PREPARAZIONE + forti con il CROSS CARDIO

0

Ha ragione il personal trainer Massimo Filia nell’affermare che nella vita di ogni runner… non bisogna solo saper correre! Le abilità motorie in altre discipline, la forza muscolare, ma quella “brutta e cattiva” che ci fa sollevare le casse d’acqua al supermercato e ci sbatterà in spiaggia a fine giugno senza dover trattenere il fiato come i Vitelloni nell’omonimo film di Federico Fellini del 1953, non deve mai e poi mai essere trascurata. Massimo Filia ci introduce nell’affascinate mondo del CROSS CARDIO, ecco come funziona un atra le discipline che ci rende più performanti e forti che mai.

Vai Massimo, a te la parola!

a cura di Massimo Filia – Personal trainer – foto archivio personale

CROSS CARDIO – istruzioni d’uso e manutenzione

Si chiama CROSS CARDIO ed è un nuovo metodo di allenamento sviluppato da Jairo Junior, fisioterapista, preparatore atletico e personal trainer, lanciato a RiminiWellness 2015. Presente a oggi solo nelle migliori palestre italiane, è un lavoro ad ALTA INTENSITA’, che unisce al suo interno sollevamento pesi, velocità e ginnastica. Scopriamo di cosa si tratta

È CARDIOVASCOLARE

Il CROSS CARDIO è una nuova disciplina nata per il fitness in cui sono state unite le diverse tendenze del momento legate al cross fit e alla semplice palestra ginnica. Vuole essere così un’esperienza che lega le due realtà, mettendo poi nelle condizioni fisiche chi segue i corsi di scegliere e orientarsi nello specifico.

CARDIO + PESI = CROSS CARDIO

La lezione di CROSS CARDIO è generalmente formata da due parti. Nella prima l’allenamento è focalizzato su ESERCIZI CARDIOVASCOLARI CALISTENICI a ritmo di musica. La seconda è costituita da ESERCIZI DI SOLLEVAMENTO PESI, GINNICI e METABOLICI, con diverse proposte di allenamento anche a seconda dei carichi che uno vuole impiegare, grazie all’utilizzo di

  • Manubri
  • Kettelball
  • Bilancieri

Il CROSS CARDIO è specifico per migliorare la capacità cardiovascolare, richiamando il più possibile il lavoro cardiovascolare per andare poi a quello funzionale del nostro corpo, attraverso esercizi ad alta intensità che uniscono ginnastica, sollevamento pesi e rapidità, provocando delle scosse metaboliche e permettendo di bruciare un’elevata quantità di calorie.

MOBILITÀ + COORDINAZIONE + RESISTENZA CARDIOVASCOLARE + FORZA RESISTENTE

Sono questi gli aspetti principali su cui si basa questa metodica di allenamento, di tipo completo, che vuole unire gli appassionati del training funzionale a quelli della tonificazione. Una perfetta fusione di più metodiche che in breve tempo definiscono il corpo, garantendo maggiore

  • Tonicità
  • Elasticità
  • Resistenza
  • Forza
  • Potenza
  • Mobilità

CROSS CARDIO & RUNNING

Incuriositi dai suggerimenti, abbiamo chiesto a Massimo Filìa di spiegarci com’è possibile integrare alle sedute di CROSS CARDIO le nostre uscite settimanali di running.

Ciao Massimo, benvenuto su 4Running. Ho seguito una tua lezione. Lezione tosta…

Sì, una lezione piuttosto impegnativa, anche perché si è trattato di un mix di lavori di mobilità e forza sia massima sia resistente.

Mi hai comunque convinto, e ho così deciso di seguire i tuoi corsi almeno una volta alla settimana. Credi che si possa integrare con le mie uscite di running?

Assolutamente sì. L’errore più frequente è quello di pensare che per ogni attività sportiva praticata, che sia running piuttosto che nuoto o atletica e così via, la si debba praticare in modo assoluto, trascurando quella che viene definita preparazione atletica. Se vuoi che il tuo motore spinga di più, devi renderlo più forte.

Normalmente corro tre giorni alla settimana, il martedì corsetta leggera, il giovedì una seduta di qualità che può essere ripetute o fartlek, e sabato o domenica un lungo. Come posso inserire una tua lezione nel mio programma di allenamento?

L’ideale è inserirla una volta alla settimana tra la sessione di lungo e quella di qualità, almeno inizialmente.

Sarei quasi invogliato a frequentare la palestra due giorni alla settimana. Martedì e giovedì sarebbero perfetti o esagerati?

Beh, mi sento in dovere di dirti che… no, non sono assolutamente esagerati. Ovviamente, prima bisogna essere condizionati a livello fisico, quindi iniziare a inserire il tutto con i dovuti carichi e volumi.

Tre consigli che ti senti di dare a chi corre e basta… senza pensare mai a stretching, allenamenti funzionali o irrobustimento del core.

Solo uno: iniziate a fare stretching, allenamenti funzionali e irrobustimento del core. Se volete avere una buona prestazione, ricordatevi delle capacità condizionali del corpo: FORZA, RESISTENZA, FLESSIBILITÀ, ELASTICITÀ e VELOCITÀ. Se volete essere atleti forti, e soprattutto sani, dovete essere atleti completi.

Chi è Massimo Filia

Laureando in Scienze e Tecnologie Alimentari, specializzato in allenamento a corpo libero e funzionale. La sua passione per il mondo sportivo nasce in età giovanile con gli sport da combattimento per poi passare al nuoto di mezzofondo, fondo e gran fondo. Oggi Massimo è personale trainer e, futuro laureando in Scienze e tecnologie alimentari, riesce a integrare con calibrata precisione le sedute di allenamento personale, i corsi che tiene in alcune palestre milanesi alle ore di studio e approfondimento sui libri fino a notte fonda.

Contattate Massimo Filia QUI

https://www.facebook.com/massimo.filia

tel. +39-348/9396817

Articolo precedenteSmart working? Smart recovery con Theragun G3pro
Articolo successivoLoris Capirossi in bici con Thok eBikes
Daniele Milano nasce una buona cinquantina di anni fa in Valle d’Aosta. Cresciuto con la montagna dentro, ha sempre vissuto la propria regione da sportivo. Lo sci alpino è stato lo sport giovanile a cui ha affiancato da adolescente l’atletica leggera. Nei primi anni 90 la passione per lo snowboard lo ha letteralmente travolto, sia come praticante che come giornalista. Coordinatore editoriale della rivista Snowboarder magazine e collaboratore per diverse testate sportive di settore ha poi seguito la direzione editoriale della testata Onboard magazine, affiancando sin dal lontano 2003 la gestione dell’Indianprk snowpark di Breuil- Cervinia. Oggi Daniele è maestro di snowboard e di telemark e dal 2015 segue 4running magazine, di cui è l’attuale direttore editoriale e responsabile per il canale web running. Corre da sempre, prima sul campo di atletica leggera vicino casa e poi tra prati e boschi della Valle d’Aosta. Dal 2005 vive un po’ a Milano con la propria famiglia, mentre in inverno si divide tra la piccola metropoli lombarda e Cervinia. “La corsa è il mio benessere interiore per stare meglio con gli altri”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui