Home Running Eventi Podio marocchino a Martellago

Podio marocchino a Martellago

0

E’ arrivata a toccare quota trecento partecipanti la settima edizione de “L’Ora di Martellago”, manifestazione in notturna, disputatasi in un circuito cittadino, con zona passaggi Piazza Bertati. Garta vivace, animata per la prima parte dagli atleti di casa che, tuttavia, alla fine ha avuto il podio monopolizzato da un terzetto di marocchini.

Partenza a ritmo “flemmatico” e alla prima tornata (km 1,150: 3’57”) Duca e Bedin conducono con dietro un nutrito gruppetto. Dopo 12’ di corsa (3 giri) ancora a dettare il ritmo i soliti battistrada. Al 6° passaggio (23’20”) la svolta. Il team marocchino prende l’iniziativa. Con deciso allungo, si portano a condurre Zain, Boufars e Kabbouri, seguiti dal trevigiano Duca. Alla mezzora la gara è saldamente in mano africana. A 10 minuti dal termine arriva la prima selezione. Kabbouri si stacca, lasciando via libera ai due connazionali. Ma non è finita. Mancano 5 minuti allo sparo di conclusione allorquando Boufars si produce in un allungo tale da soppiantare il compagno di fuga. Primo posto con 18,793 km, 95 metri in più di Jaouad Zain suo compagno di squadra alla Lbm Sport, terzo Abdelkrim Kabbouri (Atl.Camerino) con 18,453 km. Ai piedi del podio, in quarta piazza, Francesco Duca (Silca Ultralite) primo degli italiani con 18,273 km, distanza leggermente inferiore a quella ottenuta l’edizione passata (km 18,683) quando guadagnò l’argento. Quinto Diego Avon (Biotekna Marcon) con 17,946 km.

Settore femminile. Qui la situazione s’è delineata già da subito con Zanatta, Ricotta e Nanu ben avanti a tutte. Alla mezzora la 41enne italo-rumena Nanu si stacca, lasciando andare le due compagne di fuga. Le quali per un po’ procedono appaiate. Poi – siamo a 45’ di corsa – Zanatta tenta un attacco. Sembra riesca. Rinviene però Ricotta che in efficace spinta sopravanza la trevigiana distanziando d’una decina di secondi e concludendo allo stop con 16,214 km, alle sue spalle Michela Zanatta (Biotekna Marcon) con 16,042 km e terza Ana Nanu (Gs Gabbi) con 15,686 km. I classificati sono stati 274.

Francesco Marguglia – Il Gazzettino