Pubblicità

STAGIONE AGONISTICA FISURF 2016

0

 Ciao Roberto Mandoloni, la stagione race è alle porte, parlaci del nuovo regolamento e della stagione agonistica Fisurf 2016!

logo-fisurf

 Grazie Sheila dell’opportunità. Prima di iniziare vorrei ringraziare tutti gli atleti che hanno dato in questi mesi un prezioso contributo all’aggiornamento del precedente regolamento. Io lavoro all’interno del Consiglio Direttivo Nazionale Fisurf grazie al voto espresso dai rappresentanti degli atleti dei club, per cui la loro opinione per me è  qualcosa da cui non si può prescindere.

Riguardo al regolamento, non abbiamo stravolto nulla, a dire il vero, ma il nostro sport si sta evolvendo e abbiamo sentito l’esigenza di correggere alcuni errori, di seguire il trend internazionale al fine di unificare i regolamenti e non ostacolare gli atleti, e di andare incontro alle esigenze degli sportivi senza sacrificare gli amatori, il cui numero è assolutamente fondamentale per la riuscita dei nostri eventi e come bacino per gli atleti del futuro.

 In concreto cosa è cambiato?

Il format è rimasto identico, ranking legata alla Coppa Italia, con la stagione già quasi in overbooking per i mesi estivi (anche se ancora non posso svelare le date dal momento che il bando assegnazione tappa è in corso). Abbiamo rivisto il format della tappa a 5 stelle, non più una combinata ma una gara secca, tuttavia con l’obbligo di organizzare il sabato una tappa del campionato italiano sprint. Gli Assoluti di Campionato italiano saranno sempre in due giorni di gare e vittoria in base alla combinata. Abbiamo aggiornato i punteggi delle tappe e rivisto quelli degli assoluti, erano presenti degli errori. Con l’obiettivo di semplificare abbiamo ridotto le categorie e unificato alcune premiazioni nelle categorie di età e nelle gare non a 5 stelle. Abbiamo introdotto su segnalazione di molti atleti una categoria di età over 40 anche in classe 14’. Classe 14’ tra l’altro che sta diventando sempre più importante, in molte competizioni internazionali come Eurotour è l’unica categoria di competizione, non è escluso che nei prossimi anni anche Fisurf seguirà questo trend.. decideremo insieme a dirigenti, club e atleti della Federazione. Abbiamo anche semplificato il regolamento tecnico per la stazzatura delle tavole, riducendo il rischio di inutili contestazioni.

 Un uccellino mi ha parlato di un campionato a squadre, vero?

 Sì è vero, una delle grandi novità è proprio l’introduzione di un campionato a squadre per club! L’idea è stata di Martino Rogai, (campione italiano 14’ in carica, ndr), per incentivare i club a portare più atleti. Ho trovato la proposta di Martino veramente eccellente, perché tra l’altro incentiva a dare il massimo e a sentirsi parte di un vero team anche atleti non di primissima fascia, che magari fanno fatica a raggiungere il podio e che in questo modo potranno dare il proprio preziosissimo contributo alla causa del proprio club. Vediamo, è sicuramente un’idea interessante, speriamo che i nostri club prendano la palla al balzo per rilanciare tutto il nostro settore agonistico.

Hai parlato dell’importanza degli amatori: per loro cosa cambia?

Il format è identico: Coppa Italia solo per mettersi in evidenza, 4 partecipazioni (anziché 5) per accedere ad un campionato italiano amatori che si svolgerà in gara secca durante gli assoluti. Cambia qualcosa nel regolamento delle tavole: di regola abbiamo ridotto le categorie, eliminando la classe gonfiabili. Le tavole gonfiabili seguiranno la categoria delle tavole rigide a seconda della loro lunghezza. In realtà essendo un campionato amatoriale abbiamo lasciato discrezionalità ai club organizzatori degli eventi, che potranno inserire persino una categoria 12’6 amatoriale qualora lo ritengano opportuno ed importante per la riuscita del proprio evento. Qualora dovessimo uniformarci alle altre federazioni e campionati internazionale e concorrere in maniera ufficiale solo in classe 14’, la classe 12’6 potrebbe divenire totalmente classe open.. vedremo. Per quanto riguarda le tavole da utilizzare agli assoluti Fisurf non ha preclusioni o preferenze: si terrà come nella passata stagione un bando tra tutti i brand operanti nel settore, chi vorrà maggiormente pubblicizzare i propri prodotti tra gli amatori potrà diventare partner della federazione sponsorizzando questo evento e mettendo a disposizione le proprie tavole.

 Roberto, facci qualche anticipazione del campionato Fisurf che verrà.

 Come ti dicevo c’è un bando in corso e per rispetto dei club non posso svelare i dettagli fino a chiusura del bando, metà marzo. Una cosa importante però la posso svelare: stiamo collaborando con Eurotour e una, forse due tappe di Coppa Italia 5 stelle saranno anche tappa Eurotour. Voglio ringraziare a tal riguardo il Windsurf center Marotta, sempre all’avanguardia nell’organizzazione di tappe internazionali e partner fedele ed affidabile di Fisurf. Quest’anno il 23/24 luglio si svolgerà la terza edizione di Adriatic Crown, che sarà appunto Eurotour e anche tappa 5 stelle di Coppa Italia. La novità è che tessereremo alla federazione tutti i partecipanti all’evento, in maniera tale da avere una Coppa Italia aperta anche agli stranieri garantendo un livello stellare per questa competizione. Stiamo lavorando per armonizzare il format della Coppa Italia con quello della Combinata Eurotour per incentivare tutti a rendersi protagonisti dell’evento. Stiamo lavorando affinchè anche Noli oltre a Eurotour sia tappa di Coppa Italia 5 stelle.. manca solo la burocrazia.. e lavoreremo con l’obiettivo di uniformare la gara di Noli a quella di Marotta, dobbiamo facilitare la vita dei nostri atleti che ogni settimana sono chiamati a competere in giro per l’Italia e per l’Europa.

Una menzione particolare va fatta invece per la tappa di Coppa italia dell’8 maggio, a Bocca di Magra. Tappa assolutamente già confermata, organizzata dall’amico Roberto Domenichini quest’anno tra l’altro designato giudice sportivo Fisurf. L’evento sarà Coppa Italia 4 stelle ma soprattutto memorial Edoardo Domenichini, il figliolo di Roberto tristemente e prematuramente scomparso un anno fa. Faccio un appello a tutti gli atleti, appassionati ed amatori affinchè siano presenti all’evento per stringerci tutti insieme alla famiglia di Roberto.

Assoluti: dove si svolgeranno quest’anno?

No comment. Attendiamo chiusura del bando e progetti dei nostri club, valuteremo le candidature in seno al Consiglio Direttivo e ufficializzremo la location nel mese di marzo.. l’evento si svolgerà a metà settembre.

Nel 2016 si sono affacciate delle nuove realtà concorrenziali a Fisurf che proporranno eventi alternativi a quelli della Fisurf: che opinione hai a riguardo?

 Guarda, indubbiamente il fatto che nascano e si sviluppino altre realtà disposte a promuovere il sup e a realizzare eventi può essere in linea di massima una prova di vitalità di questo sport. Tuttavia rimango perplesso dal fatto che con questa disgregazione si disperdano le energie. Fisurf è partner per l’Italia di Isa, Isa è l’istituzione massima nel surf/sup a livello internazionale. Grazie agli sforzi di Isa il surf approderà alle olimpiadi e presto lo stesso accadrà per il Sup. Al di là delle solite polemiche in cui non voglio scendere, Fisurf proprio in quanto partner Isa è l’unica Federazione che possa mandare degli atleti ad una competizione mondiale, e di conseguenza alle Olimpiadi quando questo si avvererà. Nella mia personalissima opinione, al di là delle simpatie o antipatie che ci portiamo dietro tutti dovremmo lavorare affinchè il nostro sport cresca all’interno della Federazione, senza cercare dei personalismi disgregativi che possono forse portare ad un arricchimento personale, ma non certo dello sport che tutti noi pratichiamo e amiamo.

Ci vediamo allora durante la prima gara!

Intervista di Sheila Palermo