Home Outdoor Running Un super weekend di ultramaratone

Un super weekend di ultramaratone

0

Lo scorso weekend ha offerto una serie di importanti eventi per le ultramaratone con annesse prove su distanze più classiche. Iniziamo dalla prova di Carmignano (PO), la prima edizione dell’Artimino Ultramarathon che vedeva i concorrenti impegnati su un circuito di 4,2 km da ripetere più volte. La prova principale era quella sulle 8 Ore dove a vincere è stato Mirco Toma (Gp Parco Alpi Apuane) che ha coperto 75,562 km. Sopra i 70 km anche Matteo Antongiovanni (Nuova Atl.Lastra a Signa/71,012) e Federico Guerri (Gli Spuntati Team-70,312), mentre la prima donna è stata Azzurra Agosti (Atl.Castello) con 66,064 km, seguita da Valeria Empoli (Bergamo Stars-63,614) e Chiara Betti (Lib.La Torre). Nella maratona prima posizione per Raffaele Stumpo (Gp Le Sbarre) in 4h09’24” davanti a Alessandro Michelucci (Cai Pistoia) a 9’22” e Alberto Cappello (Giosport) a 9’43”. Quarta assoluta Elena Di Vittorio (F70 Freesport) in 4h20’29”, a farle compagnia sul podio Carla Lazzerini (Atl.Volterra) a 21’59” e Rossana Turchi (Prato Nord) a 44’26”. Sui 21,097 km prima posizione per Leonardo Trentanovi (Montelupo Runners) che in 1h37’11” ha prevalso sul marocchino Kadija Rigers per 8’27” e su Riccardo Durano (Gp parco Alpi Apuane) per 8’36”. Prima donna Denise Valeriano (Primo e Pizza Bike) in 2h30’29”, alle sue spalle Arianna Marchi (Gs Le Panche Castelquarto) a 24’53” e Germana Cannone (Asd Le Sbarre) a 51’08”.

Atmosfera scevra dall'agonismo esasperato a Carmignano (foto organizzatori)

Seconda edizione a Caserta della 6 Ore della Reggia, disegnata su un circuito completamente all’interno dei giardini del palazzo considerato Patrimonio dell’Unesco e vinta da Matteo Nocera (Napoli Nord Marathon) con 74,905 km coperti, ma grande prestazione anche per Fabiola Desiderio (Atl.Uisp) seconda assoluta con 70,221 km. A completare il podio maschile Remo Morelli (Tifata Runners Caserta-68,974) e Mauro Rea (Pol.Ciociaria Antonio Fava-67,290). In campo femminile dietro la Desiderio sono giunte l’ucraina della Pod.Solidarietà Oksana Lysyk (60,885) e Antonietta Peluso (Uisp-Running Vairano-55,848). Prevista anche la maratona, dove il successo è andato a Francesco Bassano (Pod.S.Giovanni a Piro) in 2h51’12”, con 14’18” su Luciano Napoletano (Uisp Am.Caserta) e 17’12” su Antonio Raffaele Di Manno (I Lupi di Monte Cairo). Ottava posizione assoluta per Giulia Ranzuglia che in 3h57’52” si è aggiudicata la prova femminile davanti a Carolina Agabiti (Am.Pod.Terni) a 40’32” e Graziella Durante (Atl.San Marco) a 49’22”. La mezza maratona era a squadre e la vittoria ha premiato il Gs Garibaldi in 1h31’29”, nella 20 km a staffetta prima l’International Security in 1h11’11”.

Francesco Bassano primo nella maratona (foto organizzatori)

A Putignano (BA) classico appuntamento con la 6 Ore di San Giuseppe, una delle principali prove sulla distanza del calendario italiano. Vittoria a a Massimo Termite (Sei Sport) che ha percorso 74,415 km precedendo il campione locale Vito Intini (Am.Putignano-71,845) e Fabrizio Samuele (Passologico-71,602). Confermati i pronostici fra le donne con il successo di Luisa Zecchino (Team Pianeta Sport Massafra) con 67,405 km davanti a Erica Teresa Delfine (Am.Putignano) con 66,438 km e Roberta Dalba (Barletta Sportiva) con 63,469 km.

Massimo Termite in azione a Putignano (foto organizzatori)