Sicilia e Marche, sfida in due tappe

0

Avventure notturne tra antiche masserie e sentieri scoscesi, per gli amanti della corsa in natura che si sono dati appuntamento a Caltavuturo per il settimo appuntamento stagionale del Circuito Ecotrail Sicilia, il “Trail della Luna”. Una classica per gli amanti della disciplina, giunta alla nona edizione, che ha regalato non poche emozioni ai circa 200 tra runner e camminatori, giunti nel weekend nel paese madonita. Un evento disputatosi in due tranche, una a dir poco suggestiva corsa sabato tra i silenzi e le ombre della notte, attraverso le antiche masserie “della chiusa” e “di Giambretti”, passando per la zona archeologica di Terravecchia, fino a raggiungere i 1.050 metri dell’Antico Eremo posto in cima alla Rocca di Sciara.

Il fascino del passaggio con le luci artificiali nella prima tappa di Caltavuturo (foto organizzatori)

A vincere il trail agonistico, Filippo Porto della ASD Termini Bike, che ha vinto la seconda tappa, quella diurna di 16 km dopo essere arrivato primo ex aequo con Rosario Cirrito nella prima tappa, quella notturna di 14 km. E proprio Rosario Cirrito, Calatavuturese doc della Universitas Palermo, ha conquistato il secondo posto nella classifica generale a 2’16”, davanti a Salvatore Pillitteri della Marathon Altofonte, maglia verde di leader del Circuito, a 8’34”.

Tra le donne a vincere la combinata delle due tappe, Daniela Pillitteri della Marathon Altofonte, davanti alla svedese Susanne Olvback della ASD Work Out Studio staccata di 2’18” e Giorgia Pecoraro della ASD Panormus a 22’53”.

Appuntamento in due giorni anche nelle Marche, la 14esima edizione della “Tra Olivi e Vigneti” sulle colline Metauresi che ormai è una classica delle prove estive a tappe. Prima posizione assoluta per Federico Cariddi (Grottini Team) con 3’41” su Andrea Barcelli (ColleMar-Athon Club) e 4’43” su Mattia Santarelli (Asd Cinghiali Randagi). In campo femminile primato per Valeria Baldassarri (Atl.Banca di Pesaro Centro Storico) davanti a Paola Zaghi (Gs Zeloforamagno) a 2’07” e a Luana Leardini (Gs Gabbi) a 4’21”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui