il terzo, Fabrizio Bevilacqua dell’Asd Emme Running Team, ha accusato 31’54”. Gara femminile a Nada De Francesch (Caprioli San Vito) che in 4h54’02” ha staccato di 16’39” Cristiana Follador e di 31’20” Martina Vanzo (Pié Veloce). 311 classificati.

Nel Trail delle 5 Querce, prova nazionale a Gravina di Puglia, prima piazza per Rodolfo Guastamacchia che sui 19 km ha chiuso in 1h10’57”. Alle spalle del corridore del Bio Ambra New Age secondo Antonio Giuseppe Esposito (Am.Atl.Acquaviva) a 4’37”, terzo Marco Ricci (Let’s Run for Solidarity) a 8’19”. In campo femminile prima Rosa Luchena (Gs Due Sassi) in 1h34’52” con 18” su Daniela Hajnal (Atl.Capo di Leuca) e 1’5” su Adriana Dammicco (Cus Bari). 183 arrivati.