Pubblicità

Oristano Wave Classic, vince Jacopo Testa… e la musica cambia

di - 21/09/2015

Domenica 20 settembre, si è svolta nel mitico spot di Funtana Meiga (Oristano, Sardegna) la prima tappa delle tre previste del Campionato Italiano Wave 2015 AICW. Ha vinto Jacopo Testa (RRD), seguito da Matteo Spanu (99novenove) e Nicola Spadea (Fanatic, Gun Sails), al quarto posto Mauro Vinci, ex local dello spot.

_MG_1051_web
Procediamo con ordine… il periodo di chiamata per l’Oristano Wave Classic era iniziato il 15 settembre. Eddy Piana, organizzatore dell’evento, aveva le idee chiare: alla prima buona perturbazione avrebbe dato il semaforo verde, per non rischiare di accavallare le prossime tappe in un periodo di tempo troppo stretto (che ricordiamo essere Cala Pischina e Puzziteddu). Per il week end era prevista una veloce perturbazione di passaggio, e quindi la scelta di chiamare immediatamente la gara per la domenica, un solo giorno di gara.
Tutti i rider sono arrivati il sabato per allenarsi un po’, sfortunatamente le condizioni dello spot della gara non erano ottimali (leggi… totalmente flat), e tutta la comitiva si è spostata a Maimoni per una divertentissima uscita, CLICCA QUI. Noi di 4Windsurf come al solito eravamo presenti e una idea dei rider più in forma ce l’eravamo già fatta: i fratelli Testa, Spadea e Cappuzzo su tutti.

DOMENICA
Riders Meeting alle 8:00 a Funtana Meiga. Il vento non manca, delle onde purtroppo nemmeno l’ombra anche se qualche cosa ogni tanto si fa vedere. Eddy Piana presenta Sergio Cantagalli che è venuto a dare un aiuto. Vengono spiegate le regole e il metodo di giudizio, format PWA, in cui sarebbero state valide alla fine del conteggio per i giudici, due salti e due surfate. Fattore moltiplicativo per due per il waveriding e anche l’overall impression avrebbe aiutato per i punti. Tabella con punteggi delle manovre esposta e chiara per tutti.
La scelta del tabellone è stata verso un Dingle Elimination (per ragioni di tempo essendo più breve del Double) in cui i perdenti del primo round hanno una seconda chance immediata per rifarsi e sperare di continuare la loro corsa. 24 heat in tutto da 8 e poi 10 minuti, per un totale di 6 ore di gara.
Warm up fino alle 12:00 per tutti e 24 i rider iscritti alla gara (c’è stato qualche abbandono all’ultimo… si prevedeva un tabellone da 32). Puntuale come da abitudine alle 12:00 Sergio Cantagalli libera il campo gara e fa partire la prima heat. Vento da 4.7 / 5.0 e un metrino d’onda in crescita.

_MG_0842_webJacopo Testa

Le heat procedono senza intoppi e senza grandi sorprese per i primi due turni. Un grande applauso a Nicolò Spanu, 11 anni, alla sua prima gara. Grande performance per lui!
Al terzo turno arrivano le prime sorprese, il vento cala di intensità, ci sono periodi variabili senza onde ma i set buoni sono anche sui due metri abbondanti. Condizione critica e difficile, un vero terno al lotto per assicurarsi le onde migliori… ma queste sono le gare e le condizioni sono uguali per tutti!
Il 18enne Francesco Cappuzzo con una heat con Push Loop Tweaked, Forward e Back Loop, seguite da 4 buone onde con due Taka, manda a cambiarsi prima del dovuto il pluri-campione Andrea Rosati. Anche Raimondo Gasperini non passa il turno e si ferma in 9° posizione.
I tanti e nuovi ragazzini, molti provenienti dal freeestyle, iniziano a farsi vedere e far presagire l’andamento della gara. Nicola Spadea, surfa alla grande, mentre Jacopo Testa fa più volte esplodere il pubblico in applauso, grandi Push, Forward, Air Chachoo, un “quasi fatto” doppio Forward (fuori gara) e surfate radicali e precise.
E non è una sorpresa trovare in finale Testa, Spanu, Spadea e Vinci (che batte il vostro caporedattore nella heat precedente, l’ex local di Funtana Meiga, Mauro Vinci, ha surfato proprio bene e si merita in pieno la finale).

_MG_0772_webMatteo Spanu

Tra Testa e Spadea passa il turno il milanese Jacopo Testa, mentre tra Spanu e Vinci, passa abbastanza agevolmente il local Matteo Spanu.
Subito dopo le finali da 15 minuti. Parte Matteo Spanu e sbaglia subito la Air Chachoo, suo cavallo di battaglia nelle heat precedenti. La tensione sale, Jacopo non ha nulla da perdere e gioca tranquillo e chiude salti da applausi… Air Chachoo, Push Loop super contorto e Forward stilosissimo. Nelle surfate i due si equivalgono ma Jacopo mette a segno anche un bel Aerial.
Nella finale 3° e 4° posto bella heat di Spadea contro Vinci in condizioni di vento sempre più leggero e onda con meno frequenza.
Alle 18:10 esattamente come da previsione termina la gara. Alle 18:30 le premiazioni e il vincitore di questa prima tappa del Campionato Italiano Wave 2015 è Jacopo Testa!!!

 _MG_0975_webNicola Spadea

NOTE
– Come spesso ribadisco le previsioni non sono certezze. Windguru dava vento e onda, e ne ha fatto un po’ meno… non ci possiamo fare nulla. Ma in ogni heat sono stati eseguiti sempre da tutti almeno due salti diversi e 3 o 4 onde, di dimensione variabile…
– Grazie al super lavoro della AICW e di Eddy Piana per la prima volta nella storia del windsurf italiano è stato disponibile il Live Streaming, e da una veloce occhiata su facebook (siamo ancora in viaggio cercando di tornare in base) sembra che in molti eravate connessi.

–  La musica è cambiata… ebbene si perchè i ragazzini del freestyle si sono affacciati al wave e il loro livello è già altissimo! I fratelli Testa, Francesco Cappuzzo, i ragazzi di Sa Barra e tanti altri. In breve alcuni di loro potranno pensare anche di “espatriare”… e questo è un ulteriore successo! Francesco Cappuzzo ha già dichiarato che dal prossimo anno seguirà il PWA Wave, e con un repertorio già solido di manovre tra cui doppio Forward, Push Loop, Taka, Goiter, un ottimo riding etc… ne vedremo delle belle!
– Ottimo lavoro dei giudici capitanati da Matteo Righetti, puntuali e precisi. Non ci sono state contestazioni di rilievo.
– Ottima l’organizzazione a terra, aggiornamento del tabellone, possibilità di vedere igli score sheet delle heat, acqua e cibo per tutti, musica… insomma una bellissima giornata.

Prossima tappa, Cala Pischina, mure a sinistra… e la classifica potrebbe cambiare anche se un certo Jacopo sembrerebbe super informa anche su quella mura…

ORISTANO WAVE CLASSIC, prima tappa del Campionato Italiano Wave 2015, classifica:
1. Jacopo Testa (RRD)
2. Matteo Spanu (99novenove)
3. Nicola Spadea (Fanatic, Gun Sails)
4. Mauro Vinci
5. Fabio Calò
5. Francesco Cappuzzo
5. Andrea Franchini
6. Matteo Testa

Classifica completa su www.aicw.it o www.wavexpression.com

FOTO DI Luca Piana

Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita e il mio lavoro. Campione italiano Wave nel 2013 e 2015. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.