Rotary presenta la Virtual Run End Polio

0

Il Rotary Distretto 2042 presenta ufficialmente la Virtual Run End Polio, corsa benefica a cui si potrà partecipare in solitaria, nonché grande challenge virtuale, che unirà ogni Regione d’Italia, dal 24 ottobre al 6 novembre.

La Poliomielite non è debellata

Se è vero che la lotta alla Polio nel mondo e nella storia è una maratona di cui stiamo correndo l’ultimo fatidico scatto, raggiungere il traguardo è una missione che non può cedere il passo ad alcun virus.

La poliomielite è purtroppo ancora una realtà e ad oggi non si tratta di una malattia entrata a far parte della lista dei virus debellati dal nostro pianeta.

I bambini

La Poliomielite c’è, esiste ancora e continua a mietere vittime sotto i cinque anni di età. Parte all’attacco del sistema nervoso e si trasmette da una persona all’altra, quasi sempre attraverso l’acqua contaminata.

Esiste il vaccino

Non c’è cura, ma esiste un vaccino sicuro ed efficace che il Rotary, con il progetto End Polio Now, sta portando in ogni angolo del Pianeta.

End Polio Now – Il progetto del Rotary

End Polio Now però non è solo donare un vaccino. È creare una rete di presidi medici a tutto campo ovunque nel Mondo, anche tra le zone più disagiate.

Covid-19

Presidi che nel tempo sono stati fondamentali nella lotta contro Zika ed Ebola e che in futuro saranno indispensabili anche per contrastare il Covid-19.

La virtual Challenge

Virtual Run End Polio è la challenge lanciata dal Rotary Distretto 2042, che, accolta e promossa anche da tutti i Distretti Rotary italiani, riunisce tutti i Club delle province di

  • Bergamo
  • Como
  • Monza Brianza
  • Lecco
  • Sondrio
  • Varese e parte Nord della provincia di Milano

Dal 24 ottobre al 6 novembre in solitaria

Dal 24 ottobre (World Polio Day) al 6 novembre, chiunque potrà partecipare alla maratona in solitaria nel rispetto delle norme anti Covid.

Basterà iscriversi sul sito www.rotarianvirtualrun.it.

Una volta effettuata l’iscrizione bisogna solo decidere se camminare o correre, ognuno potrà scegliere la modalità che preferisce.

Ogni chilometro vale per 42.195 chilometri!

Ogni chilometro percorso sarà convertito in un contributo a sostegno del progetto Rotary End Polio Now.

Ogni passo conta perché andrà a sommarsi a quelli di tutti gli altri partecipanti sparsi per l’Italia. L’obiettivo è raggiungere quota 42.195 km in totale, grossomodo la lunghezza dell’Equatore che abbraccia tutta la Terra, la distanza coperta da quasi mille maratone.

Come monitorare

Come monitorare il percorso svolto? È sufficiente scaricare l’app creata appositamente per l’occasione: Rotary Virtual Run è disponibile sia su Google Play sia su Apple Store. Una volta aperta e attivata l’applicazione, si collegherà direttamente al GPS per tenere traccia dei chilometri percorsi. Il tutto sarà registrato e sommato al grande totale nazionale!

La parola al Rotary

Laura Brianza Governatore del Distretto Rotary 2042

“In questo 2020, in cui abbiamo imparato a vivere a distanza, il nostro correre uniti contro la Polio diviene virtuale.

La run è aperta a tutti, rotariani e non, giovani e meno giovani, perché l’importante è partecipare e raggiungere il traguardo tutti insieme.

Abbiamo previsto anche un riconoscimento per i non più giovanissimi tenendo in considerazione il miglior risultato ottenuto in relazione all’età anagrafica e moltiplicato per i chilometri percorsi.

Maglia rossa e hashtag #VRunEndPolio

Chiediamo a tutti i volenterosi partecipanti di indossare una maglia rossa, il colore simbolo della nostra campagna per sconfiggere la Polio nel Mondo, di taggarci e menzionare il challenge con l’hashtag #VRunEndPolio”.

Se vuoi saperne di più…VAI QUI!

 

Articolo precedenteGran Canaria in bici pedalando nella Biosfera
Articolo successivoHelly Hansen presenta Lifa Infinity Pro™: impermeabile, traspirante, sostenibile
Daniele Milano nasce una buona cinquantina di anni fa in Valle d’Aosta. Cresciuto con la montagna dentro, ha sempre vissuto la propria regione da sportivo. Lo sci alpino è stato lo sport giovanile a cui ha affiancato da adolescente l’atletica leggera. Nei primi anni 90 la passione per lo snowboard lo ha letteralmente travolto, sia come praticante che come giornalista. Coordinatore editoriale della rivista Snowboarder magazine e collaboratore per diverse testate sportive di settore ha poi seguito la direzione editoriale della testata Onboard magazine, affiancando sin dal lontano 2003 la gestione dell’Indianprk snowpark di Breuil- Cervinia. Oggi Daniele è maestro di snowboard e di telemark e dal 2015 segue 4running magazine, di cui è l’attuale direttore editoriale e responsabile per il canale web running. Corre da sempre, prima sul campo di atletica leggera vicino casa e poi tra prati e boschi della Valle d’Aosta. Dal 2005 vive un po’ a Milano con la propria famiglia, mentre in inverno si divide tra la piccola metropoli lombarda e Cervinia. “La corsa è il mio benessere interiore per stare meglio con gli altri”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui