Home Running Eventi Sfida di valore all’Apple Run

Sfida di valore all’Apple Run

0

Dieci km di corsa, con un occhio al cronometro e l’altro al panorama.Domani nella bella cornice di Cavour (ore9:45) torna il classico appuntamento podistico di novembre,la  Apple Run,m giunta all’ottava edizione. Una manifestazione che aprirà la rassegna Tuttomele, in programma dall’8 al 16 novembre, e dopo qualche anno torna ad essere valida come prova del Trofeo CorriPiemonte, giunto al 19° anno di vita.

Una corsa molto rapida, con un circuito cittadino piatto,per un totale di 10,1 km: tre i giri totali, con una variazione all’arrivo rispetto al passato: il traguardo è posto nel medesimo punto della partenza,in modo da avere un lungo rettilineo che favorisce la spettacolarità in caso di volata finale. Nell’ambito della gara agonistica,è abbinata anche una corsa non competitiva e, per la prima volta, prove di fitwalking e nordic walking. Per il fitwalking (sarà presente il fondatore della disciplina, nonché presidente della Fidal Piemonte, Maurizio Damilano) gli organizzatori hanno creato un percorso di un giro unico sulla distanza di 5 km: via alle ore 10:00 sempre da piazza Sforzini. L’Apple Run, anche per quest’anno è abbinata alla Mezza Maratona di Torino, organizzata dal Cus Torino lo scorso 28 settembre che consente ai primi 15 uomini e alle prime 10 donne classificate di vincere il proprio peso in mele.

Nella gara maschile il favorito è il cussino Stefano Guidotti Icardi. Secondo nella scorsa edizione, sui 10 km vanta un primato personale di 34’55”, centrato qualche mese fa a Vicenza. I principali avversari saranno coloro che hanno dominato fino ad ora il Trofeo CorriPiemonte Strada 2014, cioè la coppia della Podistica Tranese formata da Abdelhadi Laaouina e Youssef Sbaai, Ma attenzione anche a Edward Young della Podistica Valchiusella, a Massimiliano Di Gioia (Atl.Palzola), Adrea Aragno (Fossano 75) e a Luca Cerva Perolin (Lib.Forno Sergio Benetti).

In pole position per il successo fra le donne parte Catherine Bertone dell’Atl.Calvesi, reduce dall’ottima prestazione fornita nella maratonina di Pavia, chiusa in 1h15’48”, nuovo primato personale. Tra le top runner ecco Giorgia Morano del Cus Torino e Pala Ventrella del Dragonero, rispettivamente impostesi a Cavour nel 2012 e 2007. Per la Ventrella la gara di domani ha un significato particolare perché rappresenta il ritorno alle gare dopo tre anni di assenza a causa di infortuni e operazioni. Tra le outsider da non sottovalutare Romina Cavallera del Roata Chiusani, anche lei al rientro alle competizioni dopo un mese e mezzo di stop e in fase di preparazione per la maratona di Reggio Emilia del 14 dicembre, e Federica Arnone della Tranese, una delle maggiori frequentatrici delle gare regionali.

Enrico Zambruno – La Stampa