Una domenica in chiaroscuro

0

Tanti motivi d’interesse nella domenica delle maratone ma non solo. Domenica funestata purtroppo dalla scomparsa di Luigi Liuzzi, maratoneta pugliese vittima di un malore al 28° km della Parma Marathon. A nulla sono valsi i tempestivi interventi della Croce Rossa. Dopo la corsa si sono come al solito moltiplicati i commenti sulla pericolosità della corsa, dimenticando come Liuzzi fosse tesserato per l’Atl.Polignano e in possesso di regolare certificato medico per la pratica agonistica, oltre che continuamente sotto controllo medico. Casi simili si susseguono, forse a un ritmo superiore al passato, ma la causa non va certamente ricercata nella corsa in sé.

Le tre maratone di domenica (Lake Garda, Parma e Pescara) sono state accomunate da vittorie italiane, ma anche da tempi di percorrenza molto alti a conferma dell’involuzione che il movimento sta affrontando. Quelli affrontati non sono certo percorsi da 2h10’, ma è il risultato medio che fa pensare, quando nel secolo scorso correre sotto le 3 ore era usuale ora può anche valere una vittoria, un concetto che meriterebbe qualche riflessione dal punto di vista tecnico, perché qui si va anche oltre la differenziazione fra assoluti e amatori. Si corre più piano, a qualsiasi livello, questa è la realtà.

Non corre certamente piano Yassine Rachik, il campione dell’Atl.Casone Noceto che ad Agropoli si è laureato campione italiano dei 21,097 km (titolo aggiunto a quello sui 10 km) avvicinando il limite dell’1h02’. Un ottimo viatico verso la maratona, anche se Rachik non ha ancora annunciato dove intende correrla. La condizione sembra ottima, in terra campana ha tenuto dietro fior di corridori africani, pensare a una 42,195 km quantomeno vicina alle 2h10’ non è improbabile, sempre scegliendo bene il percorso. La gara campana ha dato segnali molto positivi in chiave azzurra con il 23enne Lorenzo Dini (FF.GG.) che esordisce in 1h04’20” (6° assoluto) davanti all’Under 23 Alessandro Giacobazzi al suo personale in 1h04’55” che coglie la terza maglia tricolore di categoria dopo quelle su 10000 e 10 km su strada. Fra le donne titolo a Sara Brogiato, 27enne dell’Aeronautica, miglioratasi fino a 1h14’48” mentre fra le U23 svetta Nicole Reina, allieva di Giorgio Rondelli che conquista la sua 24esima maglia tricolore giovanile, un talento puro che deve essere tutelato.

Yassine Rachik, secondo titolo italiano su strada (foto organizzatori)

VINCITORI

6 Ore di Villa di Maser (6 Ore): Ivan Geronazzo 50,40 km e Tina Sbrizza 37.80 km

Ultra del Tricolore a Reggio Emilia (12 Ore): Antonio Tallarita (Pod.Biasola) 124,347 km e Valeria Empoli (Bergamo Stars Atl.) 114,388 km

Kohler Engines Run a Reggio Emilia (6 Ore): Romualdo Pisano (R.O.Running Team) 69.716 km e Elisabetta Albertini (Atl.Castello) 68,138 km

Kohler Engines Run a Reggio Emilia (50 miglia): Francesco Lupo (Atl.Melito) 6h17’48” e Francesca Innocenti (Bergamo Stars Atl.) 7h22’26”

Kohler Engines Run a Reggio Emilia (21,097 km): Luigi Borrelli (Pod.Cavriago) 1h27’51”

Memorial Di Biagio a Roma (42,195 km a squadre): Pod.Solidarietà 2h41’15”

Lake Garda Marathon a Malcesine (42,195 km): Marco Pajusco 2h39’22” e Chiara Milanesi 2h59’52”

Garda Run a Malcesine (30 km): Marco Oppioli 1h49’17” e Laura Gotti 1h54’42”

Parma Marathon (42,195 km): Emanuele Piacentini (3,30 Road & Trail Running) 2h43’15” e Giulia Montagnin (Maratoneti Genovesi) 3h01’08”

Parma Marathon (30 km): Simone Pessina (Cs San Rocchino) 1h50’56” e Sara Dossena (Laguna Running) 1h54’23”

