Pubblicità
Home Outdoor News Tre Cime, tripla free solo e base jump
Pubblicità

Tre Cime, tripla free solo e base jump

0

Il 16 agosto la Marco Milanese ha coronato un suo grande sogno: salire tre vie in Tre Cime in free solo e lanciarsi da quelle famose guglie in BASE jump.

La guida alpina ha iniziato la giornata salendo la Via Normale alla Cima Piccola dalla quale si è poi buttato giù con il paracadute. La seconda via della giornata è stato lo Spigolo Demuth sulla Ovest, che ha salito in parzialmente e dal quale poi si è sempre lanciato.

Dulcis in fundo Marco ha salito la famosissima via Dibona alla Cima Grande, con lancio finale.

Ricordiamo che Marco ha salito i 1300 metri delle tre vie in totale autonomia e in free solo e comprendendo i tre salti ci ha impiegato 5 ore e 40.

marco milanese tre cime

“Questo è più di un sogno realizzato.
Questo è un ideale di purezza, ho scalato e saltato una triade estetica perfetta.
Questo è il miglior modo in cui posso immaginare il mio stile di alpinismo.
Quindi….ho salito slegato e a vista tre vie classiche: cima piccola, cima ovest e la cima grande di Lavaredo e ho saltato da tutte queste in 5 ore e 40minuti. Nessuno mi ha aiutato, neanche per la logistica a terra.
Come sempre I numeri non contanto però:
1350metri di scalata slegato, due salti slider down( salti bassi), un salto con la tuta alare, un piegamento del paracadute, un probabile nuovo exit aperto,una doppia.
Oggi è stato un gran gran gran giorno”: dice Marco Milanese parlando di questa incredibile giornata.

 

 

 

Articolo precedenteShawn Richman – RRD e il ritorno al Kitesurf!
Articolo successivoStarboard Airline Race Team, il nuovo progetto
Eva è nata e cresciuta a Roma, dove ha studiato giurisprudenza per capire che è una persona migliore quando non indossa un tailleur. Ha lasciato la grande città per lasciare che il vento le scompigliasse i capelli sulle montagne delle Alpi e presto ha scoperto che la sua passione per l’outdoor e scrivere di questa, poteva diventare un lavoro. Caporedattrice di 4outdoor, collabora con diverse realtà del settore outdoor. Quando ha finito di lavorare, apre la porta della baita in cui vive per sciare, correre, scalare o per andare a fare altre gratificanti attività come tirare il bastone al suo cane, andare a funghi o entrambe le cose insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità