Nello Spazio con Nike Joyride Run Flyknit!

0

Se il 2019 è stato ricordato pochi giorni fa come l’anno dello sbarco sulla Luna, sicuramente la nuova tecnologia Nike Joyride, presentata oggi alla stampa mondiale, segna un grande passo in avanti nel mondo delle calzature sportive.

Che cos’è Nike Joyride?

Nike Joyride è la più recente tecnologia innovativa di Nike, che entra a buon diritto nella Big Family delle piattaforme di ammortizzazione dello Swoosh americano, insieme a Nike Air e Nike React.

Gambe mai stanche!

La stanchezza muscolare, un concetto molto chiaro e spesso poco piacevole a cui ogni sportivo è legato. Con il nuovo sistema di ammortizzazione Nike Joyride, Nike garantisce una sostanziale riduzione dell’affaticamento delle gambe, mantenendole riposate, grazie al sottopiede personalizzato, che garantisce un ottimo assorbimento dell’impatto e un grande ritorno di energia.

Nike Joyride, ecco come funziona

Nike Joyride è un sistema di ammortizzazione di proprietà esclusiva di Nike, costituito da migliaia di microsfere di TPE, un copolimero di plastica e gomma utilizzato per le capsule. Nike è arrivata alla scelta finale di questo materiale dopo aver testato in maniera intensiva e approfondita oltre 150 materiali differenti.

Nike Joyride è…Capsule e Microsfere

All’interno delle capsule in TPE, tarate a seconda delle zone del piede, sono collocate le microsfere, che consentono alla schiuma di espandersi in tutte le direzioni, che viene definito spostamento multidimensionale.

Nike Joyride è… Soletta dinamica

Questa combinazione di capsule e microsfere integrate, con il movimenrto del nostro piede crea una soletta crea una interna dinamica che si adatta al piede, generando una personalizzazione unica, come se fosse fatta su misura per noi!

Capsule differenti per appoggi differenti

Nella nostra azione di corsa, il piede si appoggia e “colpisce” il suolo in modo differente. Tallone, mesopiede, avamopiede hanno comportamenti molto differenti e gonuno di noi, a sceonda del proprio modo di correre, personalizza ulteriormente i propri appoggi. Un’altra variabile è ovviamente la velocità che determina appoggi più di mesopiede, che di avampiede e così via. Con il nuovo sistema Nike Joyride si è riuscit ad interpretare in modo ottinmale il modo in cui il piede impatta a terra, generando reazioni differenti a seconda delle necessità. Le capsule hanno dimensioni differenti: la capsula collocata nel tallone, per esempio, è più grande per assorbire l’impatto, mentre quelle nell’avampiede sono tarate in modo da facilitare una transizione in avanti fluida. L’ingegnerizzazione delle capsule ha contribuito anche a risolvere il problema della eccessiva dispersione delle microsfere in tutte le parti del piede, che provocava una sensazione di scomodità.

La nuova Joyride Run Flyknit è un vero e proprio salto nel futuro dello Swoosh più famoso al mondo!
La nuova Joyride Run Flyknit è un vero e proprio salto nel futuro dello Swoosh più famoso al mondo!

8000 Microsfere, per correre sulle bolle!

All’interno di ogni capsula, a seconda adella zona in cui è psozionata, Le microsfere si disperdono a seconda del nsotro tipo di appoggio in modo specifico. (Per esempio, se ci sono 8000 microsfere totali in una scarpa da running, il 50% circa di esse coprirà l’impatto del tallone, mentre il 5% offrirà ammortizzazione alla punta del piede.)

Nike Joyride la trovate QUI

La nuova tecnologia Nike Joyridearà rilasciata dapprima nella Nike Joyride Run Flyknit, modello estremamente versatile di Nike, progettato per tutti i runner, che garantisce un’ammortizzazione morbida e una transizione fluida per un impatto leggero.

Nike Joyride Run Flyknit, dal 25 luglio per tutti

Adatta sia per un maratoneta esperto che sta effettuando una corsa di allenamento o per un neofita in cerca della propria corretta andatura, la Nike Joyride Run Flyknit è da oggi disponibile per i membri Nike,  a cui seguirà poi il rilascio a livello mondiale il 15 agosto.

Gli altri modelli dotati di Nike Joyride

I modelli successivi, dotati di Nike Joyride e specificatamente tarati per uno scopo preciso, includono Nike Joyride NSW, Nike Joyride Setter (che ha debuttato durante la sfilata ALYX P/E 2020 di Matthew Williams alla Paris Fashion Week), Nike Joyride Optik esclusivamente da donna e Nike Joyride Nova, espressamente ingegnerizzata per le esigenze dei giovani atleti.

Articolo precedenteFISW: criteri federali convocazione in nazionale
Articolo successivoWorld Cup MTB in Val di Sole: un trailer da paura
Daniele Milano nasce una buona cinquantina di anni fa in Valle d’Aosta. Cresciuto con la montagna dentro, ha sempre vissuto la propria regione da sportivo. Lo sci alpino è stato lo sport giovanile a cui ha affiancato da adolescente l’atletica leggera. Nei primi anni 90 la passione per lo snowboard lo ha letteralmente travolto, sia come praticante che come giornalista. Coordinatore editoriale della rivista Snowboarder magazine e collaboratore per diverse testate sportive di settore ha poi seguito la direzione editoriale della testata Onboard magazine, affiancando sin dal lontano 2003 la gestione dell’Indianprk snowpark di Breuil- Cervinia. Oggi Daniele è maestro di snowboard e di telemark e dal 2015 segue 4running magazine, di cui è l’attuale direttore editoriale e responsabile per il canale web running. Corre da sempre, prima sul campo di atletica leggera vicino casa e poi tra prati e boschi della Valle d’Aosta. Dal 2005 vive un po’ a Milano con la propria famiglia, mentre in inverno si divide tra la piccola metropoli lombarda e Cervinia. “La corsa è il mio benessere interiore per stare meglio con gli altri”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui