Home Windsurf Eventi Open Water Challenge 2016, pronti al via
Pubblicità

Open Water Challenge 2016, pronti al via

0

 

Mancano ormai solo pochi giorni all’apertura dall’evento dell’Open Water Challenge sulla spiaggia di Torregrande, il mondo del windsurf, kitesurf e S.U.P. è in fermento. Mai come quest’anno la partecipazione degli atleti provenienti da tutta l’ Italia, molti i ragazzi e le ragazze che parteciperanno all’evento, segnale importante per tutto il movimento del waterboard in generale. Grande partecipazione dei giovanissimi della finalissima del campionato nazionale TT-R.

img_69632
Nel windsurf confermati tutti i più forti atleti nazionali e grandissimo interesse per la classica Sinis Sup Marathon , che quest’anno sarà tappa unica del campionato sardo e darà quindi i titolodi campione sardo per le diverse categorie.
Ma non saranno solo i professionisti gli attori principale della 7° edizione dell’Open Water Challenge , grande spazio agli amatori del windsurf, kite e stand up paddle. La long Distance aperta a tutti , “Un bordo per Marietto “ sarà un momento speciale.
Grande novità sarà il GPS SPEED contest , per stabilire il più veloce dell’OWC 2016 .
Moltissimi gli eventi collaterali per il pubblico , dal calcio balilla umano ,ai gonfiabili e le esibizioni della palestra LIONS FIT club , che vi farà saltare a suon di musica .
Appuntamento alle di venerdì 16 settembre dalle 9 le iscrizioni all’Italian Slalom tour e al circuito zonale. Dalle 10 iniziano le attività ricreative curate dall’associazione sportiva Lions Club di via Ghilarza. Dalle 11 anche il torneo di calcio Balilla. Le gare nelle diverse discipline di windsurf, kite e sup inizieranno dalle 14, con le attività Lions dalle 15. E dalle 18 relax con l’aperitivo in musica e la cena targata Eolo Food&drinks nella base operativa dell’OWC, il chiosco Eolo a Torregrande.

img_69628
Sabato dalle 9 si ultimeranno le iscrizioni alle finale kite TT-R e Amator , con apertura de Village e delle attività targate Lions dalle 10. Ancora, torneo Balilla dalle 11 e partenza delle gare delle discipline di waterboard dalle 14, con le attività Lions dalle 15. Surf’n Grill, la grigliata che parte dalle 21,30 e il dj set serale.
ALLE 18 appuntamento speciale con L’ APERISINIS aperitivi sientifici in collaborazione con l’Area marina Protetta e CNR-IAMC “UNA BREVE INTRODUZIONE ALLA FISICA DEGLI OCEANI” . Si festeggia con l’aperitivo e la cena. Alle 20 l’attesissima “suppata” notturna al chiaro della luna piena con il terzo appuntamento della stagione della Full Moon Paddle, aperta ad atleti e amatori.

trofeo-wind
La serata è a tema pirata e saranno benvenuti i travestimenti, anche per la serata Dj targata Eolo’ food & drinks.
Domenica mattina dalle 9 iscrizioni solo Amator e partenza in mattinata della Sup Marathon regionale, competizione sullo Stand Up Paddle che prevede una prova sulla lunga distanza in velocità con partenza dalle rovine di Tharros , boa di fronte alla Torre e sfilata fino al surf village .

trofeo-sup

Dalle 9,30 esibizione mozzafiato Flyboard , con la possibilità di provare l’ebrezza di volare insieme a Cristiano Perseu.
Continuano i tornei e infine la premiazione prevista per le 17,30 concludera questa 7° edizione dell’Open Water Challenge con l’arrivederci al 2017al suono del gruppo Marilyn MonRock.
Gli orari e i giorni delle manifestazioni sportive sono indicativi e potranno subire variazioni in base alle condizioni meteo.
L’idea dell’Open Water Challenge nasce più di 10 anni fa con un progetto dell’Stl, poi portato avanti da un gruppo di appassionati del settore.
Quest’anno, oltre all’immancabile presenza della scuola windsurf Eolo, hanno partecipato all’organizzazione anche il Wind Club di Chia.
L’evento è patrocinato da Comune di Oristano, Comune di Cabras, Provincia di Oristano e Stl, Marine Oristanese i e Area Marina protetta Penisola del Sinis.
L’Open Water Challenge, come tutti gli anni, fa rete con molte delle strutture alberghiere e recettive del territorio, con convenzioni con alberghi e bed&breakfast in città e nelle vicine località di mare per permettere di partecipare agevolmente alla manifestazione. Un’iniziativa di rete tra operatori turistici contribuisce a valorizzare enormemente lo scenario unico delle coste del Sinis, ambiente ideale per la realizzazione di spettacolari performance sportive nelle discipline del waterboarding. La West Coast è da decenni ormai una rinomata e frequentatissima meta da parte di atleti e amatori provenienti da tutto il mondo, che apprezzano il suo vento e le sue onde Seguiteci numerosi sui social e sul sito ufficiale

www.eolowindsurf.com

trofeo-kite

Articolo precedenteNLand Surf Park Austin: ecco il test del nuovo wavegarden
Articolo successivoMalcesine, 14/09/2016
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.
Pubblicità