Home Sup News The Ultimate Waterman 2015

The Ultimate Waterman 2015

0

the ultimate waterman

E’ la gara che sancisce le  regole tra i candidati. Si accede solo su invito e le credenziali devono essere molto alte. I riders invitati sono i migliori esistenti sul pianeta, le discipline in cui si devono esibire sono 6. Mark Visser, Daniel Kereopa, Kai Lenny, Manoa Drollet, Danny Ching, Connor Baxter, Kala Alexander e Georges Cronsteadt si sono sfidati nel big wave riding, waka ama, longboard, shortboard, stand up paddle wave, stand up paddle race.

the ultimate waterman disciplines_2

Otto giorni di gara tra esibizioni e eventi. Un tour che ha visto partire la disciplina WAKA AMA sabato 14 marzo e subito dopo le esibizioni SHORTBOARD lunedi 16, LONGBOARD martedi 17, BIG WAVE mercoledi 18, SUP SURFING giovedi 19, SUP RACE sabato 21.

Event-Schedule-07-03-15

Cercheremo di riassumere quello che è accaduto in 8 giorni di gara. Venerdi 13 marzo c’è la cerimonia inaugurale della manifestazione e sabato 14 si aprino le danze. Prima disciplina è la WAKA AMA (Canoa), 17 km  da Arkles Bay, sulla penisola di Whangaparaoa  fino a Takapuna Beach. Danny Ching finito diciotto secondi d’avanti a Tahiti Georges Cronsteadt. Ching e Cronsteadt hanno guadagnato il doppio dei punti per questo round in quanto la prova era considerata ‘double whammy’.  Di seguito l’ordine di arrivo.

danny_ching_MG_0346-1200x720

  1. Danny Ching (USA), 01:23:23
  2. Georges Cronsteadt (TAH), 01:23:41
  3. Connor Baxter (HAW), 01:32:48
  4. Kai Lenny (HAW), 01:34:50
  5. Daniel Kereopa (NZL), 01:37:20
  6. Mark Visser (AUS), 01:38:34
  7. Manoa Drollet (TAH), 01:41:54
  8. Kala Alexander (HAW), DNS

Vedi sotto per punti totali dopo una delle sei discipline.

  1. Danny Ching (USA), 2000 *
  2. Georges Cronsteadt (TAH), 1.440
  3. Connor Baxter (HAW), 730
  4. Kai Lenny (HAW), 670
  5. Daniel Kereopa (NZL), 583
  6. Mark Visser (AUS), 555
  7. Manoa Drollet (TAH), 528
  8. Kala Alexander (HAW), 0

* Indica divisione ‘double whammy’

tuw_manoa_drollet_29F0845-1200x720

Arriva il momento di affilare le pinne e stare bassi nei tubi, lo shortboard è la disciplina che entra in campo ora. Otama aveva le migliori condizioni di onda e in questo spot i riders si sono sfidati. Drollet ha iniziato lentamente a scaldarsi. Il  tahitiano riesce a intubarsi prendendo un bel 9. Un’altra bella onda gli permette di prendere 8.5 e passa il turno in tutta tranquillità. Ma la line up non è molto facile da gestire, infatti si Visser che Kereopa si ritrovano in wipe out sul beach breack, per fortuna nulla di grave per entrambi se non solo un labbro ammaccato. Visser si posiziona al secondo posto, seguito da Kai Lenny in terza, Daniel Kereopa scende in quarta posizione seguito da Kala Alexander in quinta, Connor Baxter in sesta, Danny Ching in settima e Georges Cronsteadt in ottava. Di seguito la classifica.

  1. Danny Ching (USA), 2528 * 1
  2. Manoa Drollet (TAH), 2.528 *
  3. Mark Visser (AUS), 2.275 *
  4. Georges Cronsteadt (TAH), 2.170 *
  5. Kai Lenny (HAW), 1.400
  6. Connor Baxter (HAW), 1.285
  7. Daniel Kereopa (NZL), 1.253
  8. Kala Alexander (HAW), 1.033

* Indica divisione ‘double whammy’

DK-18-March-1200x720

L’arrivo del ciclone Pam ha fatto slittare di alcuni giorni le competizioni, ma gli eventi collaterali hanno riempito la manifestazione. Appena la situazione si è stabilizzata i riders si sono trovati una condizione davvero esagerata. Daniel Kereopa ruba il primo posto a Kai Lenny (HAW), che era in testa prima della fine della heat finale. Kereopa è baciato dalla fortuna e riesce a prendere le onde migliori tra cui una finale che gli fa fare un bel 9.33. Kai Lenny purtroppo si è trovato in una condizione davvero poco confortevole e quindi passa in seconda posizione. In terza posizione si afferma Kala Alexander che si impone su Connor Baxter facendolo scalare al quarto posto. Di seguito la classifica

  1. Kai Lenny (HAW) *, 3120
  2. Danny Ching (USA) *, 3083
  3. Manoa Drollet (TAH) *, 3083
  4. Mark Visser (AUS) *, 2803
  5. Georges Cronsteadt (TAH) *, 2723
  6. Kala Alexander (HAW) *, 2518
  7. Daniel Kereopa (NZL), 2253
  8. Connor Baxter (HAW) 1955

* Indica divisione ‘double whammy’

tuw_daniel_kereopa_MG_1886-1200x720

Un’altra frizzante performance per Daniel Kereopa che lo ha visto aggiudicarsi la disciplina longboard. La vittoria, in ‘double whammy’ di Kereopa, gli ha assegnato 2.000 punti vitali e lo ha catapultato in testa con una disciplina rimanente. Un viaggio di prima mattina di ritorno da South Island ha portato gli otto atleti a Raglan, dove sono stati accolti con onde da 1m (onde misurate alla hawaiiana) condizioni adatte al longboard. Kereopa riprende la sua battaglia testa a testa con hawaiano Kai Lenny. Una sfida degna di essere vista a detta dei rumors. La heat finale di 45 minuti è stato un tripudio di stile e manovre long. Lenny ha condotto gran parte della finale con due 9,  ma Kereopa sembra stare sempre più sul pezzo. Mark Visser si posiziona la terzo posto, Connor Baxter finisce in ottava dopo questa prestazione.

  1. Daniel Kereopa (NZL) *, 4253
  2. Kai Lenny (HAW) *, 3.980
  3. Manoa Drollet (TAH) *, 3666
  4. Danny Ching (USA) *, 3611
  5. Mark Visser (AUS) *, 3533
  6. Georges Cronsteadt (TAH) *, 3251
  7. Kala Alexander (HAW) *, 3.101
  8. Connor Baxter (HAW), 2.625

* Indica divisione ‘double whammy’

sup_endurance_race_TRAFF-5104-1200x720 (2)

L’ultima gara vede Connor Baxter arrivare primo e aggiudarsi il ‘double whammy’. Ben 15 km per raggiungere il traguardo. A conti fatti a Kai Lenny basterebbe un secondo posto per arrivare in vetta alla classifica finale, ma putroppo per lui non riesce a raggiungere neache la medaglia di bronzo. Al secondo posto troviamo Danny Ching con solo 8 secondi da Connor, in terza Georges Cronsteadt e il nostro caro Kai in quarta. Una gara che volge al termine e che ha messo i riders in seria difficoltà. Kai Lenny ha detto: il secondo classificato è il primo a perdere nella gara, si impara molto quando si perde così, dopo questa esperienza mi prenderò  meglio sulle abilità in cui credevo di essere preparato. Ma il titolo di waterman va ha al padrone di casa il neo zelandese Daniel Kereopa.

Ora non ci resta che farvi vedere i video, nel mentre se volete vedere le foto cliccate qui.

  1. Connor Baxter (HAW), 1:31:10
  2. Danny Ching (USA), 1:31:18
  3. Georges Cronsteadt (TAH), 1:37:30
  4. Kai Lenny (HAW), 1:40:00
  5. Daniel Kereopa (NZL), 1:46:06
  6. Manoa Drollet (TAH), 1:54:24
  7. Mark Visser (AUS), 2:01:36
  8. Kala Alexander (HAW), 2:05:37

Vedi sotto per punti totali dopo una delle sei discipline.

  1. Daniel Kereopa (NZL), 4836
  2. Kai Lenny (HAW), 4650
  3. Connor Baxter (HAW), 4625
  4. Danny Ching (USA), 4499
  5. Manoa Drollet (TAH), 4249
  6. Mark Visser (AUS), 4061
  7. Georges Cronsteadt (TAH), 3981
  8. Kala Alexander (HAW), 3576

* Indica divisione ‘double whammy’

sup_endurance_race_TRAFF-5104-1200x720 (1)