SZIOLS presenta X-KROSS , il primo sistema occhiale per lo sport

0

Unico nel suo genere, questo occhiale sportivo di fabbricazione tedesca sa coniugare l’eleganza del design con l’eccellenza dei materiali per fornire un prodotto dalle straordinarie qualità di protezione, stabilità e bellezza. Indossa un paio di X-Kross, entra nel mondo Sziols…

camp_ita_duathlon_quinzano1

Nella foto Marta Bernardi, triathleta

Ultraleggero, estremamente resistente, antiscivolo, inalterabile, antipressione, privo di oscillazioni, antiabbagliante, antivento, completamente customizzabile ed in grado di fornire una protezione totale dai raggi UVA/UVB: se sono queste le caratteristiche che avete sempre desiderato dal vostro occhiale sportivo, potete finalmente smettere di cercarlo!

X-KROSS DI SZIOLS – Direttamente dalla Germania sono arrivati anche in Italia gli sports glasses X-Kross di Sziols: “Tutto iniziò nel 1999 – spiega Beate Gabelt, fondatrice del brand –: dopo che avevo iniziato a correre intensamente mi accorsi che tutti gli occhiali si appannavano costantemente, non calzavano bene, appoggiavano troppo da una parte, non erano adatti a chi praticava più tipi di sport. Come portatrice di occhiali da vista si aggiungevano, poi, altri problemi per l’aspetto visivo e comunque non sembravo l’unica ad avere queste problematiche. Incredibilmente notavo che l’industria dell’abbigliamento sportivo aveva investito tanto sull’abbigliamento traspirante, ma si era dimenticata della zona degli occhi dove si suda altrettanto”.

 

AIR CLIMA MANAGEMENT – Adatti per il ciclismo, il running, gli sport acquatici ed invernali, ma anche per il golf o il tiro con l’arco, tutti gli occhiali sportivi X-Kross di Sziols sono dotati di un particolare ed innovativo sistema Air Clima Management, ACM, in grado di fornire una perfetta regolazione della ventilazione ed una visione perfetta: ogni tipologia di lente, infatti, dispone di una perfetta regolazione della ventilazione tarata su una tipologia specifica di attività sportiva.

La vista antiappannante – spiega Davide Beccaro, distributore in Italia del marchio – è la proprietà più evidente degli occhiali Sziols. Durante lo sport si suda velocemente anche nella zona occhi. Ispirati dall’abbigliamento in tessuto tecnico e in collaborazione con tecnici aerodinamici, è nata la tecnologia unica ACM che permette alle lenti di non appannarsi mai”.

 

CLIP x OCCHIALI DA VISTA – Gli X-Kross dispongono, inoltre, di un innovativo clip ottico per i portatori di occhiali da vista: dotato di un aggancio anteriore, che lo rende più comodo da posizionare, il clip può essere regolato in base al proprio problema di vista, senza impedire il corretto utilizzo dell’occhiale che non perderà nessuna delle sue caratteristiche di traspirazione, protezione, leggerezza, stabilità ed estetica. INOLTRE Il frontload all’interno del bordo permette una distanza sufficiente dalle ciglia e lenti fino A +/- 15dpt (inclinazione 19°).

 X-KROSS PIMP-UP – Infine, gli sports glasses di Sziols sono completamente personalizzabili: oltre all’ampia scelta di frame ed alla possibilità di sostituire le mascherine in base alla tipologia di sport o al grado di insolazione, gli X-Kross dispongono di tutta una serie di accessori come naselli, finali delle stanghette e frangisudore in numerosi colori differenti che possono essere sostituiti per cambiare il look del proprio occhiale o per sostituire dei pezzi danneggiati.

Ivana Iozzia Ivana Iozzia, azzurra e tre volte campionessa italiana di maratona

Tra gli atleti italiani che hanno già scelto gli X-Krossdi Sziols, gli ultramaratoneti Hermann Achmueller Marco Bonfiglio, recente vincitore della Atene – Sparta – Atene di 490k, la campionessa italiana di maratona Claudia Gelsomino, l’azzurra e tre volte campionessa italiana di maratona Ivana Iozzia, la triathleta professionista e della nazionale italiana Alice Betto, il ciclista paralimpico Michele Pittacolo, il ginnasta oro olimpico Igor Cassina.

Articolo precedenteLo snowpark di Les 2 Alpes 2016: il progetto
Articolo successivoThrasher King Of The Road 2015 – Webisode 5
Daniele Milano nasce una buona cinquantina di anni fa in Valle d’Aosta. Cresciuto con la montagna dentro, ha sempre vissuto la propria regione da sportivo. Lo sci alpino è stato lo sport giovanile a cui ha affiancato da adolescente l’atletica leggera. Nei primi anni 90 la passione per lo snowboard lo ha letteralmente travolto, sia come praticante che come giornalista. Coordinatore editoriale della rivista Snowboarder magazine e collaboratore per diverse testate sportive di settore ha poi seguito la direzione editoriale della testata Onboard magazine, affiancando sin dal lontano 2003 la gestione dell’Indianprk snowpark di Breuil- Cervinia. Oggi Daniele è maestro di snowboard e di telemark e dal 2015 segue 4running magazine, di cui è l’attuale direttore editoriale e responsabile per il canale web running. Corre da sempre, prima sul campo di atletica leggera vicino casa e poi tra prati e boschi della Valle d’Aosta. Dal 2005 vive un po’ a Milano con la propria famiglia, mentre in inverno si divide tra la piccola metropoli lombarda e Cervinia. “La corsa è il mio benessere interiore per stare meglio con gli altri”