Trezeta presenta il suo gioiello per l’hiking

0

Juliette Evo WP, un caposaldo della collezione hiking in casa Trezeta.

Ci sono modelli che vanno e vengono, altri invece determinano il successo e la vera storia di un brand importante.

Juliette Evo WP è per Trezeta una vera e propria istituzione, uno scarponcino storico che nel corso degli anni ha saputo imporsi nel cuore dei consumatori più esigenti e affezionati al brand outdoor.

Dedicato totalmente al piede femminile, questo modello è costituito da una tomaia in nubuck, morbida e resistente, con inserti in tessuto per aumentarne la flessibilità e il comfort. Il collarino è sagomato per assecondare l’anatomia della caviglia della donna, così come l’imbottitura interna. La membrana Water Stopper, esclusiva di Trezeta, è accoppiata alla pelle per proteggere il piede da infiltrazioni d’acqua ed elementi esterni. L’allacciatura è facile da personalizzare e rimane ben ancorata lungo tutta l’attività.

La suola è pensata per fornire prestazioni eccellenti in molteplici condizioni: l’intersuola è realizzata in EVA, un materiale leggero, stabile e ammortizzante, ideale per un uso trasversale e moderno dello scarpone. La suola Vibram® Cheshirecat ha una mescola aderente su ogni superficie, anche bagnata, e il disegno della scolpitura progettato per superare terreni misti, fangosi e difficili.

Una calzatura con comfort, protezione e prestazioni eccellenti per utilizzo prolungato e intenso in più settori, dal trekking leggero, all’hiking, fino all’uso quotidiano nei paesi di montagna.

Articolo precedenteA Roma le selezioni della nazionale di boulder
Articolo successivoStile greco per i fratelli Fournier
Eva è nata e cresciuta a Roma, dove ha studiato giurisprudenza per capire che è una persona migliore quando non indossa un tailleur. Ha lasciato la grande città per lasciare che il vento le scompigliasse i capelli sulle montagne delle Alpi e presto ha scoperto che la sua passione per l’outdoor e scrivere di questa, poteva diventare un lavoro. Caporedattrice di 4outdoor, collabora con diverse realtà del settore outdoor. Quando ha finito di lavorare, apre la porta della baita in cui vive per sciare, correre, scalare o per andare a fare altre gratificanti attività come tirare il bastone al suo cane, andare a funghi o entrambe le cose insieme.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui