Stone Locals, online il video sull’anima dell’arrampicata sportiva

0

Avevamo preannunciato l’uscita di questo fantastico documentario sull’arrampicata sportiva prodotto da Patagonia, e adesso siamo qui per ricordarvi di guardarlo.

Stone Locals racconta le storie di cinque pilastri dell’arrampicata, facendo luce su tematiche diverse come la condivisione con la comunità, l’accettazione di se stessi, l’arte, la famiglia. In un momento storico dove l’arrampicata si sta diffondendo sempre più come sport, questo documentario vuole spiegare alle future generazioni qual’è l’anima di questa disciplina, che in fondo è molto più che sport.

Riscoprire l’anima dell’arrampicata su roccia

L’arrampicata è sempre stata più di un semplice sport. Ha creato uno stile di vita e ha offerto una famiglia a persone che condividono la stessa passione. Ma recentemente lo sport ha fatto breccia anche nella gente comune. Nelle principali città di tutto il mondo spunta un numero sempre maggiore di palestre all’avanguardia, le falesie sono più affollate che mai e un film sull’arrampicata ha addirittura vinto un Oscar. Mentre come sport l’arrampicata su roccia è alle prese con la sua crescente popolarità, le persone che ne costituiscono il nucleo e la comunità sono investite di una responsabilità senza precedenti.

Stone Locals

Sono quelle persone che guidano, supportano e ispirano gli altri. Questo film racconta le storie di cinque di queste persone, gli Stone Locals, che mantengono viva l’anima dell’arrampicata e la nutrono mentre lo sport si evolve.

 

Articolo precedentePirelli P Zero Race TLR il tubeless race longevo
Articolo successivoEWS Zermatt un esordio freddo e bagnato
Eva è nata e cresciuta a Roma, dove ha studiato giurisprudenza per capire che è una persona migliore quando non indossa un tailleur. Ha lasciato la grande città per lasciare che il vento le scompigliasse i capelli sulle montagne delle Alpi e presto ha scoperto che la sua passione per l’outdoor e scrivere di questa, poteva diventare un lavoro. Caporedattrice di 4outdoor, collabora con diverse realtà del settore outdoor. Quando ha finito di lavorare, apre la porta della baita in cui vive per sciare, correre, scalare o per andare a fare altre gratificanti attività come tirare il bastone al suo cane, andare a funghi o entrambe le cose insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui