Pubblicità
Home Sup News UN MODO DIVERSO DI PRENDERE LE ONDE
Pubblicità

UN MODO DIVERSO DI PRENDERE LE ONDE

0

2 (Copia)Rider Marco Gregori
Foto: Alessandra Vellucci

In questa bizzarra estate, caratterizzata dal continuo passaggio di perturbazioni che hanno generato moltissime onde sulla nostra penisola, ho avuto modo di provare con più costanza lo Stand up paddle o più semplicemente Sup.

1 (Copia)

Da surfista incallito quale sono non immaginavo di appassionarmi così tanto a questa nuovo modo di andare sulle onde. Sono molte le persone che quando mi vedono in piedi in mezzo al mare con in mano una pagaia mi chiedono: ma tu che fai surf da tanti anni perché hai deciso di fare Sup? La risposta è semplice, mi piace sperimentare e vivere la mia grande passione per il mare con nuovi stimoli.

5 (Copia)

La condizione ideale per apprezzare al meglio il SUP è sicuramente con onde lisce e poco vento. Chiaramente anche per il surf da onda queste sono condizioni ideali, ma con lo Stand up si fa molta più fatica nel rimanere in piedi specialmente con tavole piccole. Comunque con un po’ di esercizio ci si abitua e tutto diventa più facile. Sono curioso di misurarmi anche su onde più grandi magari in un prossimo mio viaggio.

4 (Copia)

Grazie a Fanatic ho avuto modo di provare molte tavole. Nelle foto uso un Prowave LTD 8.5 2014 montato thruster che va benissimo, ma che per me con i suoi 109 litri è risultato essere troppo grande visto il mio peso di 72 kg.

7 (Copia)

Per il 2015 mi hanno già mandato il nuovo Sup Prowave LTD 7.11 che con 92 litri si adatterà sicuramente meglio alle mie esigenze. La forza di queste tavole oltre alla leggerezza e alla grande versatilità, è che possono essere usate sia thruster sia quad per accontentare proprio tutti. Hanno anche la possibilità di montare una vela da windsurf per prendere le onde nelle giornate più ventose.

8 (Copia)

Voglio ringraziare il mio amico Airton Cozzolino, campione internazionale di Kite, Sup e Surf, per le sue numerose dritte che mi hanno aiutato moltissimo a migliorare in questa nuova disciplina.

Thanks to Fanatic, Ion

Pubblicità