Pubblicità
Home Outdoor News Scalare a Ceüse, una delle falesie più belle del mondo!
Pubblicità

Scalare a Ceüse, una delle falesie più belle del mondo!

0
ceuse
ph Marco Zanone

Quando si guida verso Ceüse, appena dal paese di Tallard si prende la strada in salita verso Sigoyer si apre l’orizzonte e si palesa questa gigantesca fascia di calcare grigio-blu che lascia letteralmente a bocca aperta e che ruba l’attenzione a qualsiasi cosa si stia facendo. Per cui – cosa molto probabile – se state guidando incrociate le dita di non incontrare nessuna macchina nel verso opposto…

Scalare a Ceüse

Ceüse è un posto incredibile, uno dei posti più belli al mondo per scalare, ma anche per camminare, andare a cavallo, uscire in Mountain Bike.

ph Marco Zanone

Si tratta di una lingua di calcare monolitico che sembra essere pensata da madre natura proprio per essere scalata. Nonostante sia lunga 4 km si scala solo su un pezzetto, quello tutto a sinistra, e già così ci vorrebbero anni per esaurire tutte le vie di questa falesia.

ph Marco Zanone

Molti scalatori si fanno spaventare dal lungo avvicinamento per raggiungere la parete (intorno ad un ora di camminata) e dalla spittatura non proprio “materna” ma fidatevi, non sanno cosa si perdono.

Premesso ciò, siamo pronti a svelarvi tutti i consigli per godervi questo fantastico posto.

Periodo dell’anno

A Ceüse, considerando che è situata tra i 1.600 e 2.000 metri d altezza, si scala da Aprile a Ottobre, con l’eventualità che se una stagione è molto calda si può ampliare un po’ questo lasso temporale. Anche nelle giornate più calde portatevi piumino e cappello perché nel tardo pomeriggio si alza l’aria e chi fa sicura si copre più che volentieri.

Come arrivare

Per arrivare alla falesia di Ceüse si seguono le indicazioni per il paesino di Sigoyer e poi si prosegue per Les Guerins. Da qui per arrivare alla falesia ci sono svariati sentieri, da i più impennati a i più morbidi. Considerate che ci vogliono da i 40 minuti a i 60 a seconda di quanto si sia allenati o carichi. Il sentiero non è molto ripido, ma se avete i bastoncini, usateli! Per far passare il tempo della salita vi consigliamo di munirvi di cuffiette e musica!

Dormire – Bere – Mangiare

Se si ama la vita da campeggio proprio alla base della falesia è situato il Camping Les Guerins, altrimenti , oppure alla Gite d’etape la Grange aux loup

Sia al parcheggio che al campeggio ci sono delle fontane, da cui si può riempire la borraccia d’acqua prima di affrontare la salita. Considerate che se si vuole prendere il pane fresco bisogna tornare al paesino di Sigoyer, dove c’è solo un piccolo alimentari e per fare una spesa più consistente bisogna scendere fino a Tallard, dove c’è un grande supermercato, ma anche svariati bar e la farmacia più vicina. Per cui se avete in programma di restare qualche giorno su, portatevi molte provviste… le lunghe camminate e la scalata affamano non poco.

Ha inoltre appena aperto un bar associativo, aperto nel week-end e nei giorni di pioggia.

Scalata

Ceüse è una falesia ricca di storia: alcune delle prime vie sono state aperte da Patrick Edlinger negli anni ’80, più tardi, se si pensa ad uno scalatore che ha valorizzato questo posto non si può che citare Arnaud Petit.

Inoltre, proprio in questa falesia è stato aperto il primo 9a+ della storia, Biographie, liberato da Chris Sharma.

Per i comuni mortali, e per i più mattinieri c’è il settore La cascade, all’ombra la mattina, mentre per tutti gli altri si scala all’ombra il pomeriggio. Per cui la mattina ci si rilassa, si affronta il sentiero intorno all’ora di pranzo e poi si scala fino a tardi in tutti gli altri settori.

Il tipo di scalata è tecnico, di resistenza, prevalentemente su buchi, tacche e qualche goccia. Il grado d’ingresso è il 6a, ma diciamo che ci si diverte di più se si ha un po’ d’esperienza.

Ricordatevi che potete lasciare corda e rinvii in falesia, così a partire dal secondo giorno salirete più leggeri.

ph Marco Zanone

 

ph Marco Zanone

Altre attività

A Ceüse oltre a scalare c’è la possibilità di divertirsi con altre attività outdoor: hiking, mountain bike, trail running. Per cui, cosa state aspettando? Pianificate le vostre vacanze estive nel cuore dell haute-alpes!

Articolo precedenteTest: Lapierre ProRace SAT CF 8.9
Articolo successivoMelvin Seliberg , 10 anni, tricks da paura
Eva è nata e cresciuta a Roma, dove ha studiato giurisprudenza per capire che è una persona migliore quando non indossa un tailleur. Ha lasciato la grande città per lasciare che il vento le scompigliasse i capelli sulle montagne delle Alpi e presto ha scoperto che la sua passione per l’outdoor e scrivere di questa, poteva diventare un lavoro. Caporedattrice di 4outdoor, collabora con diverse realtà del settore outdoor. Quando ha finito di lavorare, apre la porta della baita in cui vive per sciare, correre, scalare o per andare a fare altre gratificanti attività come tirare il bastone al suo cane, andare a funghi o entrambe le cose insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità