Pubblicità

Matteo Spanu, un grande uomo e un grande atleta

di - 10/05/2016

Ci sono tanti ottimi atleti, ma non tutti sono dei grandi uomini. Matteo Spanu fa invece parte della stretta cerchia di quelle persone che in acqua hanno sempre performato da grandi atleti, e fuori dall’acqua sono stati sempre dei grandi uomini. Ha 40 anni, una moglie e due figli, di cui Nicolò il più grande ha già iniziato a gareggiare nelle regate nazionali di Windsurf, sia quelle Wave che nella Techno 293. L’altra figlia si chiama Maddalena. Lavora e fa windsurf per passione da tantissimi anni, una passione che è diventata anche il suo lavoro. Vive ad Oristano in Sardegna e i suoi home spot sono Funtana Meiga e Capo Mannu. Nelle gare Wave, soprattutto nella sua zona, ha sempre ottenuto ottimi risultati, in passato ha vinto il Nissan Wave Master proprio a Capo Mannu, più recente invece il terzo posto alla tappa inaugurale del Campionato Italiano Wave di Puzziteddu in Sicilia. Ma non solo Wave, ha anche partecipato a diverse gare Freestyle e da alcuni anni partecipa anche a quelle Slalom, al campionato sardo e a quello Italiano, impegni permettendo. In ambito internazionale ha partecipato alla Aloha Classic sezione AWT e alla gara di Cabo Verde l’anno scorso. Sempre l’anno scorso è arrivato in seconda posizione all’ultima gara dell’anno al Campionato Nazionale Wave, ma un infortunio durante il warm up di Cala Pischina non gli ha permesso di partecipare alla gara e ha quindi perso la possibilità di lottare per il Titolo Italiano. Recentemente è entrato nel team 99NoveNove e collabora strettamente con il suo grande amico Peter Munzlinger per le vele Gaastra. Assieme a Gigi Madeddu è uno degli attori principali anche del Sa Barra Project. Atleta completo, con una profonda passione per il Windsurf e con un curriculum impeccabile.

Matteo Spanu_4

Oltre a tutto questo Matteo è sempre stato un buon esempio per i più giovani, bravo in acqua e puntuale e professionale fuori. Si è sempre tenuto lontano dalle polemiche e non ne ha mai create. Un vero personaggio positivo per il nostro Sport a cui i giovani si devono ispirare. Un esempio da seguire come sta facendo con i ragazzi del Sa Barra Team e invogliando i giovani a sfidare i campi internazionali, come recentemente ha convinto Francesco Cappuzzo a partecipare alla imminente gara del AWT in Marocco… per stimolare i giovani a farsi avanti anche nel Wave internazionale che conta. Vista la probabile chiamata della seconda tappa del Campionato Italiano Wave per sabato e domenica a Cala Pischina, Francesco ha disdetto all’ultimo la sua partecipazione in Marocco, ci sarebbe piaciuto vederlo nelle acque di Moulay!

Matteo Spanu_7

A fine aprile Matteo è stato chiamato all’appello da Cesare Cantagalli per partecipare al photoshooting 99novenove a Capo Mannu assieme a Kauli Seadi e al resto del team di Sa Barra. Un’altra esperienza messa in cantiere per Matteo.

99_MAY016_PH_G.CHIESURA99_MAY016_PH_G_100_Matteo a Capo Mannu. Foto Giangi Chiesura

A inizio maggio Matteo ha partecipato come già scritto alla prima gara del Campionato Nazionale in Sicilia a Puzziteddu. Le condizioni sono state epiche e ogni rider ha potuto performare al meglio delle proprie possibilità! Matteo a 40 anni ha lottato con i denti contro le nuove leve che stanno venendo fuori come i giovanissimi Francesco Cappuzzo e Jacopo Testa. Nel primo tabellone Matteo ha conquistato il secondo posto perdendo di un soffio la heat contro Jacopo Testa che in quelle condizioni è davvero fortissimo, sia a livello di salti che di surfate. Nel tabellone Double, Matteo nella heat per difendere la sua seconda posizione, contro Cappuzzo, ha rotto la strap e non ha potuto controbattere all’assalto del giovane local autore di una heat impeccabile, da grande rider nonostante la sua giovane età. Matteo ha terminato la gara in terza posizione mantenendo alta la “reputazione” dei “veterani” su un podio occupato nelle prime due posizioni dai ventenni Cappuzzo e Testa, e soprattutto mostrando un altissimo livello sia nelle surfate, come suo solito, ma anche nei salti.

Matteo Spanu_9

Matteo Spanu_3

Matteo commenta: “Sono contento di aver disputato una gara fuori dai miei soliti spot in Italia. Ero curioso di conoscere lo spot di Puzziteddu in Sicilia. Le aspettative sono state rispettate così come la splendida accoglienza che abbiamo ricevuto dalla famiglia Cappuzzo, organizzatrice dell’evento. Una grande ospitalità e un posto fantastico. E’ stato un piacere conoscere tanti ragazzi siciliani che hanno partecipato mettendosi in gioco a ogni batteria. E mi fa piacere sottolineare anche il buonissimo settimo posto di Matteo Serra alla sua prima gara fuori dalla Sardegna”.

Matteo Spanu_10

“La gara è andata bene. Il terzo posto dietro a due giovani rider come Cappuzzo e Testa è un buon risultato ma resta l’amaro in bocca per un problema tecnico che ho subito durante la semifinale contro Cappuzzo quando, dopo un salto, mi si è rotto un tassello della strap. Mi sarebbe piaciuto disputare nuovamente la finale contro Testa per potermela giocare fino in fondo. Ma ciò non toglie nulla alla splendida gara di questi due giovani talenti che sono il presente ma saranno senza dubbio il futuro di questa disciplina in Italia e a livello internazionale”.

Matteo Spanu_2

“Adesso sono in viaggio verso il Marocco per la tappa dell’American Windsurfing Tour, un circuito internazionale che vede al via atleti straordinari come Boujmaa Guilloul, Kevin Pritchard, Diony Guadagnino e molti altri. Io spero di confermarmi nei primi 10 della classifica così come accaduto lo scorso anno a Capo Verde, sarebbe già un magnifico risultato. Con me come sempre viene il mio amico Stefano Abis che gareggerà negli amatori e spero possa fare una buona gara e una bella esperienza così come avvenuto nel 2015”. 

Matteo Spanu_1

Questo è Matteo Spanu, una grande atleta e un grande uomo.

TESTO 4Windsurf
FOTO Fabio Barbera, Marco Dalex, Giangi Chiesura

Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita e il mio lavoro. Campione italiano Wave nel 2013 e 2015. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.