Pubblicità
Home Outdoor Itinerari Perchè andare in Carinzia quest’inverno
Pubblicità

Perchè andare in Carinzia quest’inverno

0

In Carinzia, sul versante meridionale delle Alpi austriache, troverai un paesaggio alpino, piste da sci, pace, giornate di sole. Tutti gli ingredienti giusti per una vacanza invernale all’insegna del relax e delle attività all’aperto. Ecco tutte le buone ragioni per decidere di andare in Carinzia quest’inverno.

Sciare in Carinzia

In Carinzia ce n’è per tutti, dal principiante al freerider. Piste larghe, frequenti giornate di sole e temperature miti31 zone sciistiche a cui si accede con un solo biglietto (il “TopSkipass”) a cui si aggiungono skipass locali per una maggiore offerta.

800 km di piste contornate da vette di 3.000 m, colline o dolci pendii a seconda delle esigenze e delle difficoltà. In alcune zone troverai anche piste a cunette e halfpipe, oltre a versanti incontaminati per gli amanti della neve fresca.

Sono presenti 40 scuole di sci in tutta la regione. Qui maestri esperti e preparati insegnano ai principianti la tecnica di discesa corretta per divertirsi sulle piste riducendo i rischio di incidenti e la fatica.

andare in carinzia inverno

Le scuole di sci sono un punto a favore anche per gli sciatori esperti che vogliono migliorarsi e apprendere nuove tecniche. O anche semplicemente sciare in gruppo per fare nuove conoscenze.

Sulle piste della zona Turracher Höhe l’assistenza è garantita dai “maggiordomi delle piste”, che ormai da 21 anni offrono fazzoletti di carta, crema solare, dolciumi, bicchieri di prosecco e persino lo squisito gelato delle fattorie di montagna (dal mese di marzo).

Anche in altre zone della Carinzia sono presenti servizi che renderanno la vostra vacanza ancora più piacevole. Depositi per gli sci, servizio navetta, servizio carrozza per i bambini, manutenzione sci sulle piste, app per i parcheggi e la possibilità di caricare la propria keycard già da casa.

Scialpinismo

La Carinzia offre 160 itinerari controllati di scialpinismo. Uno dei più singolari è il Nockberge-Trail, un trekking scialpinistico che attraversa 5 zone sciistiche. Questo è il primo percorso di questo tipo prenotabile per tutto l’anno ed è suddiviso in 4 tappe giornaliere lunghe fino a 6 ore ciascuna.

Il trekking richiede preparazione ed esperienza scialpinistica ma non prevede di affrontare passaggi alpinistici. Lungo il percorso sono inoltre presenti degli impianti che permettono di diminuire il dislivello positivo da affrontare. Lungo l’itinerario sono presenti lussuosi hotel wellness con cucina e gastronomia dell’Alpe Adria annessa.

Pattinare sul ghiaccio

La Carinzia è piena di laghi e alcuni di questi d’inverno gelano su tutta la superficie, diventando incredibili piste da pattinaggio. Qui si possono divertire pattinatori, giocatori di hockey su ghiaccio e di stock sport.

Il lago Weissensee nel land più meridionale dell’Austria è la superficie di ghiaccio naturale più grande d’Europa. Questo lago è anche palcoscenico di una gara di pattinaggio a cui ogni anno partecipano più di 5000 atleti olandesi, il “tour delle 11 città olandesi”.

Il percorso di gara è di oltre 200 km e il record di percorrenza su questa distanza è stato stabilito proprio sul lago Weissensee: 5 ore e 11 minuti. Quest’anno la gara si terrà dal 22 gennaio al 5 febbraio.

Wellness invernale

Terme, saune, case dei bagni…la Carinzia offre moltissimo dal punto di vista del wellness invernale.

La casa dei bagni “Kärnten Badehaus” sul lago Millstätter See, è una delle location più affascinanti. Qui le grandi vetrate anche d’inverno permettono quasi di toccare il  panorama esterno del lago illuminato dal sole.

andare in carinzia inverno

Anche sul lago Wörthersee esiste una tipica casa dei bagni carinziana, annessa all’hotel Werzer’s. Qui gli ospiti dell’hotel possono fare la sauna direttamente nel lago.

A Bad Kleinkirchheim, famosa stazione sciistica di Coppa del Mondo nel parco dei Nockberge, gli sportivi trovano due tipi di terme. I bagni Thermal Römerbad si trovano vicinissime al traguardo della pista della Coppa del Mondo. Le Terme di St. Kathrein sono molto moderne, con scivoli acquatici, area sportiva, area bimbi e SPA.

Per gli amanti della natura selvaggia c’è Maibachl a Warmbad Villach, attiva solo durante il disgelo o in seguito a forti piogge. Qui l’acqua calda si convoglia in piccole pozze di sorgente in mezzo alla natura.

Scoprire la natura

Andare in Carinzia d’inverno vuol dire anche godersi momenti magici nella natura. La Carinzia offre escursioni da una o mezza giornata alla scoperta della fauna e della flora incontaminate. Qui potrete immergervi nella natura autentica sotto la guida di persone esperte. Dalle escursioni con le ciaspole alla ricerca degli stambecchi all’osservazione delle stelle, dalle tradizioni culturali alle camminate al lume delle fiaccole.

Nuove esperienze

Quale miglior momento delle vacanze per provare nuovi sport e attività all’aperto?

La Carinzia in inverno offre immersioni nel lago ghiacciato di Weissensee, arrampicate su roccia, altre attività insolite come la snowbike, l’hammerhead, lo snowtrike o il minibob. Lo sport della snowbike si può praticare a Bad Kleinkirchheim, sul lago Weissensee o al Dreiländereck.

Per i meno avventurosi c’è sempre il trekking con i lama o la romantica escursione in carrozza con i cavalli.

Winter Kärnten Card

Questa è un’alleata preziosa per i vostri viaggi, è disponibile in versione settimanale o stagionale e offre riduzioni sui prezzi di attività e servizi in Carinzia. Tra 9 vantaggi troverete panorami mozzafiato dalla torre Pyramidenkogel, l’offerta culturale dei musei carinziani, diverse funivie e tanto altro.

Gastronomia e cucina

La cultura carinziana è molto sensibile alle tentazioni gastronomiche: in ogni angolo si trovano specialità tipiche. Nelle stazioni sciistiche e sulle piste troverete numerosi rifugi, trattorie e ristoranti per fare una sosta ristoratrice. Molti di questi locali sono conformi alla filosofia Slow Food, per coltivare un rapporto rispettoso con la natura, promuovere la sostenibilità e tutelare la varietà dei sapori locali.

andare in carinzia inverno

 

Fra le specialità tipiche della cucina carinziana ci sono i tortelloni carinziani (Kärntner Käsnudel), la trota di lago carinziana (Kärntner Laxn), la tipica merenda al tagliere “Brettljause” (per esempio con formaggio e speck della valle Gailtal), le specialità a base di selvaggina della zona, l’agnello del Grossglockner (Glocknerlamm), la carne di oca, il pane contadino della valle Lesachtal (patrimonio mondiale Unesco), i tortelloni alle pere secche con burro al miele (Kletzennudel) e il Reindling (focaccia lievitata con zucchero, uva sultanina e cannella).

E per finire l’acquavite al pino cembro fatta in casa (Zirbenschnaps).

Scopri di più sulla Carinzia cliccando qui e qui. 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità