Pubblicità
Home Sup Eventi Mondiali ICF in Ungheria, ecco come sono andati i nostri azzurri!
Pubblicità

Mondiali ICF in Ungheria, ecco come sono andati i nostri azzurri!

0

Sono passate meno di due settimane dalla fine dei mondiali di Sup sul Lago Balaton, in Ungheria, organizzati dalla Federazione Internazionale di Canoa, l’ICF, e facciamo un breve resoconto.

Gli azzurri protagonisti dell’evento hanno dimostrato di essere tra i migliori al mondo, con ottime prestazioni da tutti quanti.

La medaglia nella categoria Elite viene da Claudio Nika, che ancora una volta è salito sul podio della sua disciplina preferita, gli Sprint di 200m. Claudio si è aggiudicato il terzo posto, dietro a Noic Garioud e Connor Baxter. Complimenti a Claudio!

Nella technical race si sono distinti Davide Alpino e Leonard Nika, Davide Alpino conquistando un posto nella grande finale, la cosiddetta finale A, assieme ad atleti come Connor Baxter, Noic Garioud, Titouan Puyo e Michael Booth, finendo poi con un sesto posto.

Leonard Nika, per poco fuori dalla finale, ha vinto però la finale B della technical race, dopo una dura lotta con suo fratello Claudio ed il forte atleta Clement Colmas, aggiudicandosi così il nono posto.

Nella Long Distance i due preferiti Michael Booth e Bruno Hasulyo sono rimasti fuori dal podio e sono stati sorpassati dai due caledoniani Titouan Puyo seguito da Noic Garioud, e da Daniel Hasulyo, che conquista il terzo posto.

Il primo italiano nella long distance è stato Leonard Nika con un 9° posto, seguito da Davide Alpino con un 10° posto, Paolo Marconi al 12° posto, Filippo Alberti al 39° posto, troviamo poi Simone Peron al 56° posto ed infine Siciliano Maurizio al 72° posto.

Nella technical race primo degli italiani Davide Alpino al 6° posto, seguito da Leonard Nika al 9° posto, Claudio Nika all’11° posto e Paolo Marconi che finisce in Finale C, con un 24° posto.

Presente anche Tommaso Pampinella che si ferma alle semifinali della tecnica e finisce 16° negli Sprint.

Tra le donne unica presente nella categoria Elite Caterina Stenta, che finisce con un 10° posto nelle Sprint ed 11° nella technical race, reduce da un virus che l’ha tenuta fuori dalla Long Distance.

Vincitrice di quest’edizione della Long Distance ed anche della Technical Race l’americana Fiona Wylde, oro invece negli Sprint alla Russa Elena Prokhorova.

Negli junior ottime prestazioni per Cecilia Pampinella ed Alberto Casella, che fanno ben sperare per il futuro del nostro sport in Italia.

Da ricordare i master, over 40 ed over 50, con buonissime prestazioni di Giorgio Magi, 8° nella sua categoria nella Long Distance e Sara Oddera che porta a casa due secondi posti, nella Sprint e nella Long Distance.

Complimenti a tutti gli italiani presenti.

La Federazione Internazionale di Canoa ha già fissato il posto per i campionati del mondo del 2022, che si terranno a Gdynia, Polonia, con date ancora de definirsi.

Per tutti i risultati, potete consultare tutto sul sito dell’evento.

Foto di Massimiliano Alberti.

 

Long Distance
Long Distance
Caterina Stenta
Caterina Stenta
Cecilia Pampinella
Cecilia Pampinella
Podio maschile Sprint
Podio maschile Sprint
Connor Baxter
Connor Baxter
Davide Alpino in azione in boa
Davide Alpino in azione in boa
Davide Alpino
Davide Alpino
Filippo Alberti
Filippo Alberti
Fiona Wylde
Fiona Wylde
Leonard Nika
Leonard Nika
Paolo Marconi
Paolo Marconi
Sara Oddera
Sara Oddera
Partenza donne
Partenza donne
Partenza
Partenza
Tommaso Pampinella
Tommaso Pampinella

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità
Advertisement