Pubblicità
Home Windsurf Prodotti Starboard AtomIQ 2014
Pubblicità

Starboard AtomIQ 2014

0

L’AtomIQ rappresenta per Starboard la prossima generazione di tavole Freemove super sottili. Essendo una tavola Freemove, è stata disegnata per essere divertente e veloce sul dritto, ma anche manovrabile con un ampio range di utilizzo.

20130328-Atom_JC_SBWS_2013_DY4_d3_5192

Lo shape sottile e largo dell’AtomIQ permette alla tavola di planare come una di 15 litri in più, rimanendo manovrabile come una da 15 litri in meno! La velocità top è garantita grazie all’utilizzo della stessa linea di rocker utilizzata per l’iSonic 110.
I bordi sottili con il profilo basso combinati all’outline compatto e largo danno a questa tavola un carattere sportivo e confortevole con strambate aggressive e facili e planate immediate.

resize-7826

L’AtomIQ si posiziona all’interno del range Starboard tra i Kode Freestyle Wave e i Carve, chiudendo definitivamente il gap tra il freestyle-wave e il freeride. È come avere tre tavole in una grazie all’innovativo progetto introdotto qualche anno fa dallo shaper Tiesda You.
Per il 2014 l’AtomIQ è proposto solamente nella costruzione Carbon ed è disponibile in tre misure: 11, 110 e 120.

CLICCA QUI per leggere il test della tavola pubblicato su PlancheMag (Francia).

 

 

 

 

Provato per voi da 4Windsurf
Abbiamo avuto modo di testare l’AtomIQ 110 con una brezza sui 10-13 nodi e la 7.5 NCX di Severne. Super compatta, maneggevole, parte in planata in un attimo, ha un ottimo appoggio in strambata e permette anche di fare delle curve abbastanza strette. La velocità di punta è buona e soprattutto la tavola sente poco il chop permettendo una navigazione comoda! L’AtomIQ dovrebbe essere un Freeride/Freemove e ci trovo pienamente d’accordo con questa classificazione. Sicuramente la tavola ideale per chi non ha aspirazioni velocistiche o da freestyle puro e vuole un mezzo che gli permetta di divertirsi con l’acqua piatta o chop. La tavola salta ad ogni impulso, anche su piccoli chop! Se decidiamo però di premere sull’acceleratore non sfigura rispetto ai modelli più dedicati alla velocità come il Carve o il Futura… anzi! 
Riteniamo il 110 il modello migliore per poter divertirsi con brezze marine per un surfista sui 70-85 kg. Il 100 è un po’ piccolino per l’utilizzo nel range di vento descritto e il 120 litri decisamente meno manovrabile e divertente.
Una tavola che consigliamo fortemente a tutti coloro che vogliono navigare comodi senza troppi compromessi e che non disdegnano di fare qualche saltino e di provare qualche manovra “old school”, ma non preoccupatevi… sul bordo i vostri amici li potrete comunque superare in velocità se chiudete per bene la vela!
4Windsurf approved 100%!

2014 Atom iQ - Product Gu copia

Articolo precedenteHoverboard, niente più bufale
Articolo successivoThe Butterfly Effect Lago di Garda edizione 2014
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.