Home Windsurf News Red Bull Storm Chase, ritorna il prossimo inverno

Red Bull Storm Chase, ritorna il prossimo inverno

0

Il periodo di attesa della Red Bull Storm Chase è terminato senza perturbazioni che abbiano permesso la chiamata della gara. È stato un inverno troppo mite… quindi gli organizzatori hanno deciso di rimandare il tutto all’inverno 2018.

COMUNICATO STAMPA RBSC

A warm and dry winter left organizers and competitors waiting for the perfect storm.

March 13th: Since early January, Red Bull Storm Chase competitors, organizers and crew have watched pressure maps, ocean temps, predicted wind speeds and swell forecasts – all in hope of the right combo of wind and waves. While several potential storms were tracked during the waiting period, none led to the issuance of the 120-hour alert.

Official meteorologist Dr. Meeno Schrader informs us: “Stratospheric warming events moved the high pressure that is supposed to sit over the North Pole region in winter, powering the storms around it. Instead, it moved further south, disturbing potential storm systems.” End result? No good action.

While disappointed, Sports Director Klaas Voget is sure it’s the right decision. “We’re not looking for just windy days, we’re the looking for a big storm system creating truly radical conditions that match the challenging requirements of the contest. The storm has to tick many boxes – stable forecasts and wind directions, size and duration of the system, temperatures, daylight, infrastructure. There have been several storms this winter and we’ve been tracking them all – but none delivered what needed.” The good news? Red Bull Storm Chase will return next winter!

Key Facts:

 World’s toughest windsurf contest needed a Force 10 storm (100kph winds, 10m waves)
 No storm in the contest period (09.01.17 – 12.03.17) provided suitable conditions

Articolo precedenteFabio Giacomini: i traguardi dello shaper dal 1980
Articolo successivoGranfondo Sanremo La Classicissima
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.