SurfDoseAlert e SurfDose APP, l’evoluzione

0

Ciao Luigi. Le App legate a SurfDose (http://www.surfdose.com) sono note a moltissimi surfisti. E’ un fenomeno solo italiano?

Ciao. E’ vero, ormai le nostre App contano migliaia di utenti, principalmente in Italia ma non solo: infatti, per venire incontro ad un’utenza sempre più internazionale, sono disponibili anche in Inglese, Francese, Ceco, Spagnolo e Tedesco (oltre naturalmente all’Italiano).
In particolare, la App per segnare le uscite (SurfDose App) consente di aggiungere spot in tutto il mondo e quindi non c’è alcun limite geografico.

Per chi non le usa già… a cosa servono queste App?
SurfDoseAlert è una sveglia per Windsurfers e Kiters (ma viene usata anche da chi pratica vela) utile soprattutto per gli spot dove il vento arriva al mattino presto come per esempio il Lago di Como ed il Lago di Garda.
In genere ci si svegliava, si controllavano i dati della stazione meteo e si partiva o si tornava a letto (magari con qualche brontolio degli altri abitanti della casa) a secondo del vento rilevato.
SurfDoseAlert automatizza tutto questo: basta impostare un intervallo orario durante il quale si vuole essere svegliati, impostare la velocità MINIMA istantanea e media del vento e avviare la sveglia.
Se le condizioni saranno soddisfatte, la mattina dopo, verremo svegliati da una musica creata apposta che parte piano dandoci la possibilità di stoppare l’allarme prima che altri in casa si sveglino. In effetti basta girare il telefono a faccia in giù per zittire la sveglia.
Altrimenti, se non c’è vento, la sveglia non suona proprio evitando inutili alzatacce!
Non ti nascondo che, a detta dei nostri utilizzatori, abbiamo salvato parecchi matrimoni 🙂
SurfDose (App), invece, si usa dopo: una volta usciti, con pochi click, è possibile segnare la propria uscita per condividere i dati principali con gli altri surfers sia tramite la App stessa (pagina “News”) che tramite un calendario del vento che rendiamo disponibile a scuole e associazioni.

Ci raccontavi che SurfDose App nasce per il Windsurf. E chi pratica altri sport acquatici?
All’inizio ci siamo focalizzati sul Windsurf ma da tempo abbiamo utenti Kite che ci hanno dato ottimi suggerimenti per il miglioramento di SurfDose. L’anno scorso abbiamo aggiunto il SUP, lo sport acquatico più fortemente in crescita di sempre. Diciamo che la nostra filosofia è “se c’è una tavola e dell’acqua fa per noi!”.
Proprio con un occhio di attenzione al SUP, recentemente abbiamo aggiunto la possibilità di registrare le tracce GPS direttamente dall’App (pagina “Map & Track”).
La stessa funzione può essere utilizzata dai Windsurfer per inviare le tracce a GPS Lario Speed (http://www.gps-lariospeed.it/) per il contest di velocità basato su GPS.
Occhio però a non bagnare il telefono!

C’è un aspetto “social”?
SurfDose.com nasce con un grosso focus al “social” inteso come condivisione delle uscite con gli altri surfers: non ci bastava più vedere sui vari siti frasi come: “ottima uscita” o “vento carino al mattino”…
Volevamo qualcosa che fosse un pò più oggettivo e utilizzabile da tutti per regolarsi sulle condizioni di un determinato periodo in un certo spot. E’ per questo che come informazioni minime vanno inserite le misure della vela, della tavola, il peso del surfista ed un voto. Naturalmente il voto è soggettivo, però facendo la media di anche solo due o tre uscite segnate nello stesso spot abbiamo notato che tutto torna.
Allo stesso tempo, abbiamo cercato di non penalizzare la “privacy” degli utenti: è sì possibile collegare delle foto alle proprie uscite ma saranno visibili agli altri solo se marcate “pubbliche”. Così anche il nickname del surfer, viene citato solamente se c’è un “commento pubblico”.
Anche la pubblicazione dell’uscita sul proprio profilo facebook (possibile dal sito) viene fatta solo se si vuole.
Infine abbiamo aggiunto una sorta di “Like” che noi chiamiamo “Shaka” (pulsantino in basso a destra dell’uscita). Ogni surfista può dare il suo “Shaka” all’uscita di un “collega”: diventa anche un modo per ringraziare chi ha segnato le condizioni dell’uscita!

Che cosa posso vedere tramite le uscite segnate in SurfDose?
Intanto è possibile raccogliere informazioni circa le proprie uscite: numero di giorni surfati all’anno, numero di uscite (nello stesso giorno posso avere più uscite nel caso di lunghe pause fuori dall’acqua o cambio attrezzatura), volte in cui si è utilizzata una certa misura di vela e tavola (e se la propria o affittata/prestata), spot più surfati e relativo gradimento (notare il numero di stelle a fianco del nome dello spot).
Tutto queste informazioni sono utili nel pianificare i prossimi acquisti sportivi o le prossime vacanze.
Dalla pagina “News” si possono poi vedere le ultime uscite segnate da tutto il mondo. Si può vedere volume della tavola e superficie, spot e condizioni generali.
Un pulsantino in basso a sinistra nel riquadro delll’uscita consente di vedere i valori medi se più surfisti sono usciti nello stesso spot.
Sul sito web (https://www.surfdose.com/stat-gen.php) è possibile inoltre vedere ancora più informazioni come le marche più utilizzate e le attrezzature specifiche.
Prendendo, per esempio, il Lago di Como, si può vedere che in questo “cluster” (chiamiamo così un gruppo di spot omogenei per collocazione geografica) nel 2015 si è potuto surfare più di 150 giorni: quasi uno su due. Decisamente sorprendente!
Il “surf clock” ci dice inoltre, sempre rimanendo sul Lago di Como che l’ora più surfata è al mattino presto ed in particolare alle 8. Nel mondo però, si surfa di più alle 15!

Abbiamo notato che all’apertura dell’App esce la scritta “Surfelicità”. Cos’è?
Diciamo che tanti contano le uscite che fanno ma… in realtà puoi fare tante uscite molto brevi che valgono meno di poche uscite lunghe o godute… la Surfelicità è un tentativo di quantificare quanto sei stato bene durante l’anno in acqua. Senza svelare troppi segreti possiamo dire che ha a che fare con il tempo passato in acqua ed i voti che hai dato. Detto questo, non vale la pena imbrogliare perché non ci sono premi in palio… è solo una metrica personale, anche se tanti surfisti lariani si sfidano anche su questo 🙂

A proposito di premi/gadget, avete qualcosa in vista per il 2017?
Certo: a Luglio regaleremo a tre tra i nuovi iscritti del 2017 (tra chi si registrerà entro il 30 Giugno) la fantastica T-Shirt SurfDose. Quindi, lettori di 4Windsurf, iscrivetevi numerosi ma, soprattutto, cercate di surfare ogni volta che potete!

Link

http://www.surfdose.com

SurfDose APP

https://itunes.apple.com/app/surfdose/id973279652?mt=8

https://play.google.com/store/apps/details?id=com.surfdose.surfdose

SurfDoseAlert (Sveglia)

https://itunes.apple.com/app/surfdosealert/id782423572?mt=8

https://play.google.com/store/apps/details?id=com.surfdose.surfdosealert

Articolo precedenteGaerne G.Stylo+ Summer
Articolo successivoNatural BOOM: il primo Mental Drink naturale, per corpo e mente
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui