Home Windsurf News Sviluppo e ricerca del Fanatic Falcon 2018 al Lago di Garda
Pubblicità

Sviluppo e ricerca del Fanatic Falcon 2018 al Lago di Garda

0

Lo scorso weekend mi sono ritrovato con il team Fanatic al Pier Windsurf per testare le nuove tavole del 2018 con Craig Gertenbach, Daniel Aeberli e Marco Lang.


Per me è stata un’esperienza nuova e sono contento di averne preso parte perché è testando diversi tipi di tavole che si capisce come la tavola lavora in diverse condizioni e le modifiche che poi saranno apportate.
Ci siamo focalizzati principalmente sul Fanatic Falcon 136 che è la tavola da vento leggero e quella maggiormente utilizzata durante le regate.
L’abbiamo testata prima con la 9,0 quando il vento era leggero e poi con l’ 8,4 quando l’intensità del vento è iniziata ad aumentare.


Nei giorni di test ho provato la tavola dello scorso anno, quella attuale e un paio di prototipi del 2018, avendole provate tutte ho capito la differenza fra di esse ma ancora più importante secondo me è capire da che cosa deriva la differenza fra una tavola e l’altra e in quale parte della tavola va o meno fatta la modifica.
Credo che il segreto stia nel trovare un giusto compromesso, se abbiamo una tavola molto libera sicuramente andrà molto bene con il vento leggero perché avendo maggior lift ci consente di passare meglio i buchi di vento ed anche la ripartenza sarà immediata ma sicuramente si farà un po’ più di fatica quando il vento aumenterà d’intensità perchè avremo meno controllo.
Viceversa se la tavola ha uno shape diverso, magari con una poppa un po’ più stretta faremo più fatica in termini sempre di velocità con il vento leggero ma appena il vento aumenterà d’intensità la tavola sarà subito molto veloce e avremo un buon controllo.
I test che abbiamo fatto sono ruotati attorno a questo punto, trovare una mezza via fra una tavola che voli letteralmente sull’acqua in condizioni di vento leggero ma che abbia comunque un buon controllo se il vento dovesse aumentare.


Il primo giorno di test ho provato principalmente con Marco e Daniel, facevamo due bordi e poi di nuovo in spiaggia ad apportare eventuali modifiche o a scambiarci la tavola per capire se le sensazioni che si provano testando la stessa tavola siano le medesime.
Il secondo giorno di test anche Craig ha testato le tavole ed anche la nuova vela.
Una cosa molto importante è che quando si prova del materiale le sensazioni che proviamo le teniamo per noi fino a quando l’altro rider non ha provato la tavola, altrimenti si rischia di influenzare l’altro tester con la nostra idea che può essere giusta ma a volte anche sbagliata.


Dopo essere stati in acqua a testare davvero tutto il weekend abbiamo capito in quale direzione lavorare e vi assicuro che i nuovi Fanatic Falcon saranno davvero dei veri e propri missili.
Per me è stato un piacere essere coinvolto in questo progetto e sono contentissimo di far parte di questo team che permette ai giovani di crescere dandogli il giusto spazio, per questo vorrei ringraziare tutto il Team Fanatic e North Sails.


Per concludere va detto che il Pier Windsurfing è stata la località adatta per testare visto che è il posto più ventoso del Lago di Garda sia al mattino che al pomeriggio, un grazie anche ai ragazzi del Pier Windsurfing per la loro ospitalità, da Fabio Calo’ ad Andrea Comandella per le foto.

TESTO Max Loncrini ITA5084
FOTO Andrea Comandella

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità