Pubblicità
Home Ski Video Mammut Elements Ep 01, “White Noise” con Mattia Felicetti
Pubblicità

Mammut Elements Ep 01, “White Noise” con Mattia Felicetti

0
White Noise è il primo di una serie di episodi sugli atleti Mammut ognuno nel proprio elemento. Il rumore bianco è l’elemento che circonda il freerider italiano Mattia Felicetti.
Lo senti ancora il richiamo della Natura? Ascolta…

Siamo schiavi entusiasti della natura e prigionieri inconsapevoli del nostro tempo. Viviamo ad un ritmo forsennato ogni santo giorno, ma la nostra passione ci dice di rallentare, perché siamo il ritratto di una complicatissima dipendenza che nasce da una semplicissima necessità: il desiderio di libertà. Ogni giorno, tra una corsa in metro e un un panino inghiottito in un morso, capita che ci dimentichiamo persino di respirare. Il sospiro invece, quello gelido esaliamo in cima alle montagne con la goccia che ci scende al naso, è l’unico vero fuoco che ci riporta alla lucidità di un vivere sano e quasi dimenticato. Siamo schiavi di un benessere esistenziale, quello che solo la Natura è in grado di restituirci. D’altronde se Dave Peverett dei Foghat cantava “Slow ride, take it easy” già nel 1975, un motivo ci sarà pure stato, no?

Mammut Elements è materia. O forse qualcosa di più? Neve, Ghiaccio e Roccia si intrecciano e si fondono in qualcosa di più intricato: un’intensa emozione, uno sforzo fisico, un grido di gioia, o, perché no, un lungo silenzio. A questi elementi se ne oppone un ultimo, un back to the reality nella giungla urbana, quel fitto tessuto di “devi fare questo”. Eppure, in tutto quel disordine, sembra quasi di scorgere un’armonica arte, fatta di colore e movimento. Al momento, purtroppo, non è possibile svelare altro.

1
2
3
Articolo precedenteArthur Longo vola a bordo pista in SHE
Articolo successivoAudi Nines è il “nuovo” Nine Knights e presenta lo SlopeX
Eva è nata e cresciuta a Roma, dove ha studiato giurisprudenza per capire che è una persona migliore quando non indossa un tailleur. Ha lasciato la grande città per lasciare che il vento le scompigliasse i capelli sulle montagne delle Alpi e presto ha scoperto che la sua passione per l’outdoor e scrivere di questa, poteva diventare un lavoro. Caporedattrice di 4outdoor, collabora con diverse realtà del settore outdoor. Quando ha finito di lavorare, apre la porta della baita in cui vive per sciare, correre, scalare o per andare a fare altre gratificanti attività come tirare il bastone al suo cane, andare a funghi o entrambe le cose insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità
Advertisement