Pubblicità
Home Windsurf Spot Guide Pozo izquierdo 2-13 giugno
Pubblicità

Pozo izquierdo 2-13 giugno

0

Parte del team 4Windsurf ha trascorso qualche giorno a Pozo Izquierdo, ecco il report di Livia Cornelio.

Proprietà transitiva: se il windsurf regala good vibes, e Pozo è il windsurf, allora Pozo regala good vibes.
Il principio “Good vibes” è decisamente il fuoco del windsurf ed anche in questo caso il fuoco era bello ardente.
Pozo, il vento forte, il clima, il colore dell’acqua, l’atmosfera easy di tutti gli abitanti, turisti, lavoratori, giovani, meno giovani, la storia del windsurf, il futuro del windsurf… a Pozo il windsurf non sopravvive, ma vive alla grande.
Ma arriviamo a noi: le condizioni sono state varie per quanto riguarda il vento, con giornate da vele da 4,5 a 3,5, con qualche onda, ma nulla di serio, se non l’ultima giornata.
Per quel che mi riguarda ho cercato di non esagerare fin da subito con la quantità di ore in acqua, in modo da non scaricare le batterie in pochi giorni. (Ri)prese le misure con lo spot, sono riuscita a migliorare nella strambata ed a solidificare alcuni piccoli progressi fatti durante l’anno; manca ancora qualche dettaglio da perfezionare nella strambata, per farla pura, ma la strada giusta è stata presa. Niente di più bello sentire la vela leggera e la manovra che si chiude con fluidità.
Nanni e Guido, posso “solo” dire che sono stati i miei punti di riferimento, Guido sempre in piena planata, mai fermo, e Nanni, ore ed ore in acqua; che ci fossero le condizioni per planare, per partire in planata con la spinta dell’onda, per fare il backloop, loro erano in acqua.
L’ultimo giorno è stato da condizioni in tipico stile Pozo, vento sopra i trenta nodi, onda, tanta gente in acqua, tutti con le vele piccole, una bellissima giornata di divertimento per tutti; per Guido e Nanni sarebbe stato meglio che quella giornata fosse arrivata prima, ma tanto tra poco ripartiamo per la stessa meta; per quanto le condizioni fossero belle, ho preferito per l’ultima giornata rilassarmi e respirare l’atmosfera di Pozo da fuori, mi ero già impegnata tanto, portando a casa qualche passo avanti, ed ero, e sono, contenta così.
I ricordi più belli? La compagnia di Nanni e Guido, l’atmosfera amichevole tra tutti, le birrette alla sera al Pozo Winds; e poi la mia mezz’ora di uscita condivisa con Sarah Quita ed Oda Johannes, stupenda; le urla di molti, quando Pozo regalava raffiche ancora più forti e ci si caricava; gli incentivi, i consigli dei professionisti che con grande familiarità e nello spirito del windsurf hanno distribuito.
Pozo profuma di windsurf e di casa.
I ricordi più brutti? Stiamo parlando di windsurf… non esistono!
Hang loose,
Livia.

Note tecniche:
– Noleggio, LPWS perché volevo tassativamente attrezzatura Severne (hanno inoltre tavole Flyka, Starboard e GA Sail).
– Appartamento preso in affitto da Pozo winds da Jonas e Romina, tra le persone più buone e disponibili che si possano incontrare, la loro attrezzatura è ottima (Goya, Fanatic, Duotone).
Per quel che riguarda il volo, andata e ritorno, le compagnie aeree danno tutti i riferimenti necessari, QR code e tamponi necessari sia all’andata che al ritorno.

 

 

 

Articolo precedenteLa ripartenza passa anche dai bambini in bici
Articolo successivoGiulietta&Romeo Half Marathon la 14^ a Fanyel
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità