Pubblicità
Home Windsurf Eventi Tre podi a Ostia per il Circolo Surf Torbole
Pubblicità

Tre podi a Ostia per il Circolo Surf Torbole

0

BORTOLOTTI, SOTOMAYOR E ANNA POLETTINI A MEDAGLIA.
SODDISFAZIONE PER TUTTA LA SQUADRA CHE HA RIPRESO AD ALLENARSI SOLO AD INIZIO MARZO.

La squadra di Torbole è tornata dalla 1^ tappa della Coppa Italia Techno 293 di Ostia con tre podi, ma soprattutto una buona prestazione di squadra, che rimane uno degli elementi trainanti di tutto il movimento del Circolo Surf Torbole. Inoltre la possibilità di fare trasferte, regate, attività sportiva per i ragazzi diventa quantomai fondamentale in questo periodo: una preziosa semi-libertà, che dà un’alta motivazione ai ragazzi. Ragazzi che sono rimasti fermi da novembre ai primi di marzo, senza svolgere alcuna attività invernale secondaria come sci, ginnastica, calcio, basket: una carenza che naturalmente ad inizio stagione si fa sentire. Il litorale laziale ha regalato tre giornate di sole e vento medio-leggero, che però è stato sfruttato a metà dato che domenica le prove sono state annullate ben prima dell’orario previsto da regolamento, mentre poco dopo lo stop è arrivato un bel vento sui 10 nodi, che avrebbe permesso lo svolgimento di ulteriori belle regate. La squadra accompagnata dal coach Dario Pasta e da alcuni genitori ha visto la presenza di tanti nuovi elementi, molti dei quali giovanissimi, frutto dell’ottimo lavoro svolto lo scorso anno.

Il commento dello stesso Dario Pasta dopo questa trasferta laziale:”Sono contentissimo per l’impegno che i ragazzi hanno messo e per il livello mostrato con il resto della flotta; grazie a queste giornate di regate abbiamo tantissimo materiale su cui lavorare nei prossimi giorni/mesi. Nello specifico Mathias Bortolotti ha mantenuto altissimo il suo livello, chiudendo secondo tra gli under 13 alle spalle del fortissimo (tutti primi) e sempre suo rivale/amico Pierluigi Poppi Caproni del Windsurfing Club Cagliari. Tra gli under 15 sono veramente soddisfatto del terzo posto di Rocco Sotomayor, che dopo il primo giorno in cui ha preso una squalifica, nel secondo è entrato in acqua con grinta e determinazione, mettendo 3 primi posti di fila. Ottima anche la prestazione della veronese Anna Polettini, che con sole 4 ore di allenamento con vento planante dopo l’ultima regata svolta a Torbole ad ottobre, con tutte le palestre chiuse, ha solo fatto qualche corsa e lavoro in casa, mettendo in acqua tutta la sua esperienza: il suo terzo gradino del podio categoria under 15 femminile è un ottimo risultato! Per nessuno avevamo grandi aspettative o obiettivi, tanta umiltà e voglia di rimettersi in gioco, soprattutto con queste condizioni non facili ed usuali. Vorrei solo fare un appello al Presidente della Federazione Italiana Vela Ettorre affinché non interrompa le regate e faccia andar avanti l’attività, seguendo il calendario già in essere, visto anche l’ottimo svolgimento delle manifestazioni svolte fin qui, nonostante tutti i protocolli da seguire. L’impegno della classe Techno 293 nel portare avanti il movimento nei circoli che ospitano sia le regate che gli allenamenti, l’impegno e la fiducia dei genitori, ma in primis la serietà dei ragazzi che mostrano spirito di sacrificio nel mantenere certe regole come indossare la mascherina, evitare di giocare vicini, fare i tamponi prima della trasferta, meritano di essere premiati senza interrompere l’unica attività all’aria aperta, che i ragazzi possono svolgere in tempi di “didattica a distanza”.

Il prossimo appuntamento per la squadra Techno 293, ma anche foil dato che l’attività del circolo spazia fino all’olimpica iQFoil, passando dal Techno Foil e Formula Foil, sarà dal 6 all’8 maggio alla 2^ tappa di Coppa Italia organizzata a Porto Corsini dall’Adriatico Wind Club Ravenna. Intanto il Garda Trentino continua ad offrire – come accade in Primavera -giornate di vento generoso, che sarà ben sfruttato dai ragazzi del Circolo Surf Torbole, che riprenderanno gli allenamenti con ancora più grinta ed entusiasmo.

 

Articolo precedenteAllenamento in casa per la MTB: le trazioni
Articolo successivoA Ravenna la Coppa Italia Techno293
Ciao a tutti, sono Fabio Calò (ITA-720), ho iniziato a fare windsurf all’età di 13 anni e da quel momento è diventata la mia più grande passione, la mia vita. Finiti gli studi universitari ho iniziato a lavorare in un negozio di windsurf a Torino, poi agente di commercio e nel 2006 è iniziata la mia grande avventura con la redazione di 4Windsurf e poi anche di 4Sup. Sono stato campione italiano Wave di windsurf nel 2013 e 2015, altri ottimi risultati agonistici gli ho ottenuti anche nel freestyle sia in Italia che in Europa. Dal 2017 sono il direttore di una delle scuole più importanti del Lago di Garda, il PierWindsurf. Trasmetto la mia passione con progetti dedicati ai giovani come il Progetto Serenity di Malcesine, e organizzo Wave Clinics nel periodo invernale. Vivo a Torbole sul Garda e respiro l’aria del windsurf 365 giorni all’anno.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Pubblicità