Pubblicità
Home Running Test SCARPA Ribelle Run, il nostro test iniziale

SCARPA Ribelle Run, il nostro test iniziale

0

Abbiamo testato in anteprima, in una versione tutta al femminile, la nuova calzatura da trail SCARPA RIBELLE RUN, il nuovo modello da trail running di  , disponibile nei migliori negozi dalla primavera/estate 2021.

Test di Giulia Vaudetti

LA PAROLA ALL’AZIENDA

Il modello di SCARPA da trail running dal look aggressivo e accattivante che deriva dal prodotto di grande successo della famiglia di calzature da montagna. Leggera e performante per il trail e skyrunning di breve/media distanza su qualsiasi grado di difficoltà e tipologia di terreno.

Scarpa Ribelle Run con la nuova suola PRESA è perfetta su ogni tipo di terreno
Scarpa Ribelle Run con la nuova suola PRESA è perfetta su ogni tipo di terreno

Questa scarpa combina una forma studiata per avvolgere il piede, una tomaia ultraleggera e traspirante che accoppia un materiale Ripstop Translucent a un mesh + TPU film, con rinforzi termosaldati collegati al sistema di allacciatura, e una suola ad alta aderenza, trazione e stabilità sui terreni molto sconnessi. Ribelle Run è un punto di riferimento per chi cerca la precisione assoluta nelle proprie uscite di corsa outdoor, specialmente qualora i terreni più tecnici impongano una spiccata capacità di adattamento.

DESIGN

Look aggressivo e accattivante. Elemento distintivo del design è l’integrazione completa fra suola e tomaia attraverso un fascione in EVA tensionata che avvolge completamente la calzatura, collegandola in tutte le sue componenti.

FINITURE

Già al primo sguardo si intuisce che si tratta di un modello leggero e resistente, adatto a tutti i tipi di terreno. Come detto, una banda gommata, caratteristica delle ultime creazioni SCARPA, avvolge la parte anteriore della calzatura nei punti di unione con la tomaia, proteggendo così dall’usura e isolando maggiormente il piede.

CHIUSURA

Sistema di chiusura rapida molto comoda. Sono in dotazione anche le classiche stringhe per chi dovesse preferire l’allacciatura tradizionale.

IMPATTO INIZIALE

Il feeling con questa scarpa è stato immediato. La prima sensazione riscontrata di comodità si mantiene poi costante anche nelle varie uscite successive. La suola non si deforma con l’uso (esperienza naturalmente calibrata su un peso leggero), e il ritorno di spinta dà sempre soddisfa- zione a ogni passo in salita.

COMFORT

Avvolge il piede senza creare fastidiose pressioni che, a volte, si risolvono solo dopo parecchie uscite, grazie alla calzata “slip-on” che consente un fit comodo nella parte alta del piede.

TRASPIRABILITÀ

La retina traspirante della parte anteriore permette al piede di non sudare e fa circolare bene l’aria, caratteristica dovuta al mix di materiali con cui è costruita la tomaia. Al contempo, grazie alla sua ottima struttura, non consente il passaggio dell’acqua.

GRIP

Totalmente inaspettato. Provata su terreno misto neve e ghiaccio, non credevo di potermi af- fidare così totalmente a ogni passo. Forse il punto migliore di questo modello. Nessuna incertezza, mai una perdita di aderenza, grazie alla costruzione del battistrada Exclusive Super Gum compound di SCARPA con tasselli di 4 mm. Che sia neve, ghiaccio o fango, il grip è sempre ottimo!

STABILITÀ

La prima impressione, nonostante il sistema quicklace sia perfetto, il tallone perde un po’ di stabilità. Si ritrova, infatti, a non poter essere stretto ulteriormente a causa della calzetta della scarpa. Ottima invece, come già sottolineato, la stabilità nella parte anteriore del piede.

PROTEZIONE

La scarpa è un monoblocco stabile, privo di volumi vuoti, preciso e protettivo a fronte di un peso contenuto e un elevatissimo comfort. Il puntale presenta un rinforzo in TPU che assicura resistenza e protezione dagli urti.

CAPACITÀ DI AMMORTIZZARE

Scarpa veramente energica e reattiva. Ottima restituzione di spinta nella parte anteriore. Forse, per la sua linea, si tende a non appoggiare troppo il tallone, rima- nendo così sulla prima metà del piede.

DEFORMABILITÀ

Non eccessiva, ma leggo questo fatto come un punto forte su terreni accidentati grazie al grip. Non devo preoccuparmi di dove metterò il piede, la scarpa sfrutterà qualunque appoggio senza rischiare storte.

CONSIGLIATA PER… TUTTI!!!

Da tenere a mente che si tratta di una scarpa improntata sul trail running con percorsi sconnessi e tanta salita.
Non è certo nata per dare il meglio di sé in piano. Ideale nelle uscite di corta/media distanza, per chi è alla ricerca di un modello protettivo e performante al tempo stesso.

Articolo precedenteI 5 errori dei nuovi biker: come evitarli
Articolo successivoSaucony Canyon TR, la nuova On/off di Saucony
Daniele Milano nasce una buona cinquantina di anni fa in Valle d’Aosta. Cresciuto con la montagna dentro, ha sempre vissuto la propria regione da sportivo. Lo sci alpino è stato lo sport giovanile a cui ha affiancato da adolescente l’atletica leggera. Nei primi anni 90 la passione per lo snowboard lo ha letteralmente travolto, sia come praticante che come giornalista. Coordinatore editoriale della rivista Snowboarder magazine e collaboratore per diverse testate sportive di settore ha poi seguito la direzione editoriale della testata Onboard magazine, affiancando sin dal lontano 2003 la gestione dell’Indianprk snowpark di Breuil- Cervinia. Oggi Daniele è maestro di snowboard e di telemark e dal 2015 segue 4running magazine, di cui è l’attuale direttore editoriale e responsabile per il canale web running. Corre da sempre, prima sul campo di atletica leggera vicino casa e poi tra prati e boschi della Valle d’Aosta. Dal 2005 vive un po’ a Milano con la propria famiglia, mentre in inverno si divide tra la piccola metropoli lombarda e Cervinia. “La corsa è il mio benessere interiore per stare meglio con gli altri”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità