Pubblicità
Home Windsurf Prodotti Successo per Circolo Surf Torbole al memorial Ballanti-Saiani
Pubblicità

Successo per Circolo Surf Torbole al memorial Ballanti-Saiani

0

Circolo Surf Torbole: gran successo di squadra al Memorial Ballanti-Saiani di Porto Corsini, Ravenna

Podi in tutte le classi e categorie per gli atleti allenati da Dario Pasta

La famiglia Renna, con Nicolò, Jacopo e Sofia, pigliatutto nell’esordio di Coppa Italia iQFoil. Tra i giovani Leonardo Tomasini vince nella classe Open Foil Under 19 FIV

Tra i Techno Wind Foil 130 secondo posto di Michele Rosà e terzo di Rocco Sotomayor

Alla Coppa Italia Techno 293 ben 5 podi in categorie d’età diverse e per i Formula Open Foil altri tre podi con Renna, Modena e Gavioli

Dai bambini di 8 anni del Techno alla nuova classe Olimpica iQfoil, passando per tutte le categorie Techno 293 e gli Open Foil: la trasferta romagnola del Circolo Surf Torbole in occasione del Memorial Ballanti-Saiani, evento organizzato in 5 giorni di grande windsurf dall’Adriatico WInd Club Ravenna, ha portato tante soddisfazioni e medaglie per gli atleti del Circolo Surf Torbole, andati in “massa” a Porto Corsini. Le regate, valide come tappe di Coppa Italia per le diverse classi che si sono succedute nei 5 giorni di gare, sono state caratterizzate da condizioni varie: dal vento forte dei primi giorni alla termica sui7-8 nodi e molta corrente e onda lunga, che ha dato l’occasione a molti di provare condizioni praticamente inesistenti sul Garda Trentino.
I primi due giorni si è svolta la prima regata nazionale assoluta della nuova olimpica iQFoil, classe per la quale l’interesse della Federazione Italiana Vela è massimo: i fratelli Nicolò e Jacopo Renna hanno piazzato una bella doppietta, insieme ai compagni di squadra che hanno per la prima volta regatato al mare: Daniel Slijk, Jacopo Gavioli, Manolo Modena hanno concluso rispettivamente settimo, tredicesimo e quattordicesimo, mentre Sofia Renna si è imposta tra le donne riuscendo a ben regatare anche nel primo giorno con 25 nodi di garbino. In questa prima fase del Memorial Ballanti-Saiani si sono corse sia regate su quadrilatero bolina-poppa, che slalom. Insieme agli iQFoil sono stati affiancati gli Open Foil Under 19 FIV, tavole libere per agevolare la partecipazione dei più giovani. Anche in questa categoria il Circolo Surf Torbole è andato a podio con la bella vittoria di Leonardo Tomasini, che è riuscito ad avere la meglio sul forte cagliaritano Federico Pilloni. Tra gli under 19 che hanno regatato con il monotipo pensato per i giovani Techno Wind Foil 130 secondo e terzo posto di Michele Rosà e Rocco Sotomayor, quest’ultimo addirittura under 15.

Da venerdì a domenica è stata la volta della Coppa Italia Techno 293 e Formula Windsurfing Open Foil: anche in questa seconda fase della manifestazione dedicata a Lorenza Ballanti e Dalia Saiani, regatanti che più volte sono state sul Garda Trentino – il Circolo Surf Torbole ha davvero brillato, dimostrando uno spirito di squadra eccezionale che si è notato tra i più piccoli e i più grandi del team. A tal proposito l’allenatore Dario Pasta ha commentato:”Sono veramante orgoglioso della squadra: siamo stati competitivi in tutte le discipline, nelle varie categorie (dai kids ai senior) e nei 5 giorni di regata. La forza del gruppo è stata fondamentale, senza l’aiuto dei più esperti e la collaborazione dei piccoli e nuovi, non avremmo ottenuto questi risultati. Gli atleti del CST, soprattutto i più piccolini, hanno dovuto affrontare condizioni nuove per loro: poco vento, onde e corrente. Siamo andati a Ravenna con 2 pulmini ed un’auto, grazie all’aiuto a terra di un genitore e di un aiuto/istruttore: una trasferta che ha dato l’occasione a molte new entry di partecipare alla prima esperienza nazionale e in acqua salata e che per alcuni si è trasformata nel primo podio! In categorie in cui le partenze anticipate ci hanno penalizzato, da altre ci hanno favorito: riconosciamo i nostri errori e la superiorità attuale di alcuni avversari, aldilà delle classifiche. Ma mi ha fatto particolare piacere vedere come Nicolò Renna e i più grandi siano sempre stati a disposizione per aiutare i nuovi più piccolini; Sofia Renna nella giornata di riposo tra una manifestazione e l’altra era in gommone a tifare i giovanissimi sul Techno: questo è lo spirito migliore per far crescere una squadra!”
E veniamo ai numeri- e per alcuni addirittura inaspettati podi della Coppa Italia Techno 293: bellissima doppietta tra i CH4 (10 anni) con secondo e terzo Andrea Totaro e Nicola Furioli, finiti ad 1 solo punto uno dall’altro. Vittoria di Mathias Bortolotti tra gli under 13, seguito da un ottimo sesto assoluto di Paolo Fumagalli. Anche tra gli experience (categoria riservata a chi si affaccia per le prime volte alle regate) secondo gradino del podio per Roul Furioli. Proseguendo con gli under 15 ancora podio per Rocco Sotomayor, secondo; buon 14° di Valentino Blewett. Tra le femmine U15 la veronese Anna Polettini ha chiuso ottava, dimostrando sofferenza in condizioni di vento leggero, corrente e onda. Nel week end alla Coppa Italia Techno è stata affiancata la Coppa Italia Formula WIndsurfing Fin & Open Foil, quest’ultima ancora vivacizzata da molti atleti del Circolo Surf Torbole. Nicolò Renna ha bissato il successo vincendo tutte e quattro prove su percorso a quadrilatero, davanti ai due azzurri benedetti e Di Tomassi. terzo prosto Under 20 di Manolo Modena e terzo Under 17 di Jacopo Gavioli. Argento di Sofia Renna, questa volta alle spalle della ligure Marta Monge.

Nel week end del 15-16 maggio tornano le regate al Circolo Surf Torbole con il Trofeo Neirotti, valido come prima tappa “Italian Slalom Fin&Foil Tour, organizzato in collaborazione con l’AICW.

Adriatico Wind Club, 5-6 giugno 2021
Adriatico Wind Club, 5-6 giugno 2021
Articolo precedenteCasper Steinfath attraversa lo stretto Kattegat in foil
Articolo successivoPirelli SmarTube, la camera d’aria leggera in TPU
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità