SCARPA® per gli urban outdoorer

0

Sempre di più chi pratica attività outdoor nel week-end in realtà proviene dal contesto cittadino, dove le esigenze di materiali e calzature sono diverse e più improntate al comfort e al look. Quest’autunno-inverno SCARPA propone una rivisitazione in chiave “urban” di una leggendaria scarpetta d’arrampicata, mantenendo lo stile distintivo ma modificando le caratteristiche in base le esigenze delle città.

SCARPA ® ZERO 8 GTX

Sapore vintage per il modello Zero8 GTX che trae ispirazione dalla leggendaria scarpetta da arrampicata “Rock Star”, vero best seller degli anni Settanta. Rivisitazione eccellente di una calzatura performante e tecnica dedicata al climbing, SCARPA® Zero8 GTX è la calzatura invernale ideale per gli sportivi metropolitani che desiderano indossare in ogni momento l’autentico heritage del mondo dell’arrampicata e di SCARPA®. Realizzata in morbida pelle pieno fiore, la tomaia garantisce il massimo comfort climatico grazie alla membrana impermeabile e traspirante Gore-Tex, mentre la suola Vibram garantisce il meglio dell’aderenza e delle prestazioni anche per le superfici cittadine.

 

CARATTERISTICHE

TOMAIA Realizzata in pelle pieno fiore idrorepellente con protezione in gomma.

ALLACCIATURAExtended Lacing estesa fino in punta di derivazione climbing.

FODERA GORE-TEX per l’impermeabilità e collarino in pelle per massimo comfort.

SUOLA Symbious Max con intersuola in EVA bi-densità e battistrada in gomma Vibram®

TAGLIA: 36 – 48 (con mezze taglie)

PREZZO CONSIGLIATO AL PUBBLICO: 179

Visita il sito ufficiale scarpa.net

Articolo precedentePWA Bureau Vallée Dream Cup, Iachino in testa
Articolo successivoGoodyear entra in grande stile nel mondo MTB
Eva è nata e cresciuta a Roma, dove ha studiato giurisprudenza per capire che è una persona migliore quando non indossa un tailleur. Ha lasciato la grande città per lasciare che il vento le scompigliasse i capelli sulle montagne delle Alpi e presto ha scoperto che la sua passione per l’outdoor e scrivere di questa, poteva diventare un lavoro. Caporedattrice di 4outdoor, collabora con diverse realtà del settore outdoor. Quando ha finito di lavorare, apre la porta della baita in cui vive per sciare, correre, scalare o per andare a fare altre gratificanti attività come tirare il bastone al suo cane, andare a funghi o entrambe le cose insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui