Pubblicità
Home Running Eventi Treviso Christmas Run, 1631 Babbi Natale…di corsa!
Pubblicità

Treviso Christmas Run, 1631 Babbi Natale…di corsa!

0
Treviso Christmas Run, 1631 Babbi Natale...di corsa!
Treviso Christmas Run, 1631 Babbi Natale...di corsa!

Treviso Christmas Run, un grande debutto per l’evento che ha fatto correre con entusiasmo lungo le vie di Treviso ben 1631 Babbi Natale.

Si ringrazia per le foto Carlo Vettorato

 Il centro di Treviso invaso di cappelli rossi

Un grande successo per l’edizione inaugurale dell’evento che ha percorso il centro storico del capoluogo della Marca con una donazione complessiva che ha raggiunto tremila euro donati ad Advar Onlus e a Fondazione Città della Speranza

Tra i Babbi Natale, un runner di oltre due metri, è Riccardo Pittis

C’era un Babbo Natale, in carne e ossa, alto più di due metri, la magia di Re Ghiaccio e Dama Neve e la musica degli zampognari e la simpatia della Springo Street Band.

Ecco il grande cestista Riccardo Pittis, il più alto di tutti!
Ecco il grande cestista Riccardo Pittis, il più alto di tutti!

Oltre 3000 euro donati, grazie Babbi Natale!

E ovviamente non poteva mancare il gran cuore da parte di tutti, che ha portato una significativa donazione ad Advar Onlus e a Fondazione Città della Speranza. C’era, soprattutto, tanto rosso. Un fiume di Babbi Natale che ha invaso la città, colorandola di sorrisi dietro le barbe bianche e le immancabili mascherine.

1631 Babbi Natale…che debutto!

Treviso Christmas Run ha debuttato con successo, portando al via ben 1631 Babbi Natale. Podisti e camminatori di tutte le età.

Uno spettacolo che, dopo la partenza da Piazza dei Signori, si è sviluppato lungo i 5 chilometri di un percorso che ha toccato i luoghi più suggestivi del centro storico, dalla Pescheria ai Buranelli, da Riviera Santa Margherita al Calmaggiore, sino ad arrivare sulle mura, al Bastione San Marco, dove, una volta tagliato il traguardo, i partecipanti hanno trovato merenda e bevande calde. E la festa è proseguita tra balli, foto e divertimento.

La parola agli organizzatori – Ventieventi

Silvia Sartorel, presidente 

“Un colpo d’occhio stupendo, una città davvero colorata di rosso in una mattinata in cui è mancato il sole e ha fatto un gran freddo, ma è stato tutto bellissimo. Ventieventi, ha organizzato la Treviso Christmas Run in collaborazione con le società sportive Corritreviso e Ride Your Dreams e i volontari di Città della Speranza -. Abbiamo registrato 1631 iscritti, ricevendo adesioni persino da Bari, Napoli, Ferrara. Segno che l’evento ha grandi potenzialità. Diamo sin da oggi appuntamento all’8 dicembre 2022 per la seconda edizione. Sempre nel segno della solidarietà: tanta corsa e tanto cuore”.

Presenti anche le scuole

La scuola materna Maria Immacolata di Fontane si è aggiudicata il premio per il gruppo scolastico più numeroso.

E, a proposito di giovani, va segnalata anche la disponibilità dei ragazzi della quinta elementare della scuola di Ponzano che, vestiti da elfi, per tutta la mattinata si sono impegnati nella gestione del punto di ristoro sulle mura.

 

Articolo precedenteCome scegliere l’abbigliamento impermeabile da MTB
Articolo successivoRock Experience veste tutta la famiglia
Daniele Milano nasce una buona cinquantina di anni fa in Valle d’Aosta. Cresciuto con la montagna dentro, ha sempre vissuto la propria regione da sportivo. Lo sci alpino è stato lo sport giovanile a cui ha affiancato da adolescente l’atletica leggera. Nei primi anni 90 la passione per lo snowboard lo ha letteralmente travolto, sia come praticante che come giornalista. Coordinatore editoriale della rivista Snowboarder magazine e collaboratore per diverse testate sportive di settore ha poi seguito la direzione editoriale della testata Onboard magazine, affiancando sin dal lontano 2003 la gestione dell’Indianprk snowpark di Breuil- Cervinia. Oggi Daniele è maestro di snowboard e di telemark e dal 2015 segue 4running magazine, di cui è l’attuale direttore editoriale e responsabile per il canale web running. Corre da sempre, prima sul campo di atletica leggera vicino casa e poi tra prati e boschi della Valle d’Aosta. Dal 2005 vive un po’ a Milano con la propria famiglia, mentre in inverno si divide tra la piccola metropoli lombarda e Cervinia. “La corsa è il mio benessere interiore per stare meglio con gli altri”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui