Home Running Eventi Pertile e Soufyane, acuti a Udine

Pertile e Soufyane, acuti a Udine

0

Otto vittorie italiane alla quindicesima edizione della Maratonina di Udine. Obiettivo centrato per Ruggero Pertile (Assindustria Sport Padova) che, dopo il settimo posto in maratona agli Europei di Zurigo, oggi è il primo a tagliare il traguardo (1h04:48) al termine di una gara tutta di testa e conclusa in volata davanti al keniano Robert Kirui (1h04:48). Tra le donne, in una mattinata segnata dalla forte umidità, assolo in 1h13:20 di Laila Soufyane (Esercito) che toglie 21 secondi al personal best e stacca di oltre quattro minuti la keniana Jane Wanja (1h17:50). A segno anche le due maratonete Deborah Toniolo (Forestale) e Anna Incerti (Fiamme Azzurre), reduci dall’oro di Coppa Europa a Zurigo e stavolta protagoniste indiscusse della staffetta 10k+10k portata a termine in 1h14:53.

Al maschile, l’Italia monopolizza il podio under 23, individuale e per team, dell’Incontro internazionale giovanile di corsa su strada con Francia e Serbia che si è svolto contestualmente alla Mezza di Udine. Il successo va a Michele Cacaci (Atl. Casone Noceto) 1h08:09 seguito da Italo Quazzola (Atl. Piemonte) 1h10:08 e Abdelmjid Ed Derraz (SS Vittorio Alfieri Asti) 1h10:08. Sesto Mattia Scalas (Pol. Atl. Serramanna) 1h12:41. Tripletta ed exploit a squadre anche nella 10km delle juniores vinta dalla altoatesina Anna Stefani (Forestale) in 36:48 davanti a Christine Santi (Mollificio Modenese Cittadella) 37:05, Linda Benigni (Centro Atl. Piombino) 37:13 e Maria Cristia Roscalla (CUS Pro Patria Milano) al quinto posto (37:26).

Restando agli under 20, affermazione sui 10 chilometri di Omar Guerniche (CS S.Rocchino), già azzurrino sui 10.000 ai Mondiali Juniores di Eugene, che in 31:06 mette in fila i francesi Mehdi Frere (31:14) e Emmanuel Roudolff-Levisse (31:16); quarto Alessandro Giacobazzi (La Fratellanza 1874) 31:23. I transalpini si aggiudicano, però, la classifica a squadre con un punto di vantaggio sull’Italia. La Francia fa, quindi, il bis nella mezza maratona delle under 23 con tre atlete nelle prime tre posizioni: Jacqueline Gandar (1h17:21), Cecilie Jarousseau (1h18:54) e Anais Sabrie (1h19:30). Solo due azzurre al traguardo: la campionessa nazionale di categoria Giulia Mattioli (RCM Casinalbo), quarta in 1h20:11, ed Elisabetta Ottonello (CUS Genova), quinta in 1h22:03 all’esordio sulla distanza. Ritirata per infortunio, intorno al settimo chilometro, Maria Virginia Abate (Free-Zone).

Ufficio stampa Fidal