Scarpette morbide? a voi le Furia Air di SCARPA

0

Per chi quando arrampica ricerca sensibilità e leggerezza, SCARPA quest’autunno propone le nuove Furia Air.

SCARPA® Furia Air, la massima espressione di sensibilità e leggerezza. Il design all’avanguardia e una combinazione di materiali innovativi consentono al piede la totale libertà di movimento e un gesto arrampicatorio istintivo. La tomaia ultra-leggera è costruita in Microfibra perforata. Un inserto di Alcantara sotto la zona dell’alluce amplifica prestazioni tecniche e sensoriali permettendo un migliore adattamento all’impronta individuale.
Il sistema di tensionamento differenziato fra interno ed esterno del piede, DTS (Differentiated Tension System) si adatta perfettamente alle dinamiche del piede in movimento e concentra la potenza sull’alluce. Un’intersuola minimalistica aiuta nelle spinte frontali senza togliere sensibilità.
L’innovativo sistema di fasciatura tallone, PAF (Power Absorbing Fit) permette una calzata sicura e altamente adattabile sul tallone.

 

CARATTERISTICHE
TOMAIA Tomaia in microfibra perforata con inserto in Alcantara sotto l’alluce. Il sistema di chiusura WAVE SYSTEM distribuisce ottimamente la pressione sulla tomaia e garantisce un’efficace regolazione del volume. Il soffietto elastico consente una facile calzata.
INTERSUOLA La striscia mediale in Flexan da 1 mm supporta il muscolo flessore dell’alluce.
TENSIONAMENTO Il sistema di tensionamento DTS funziona in combinazione con il nuovo sistema SRT minimalizzato e il sistema PAF nel tallone, ottenendo una tensione dinamica altamente elasticizzata. Questi sistemi di tensionamento aiutano anche a mantenere la forma originale della scarpa per un lungo periodo.
SUOLA Suola di lunghezza 1/4 in Vibram XS Grip 2 dello spessore di 3mm con tallone sagomato XS GRIP 2 di 2mm.

Articolo precedenteCasio PRO TREK Smart F21…fa tutto da solo!
Articolo successivoRude e Courdurier vincono in California
Eva è nata e cresciuta a Roma, dove ha studiato giurisprudenza per capire che è una persona migliore quando non indossa un tailleur. Ha lasciato la grande città per lasciare che il vento le scompigliasse i capelli sulle montagne delle Alpi e presto ha scoperto che la sua passione per l’outdoor e scrivere di questa, poteva diventare un lavoro. Caporedattrice di 4outdoor, collabora con diverse realtà del settore outdoor. Quando ha finito di lavorare, apre la porta della baita in cui vive per sciare, correre, scalare o per andare a fare altre gratificanti attività come tirare il bastone al suo cane, andare a funghi o entrambe le cose insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui