Serenity ’19, il video dei freestyler di Malcesine

0

Con il finire dell’estate come ogni anno si conclude il Progetto Serenity, un’iniziativa con l’intento originario di aumentare il numero di praticanti local di Malcesine (Lago di Garda) e dare poi a loro l’opportunità di continuare con il windsurf grazie ad una serie di agevolazioni. Il Progetto nella sua versione estiva termina con la gara freestyle di fine corso di cui pubblichiamo il video editato da uno dei ragazzi partecipanti, Tommaso Rosà. Nel video si vedono gran parte dei ragazzi che hanno partecipato al Progetto Serenity con le loro manovre. Questa è stata la decima edizione e l’ottavo contest freestyle. Molti di questi ragazzi hanno iniziato a fare windsurf e progredire grazie al progetto, il tutto è iniziato nel 2010 in memoria di Luca e Matteo, due giovani ragazzi che amavano il windsurf. Le manovre che i ragazzi eseguono in questo video si commentano da sole… purtroppo il vincitore delle due ultime edizioni, David Nalin non è presente nel video.

 

Video Facebook della premiazione Progetto Serenity 2019 gara Freestyle, Speck Stube Malcesine.
Grazie di cuore a tutti quelli che ci hanno dato una mano, a Sandra e Marco, e ai ragazzi che ormai hanno raggiunto un livello pazzesco!!!

La classifica della gara Freestyle Progetto Serenity 2019 (Double Elimination):

1. David Nalin
2. Seba Vannini
3. Pietro Albano
4. Omar
5. Miko Benamati
6. Caden Ale
7. Thomas
7. Arnold Pere
9. Tommy Carletto
9. Nico
9. Pota
9. Scipio

Grazie a POINT-7 per i premi.

CLICCA QUI per le foto e articolo della gara.

Fabio Calò: “In finale si sono viste manovre come Kabi, Shove it Spock, Future, Kono, Culo, Bonka, Cheese Roll, Spock Culo e bellissimi Forwardoni in planata. Questo è il freestyle che ci piace guardare, questo è quello che amiamo fare! Questi ragazzi sono diventati davvero fortissimi nel freestyle! Mi è stato proposto di seguire questo progetto nell’estate del 2010 e per il corso freestyle avevamo deciso di proporre agli interessati un paio di uscite a settimana a “chiamata” (ovvero nelle mattinate buone di Peler), in cui si sarebbe fatto un vero e proprio corso che consisteva nell’incontrarsi al mattino alle 6:30 a Navene al Nany Aqua Center, per poi entrarre tutti insieme in acqua fino alle 9, sempre seguiti sul gommone d’appoggio con anche una persona a fare foto e una per i video, quando non ero io stesso a farli. Poi tornavamo in spiaggia e guardavamo i video della giornata per capire dove migliorare. Da quell’estate abbiamo sempre continuato a fare così e i risultati penso siano arrivati! Abbiamo un bel po’ di nuovi ragazzi e ragazze, e tutti molto giovani, di Malcesine, e non solo, che ora sono dei super appassionati surfisti… e direi anche molto bravi! Per il 2020 abbiamo intenzione di cambiare qualche cosa a questo format di successo… stay tuned!”

 

Articolo precedenteA Marinedda Bay si accende il semaforo giallo!
Articolo successivoScarpe traspiranti, esistono davvero?
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui