Razine e Dossena, altri candidati europei

0

Sara Dossena e Marouan Razine sono i vincitori del 42° Carsolina Cross a Sgonico, in provincia di Trieste. Nel terzo appuntamento del calendario nazionale per la corsa campestre, verso i Campionati Europei dell’11 dicembre a Chia (Cagliari), invece non ha preso il via Federica Del Buono. La vicentina della Forestale era iscritta alla gara, ma ha rinunciato alla vigilia a causa di uno stato febbrile. Al femminile, sulla distanza dei 7 chilometri, successo quindi alla 31enne bergamasca di Clusone che risiede a Gallarate, portacolori dell’Atletica Brescia 1950, tricolore assoluta di cross nel 2015 e reduce dalla stagione del triathlon. Soltanto nel finale è riuscita a prevalere con 25:24 nei confronti di Francesca Bertoni (La Fratellanza 1874 Modena), seconda in 25:32, mentre la promessa emiliana Christine Santi (Esercito) ha guadagnato la terza posizione con 25:36 superando nell’ultima parte la piemontese Sara Brogiato (Aeronautica, 25:42). Alle loro spalle, nel circuito all’aerocampo di Prosecco su un terreno compatto, la reggiana Barbara Bressi (Self Atl. Montanari & Gruzza) quinta in 25:47, poi l’under 23 Giulia Mattioli (Calcestruzzi Corradini Excelsior, 26:01) e la campionessa italiana Silvia La Barbera (Forestale, 26:05), tornata dopo un periodo di stop.

Sara Dossena a guidare il gruppo di testa (foto organizzatori) Sara Dossena a guidare il gruppo di testa (foto organizzatori)

Sfida interessante al maschile sui 9 chilometri, nella manifestazione organizzata dalla Trieste Atletica, con una bella volata conclusiva. Per il 25enne torinese dell’Esercito, che quest’anno si è aggiudicato il titolo nazionale dei 10 chilometri su strada, primo posto in 27:50 sul compagno di club Marco Salami (27:52) e Yassine Rachik (Atl. Cento Torri Pavia, 27:54).

Tra i protagonisti di giornata anche gli under 23, perché Lorenzo Dini (Fiamme Gialle) ha chiuso quarto in 28:03 davanti all’altro gemello livornese Samuele Dini (Fiamme Gialle, 28:07) e al piemontese Italo Quazzola (Atl. Casone Noceto, 28:17), che dopo una fase iniziale di studio ha fatto selezione nel gruppo durante i momenti centrali della gara, prima di essere rilevato al comando da Salami e poi da Razine. Settimo posto assoluto per lo junior Yohanes Chiappinelli (Carabinieri), inserito nella prova assoluta e autore di una prestazione convincente con 28:18 per avere la meglio sull’atleta di casa Patrick Nasti (Fiamme Gialle, 28:20), al rientro agonistico dopo l’infortunio estivo, quindi le promesse Yassin Bouih (Fiamme Gialle, 28:21) e Said Ettaqy (Esercito, 28:22). Si è piazzato undicesimo Abdoullah Bamoussa (Atl. Brugnera Friulintagli, 28:26), che aveva vinto domenica scorsa a Levico Terme, seguito dall’azzurro della corsa in montagna Xavier Chevrier (Atl. Valli Bergamasche Leffe, 28:34) e dal romagnolo Alberto Della Pasqua (Edera Atl. Forlì, 28:41), proveniente dal duathlon.

Tra gli under 20, gara di testa per Sergiy Polikarpenko (Cus Torino) leader in 17:02 al termine dei 6 km sul vicecampione italiano di categoria Ahmed Ouhda (Pool Atl. Alta Valseriana, 17:05) e Dario De Caro (Cus Torino, 17:06), mentre la gara juniores femminile di 4 km ha visto imporsi Francesca Tommasi (Atl. Insieme New Foods Verona, 12:43) davanti a Eleonora Curtabbi (Cus Torino, 12:45) e Nicole Reina (Cus Pro Patria Milano, 12:51), che aveva guidato nella prima parte. Domenica 27 novembre andrà in scena la quarta e ultima prova nazionale della corsa campestre, il Cross Valmusone di Osimo (Ancona).

Ufficio stampa Fidal