Maratona D’Annunziana a Pescara (42,195 km): Antonello Petrei (Usa Runners) 2h44’37” e Denise Tappatà (Sef Stamura Ancona) 2h59’22”

Mezza Maratona D’Annunziana a Pescara (21,097 km): Dario Santoro (Daunia Running) 1h09’24” e Marcella Mancini (Marà Avis Marathon) 1h22’08”

Una Corsa da Re a Venaria Reale (30 km): Francesco Grillo (Base Running) 1h44’26” e Claudia Marietta (Gs Lammari) 2h07’39”

Una Corsa da Re a Venaria Reale (21,097 km): Stefano Rolland (Cus Torino) 1h10’55” e Claudia Marchisa (Gp Solvay) 1h26’33”

Clusone-Alzano Run (30 km): Giovanni Gualdi (Corrintime) 1h40’39” e Sonia Opi (Runners Bergamo) 2h01’20”

Campionato Italiano Bancari a Monza (21,097 km): Robin Trapletti 1h15’44” e Natascia Pizza 1h32’40”

Half Marathon Cremona (21,097 km): James Murithi Mburugu (KEN) 1h02’51” e Winfridah Moraa Moseti (KEN-Atl.2005) 1h09’50”

Maratonina delle Frazioni a Salgareda (21,097 km): Alberto Rech (Biancade) 1h10’09” e Giorgia Bocchetto 1h26’59”

Ciaminada Nonesa a Sarnonico (21,097 km): Jaiteh Ousman (Us Villagnedo) 1h14’07” e Veronica Chiusole (Atl.Team Loppio) 1h35’26”

Camminata della Carovana a Formigine (21,097 km): Filippo Capitani (Modena Runners Club) 1h15’26” e Gloria Venturelli (Rmc Casinalbo) 1h26’34”

Maratonina del Vino a San Clemente (21,097 km): Maurizio Casadei (Olimpia Nuova Running) 1h25’09” e Lara Villa (Ravenna Runners Club) 1h36’33”

Mezza Maratona di Sabaudia (21,097 km): Marco Romano (Runners Team Colleferro) 1h12’38” e Fabiola Desiderio (Top Run Fondi) 1h27’46”

Campionato Italiano ad Agropoli (21,097 km): Yassine Rachik (Atl.Casone Noceto) 1h02’13” e Sara Brogiato (Aeronautica Militare) 1h14’58”

Palermo Half Marathon (21,097 km): Mohamed Hajjy (Atl.Castenaso Celtic Druid) 1h09’24” e Rosaria Patti (Triacria Palermo) 1h36’34”

Mezza Maratona d’Ogliastra a Cadeddu (21,097 km): Massimiliano Nocco (Zitto e Corri Master Team) 1h19’10” e Maria Grazia Piras (Cagliari Atl.) 1h40’06”

Giro Podistico di Pettinengo (9,6 km M, 6,5 km F): Yasin Hayato Haji (ETH) 27’56” e Daisy Jepkemei (KEN) 12’03”

Giro delle Mura di Loano (10 km): El Mehdi Maamari (MAR-Atl.Palzola) 31’41” e Laura Papagna (Cus Genova) 37’26”

Stralevanto (14,580 km): Ghebrehanna Savio (Cambiaso Risso) 51’41” e Margherita Cibei (Asd Golfo dei Poeti) 56’07”

Corri per le Colline di Nave (10 km): Riccardo Quirico (Pro Avis Castelnuovo) 39’15” e Luciana Bertuccelli (Pro Avis Castelnuovo) 43’27”

Avon Running a Milano (10 km): Marcello Muratore (Atl.Leonias) 35’33” e Federica Casati (Bracco Atl.) 36’35”

Campionato Regionale Friulano a Nimis (10 km): Matteo Fantin (Atl.Brugnera Friulintagli) 33’01” e Erika Bagatin (Maratonina Udinese) 38’31”

Su e Zo per Clanz a San Dorligo della Valle (9,2 km): Alessio Milani (Fincantieri Atl.Monfalcone) 32’01” e Elena Cinca (Atl.Brugnera Friulintagli) 39’10”

Giro dei Tre Monti a Imola (15,3 km): Albert Chemutai (KEN-Atl.Futura) 46’58” e Celine Iranzi (RWA-Gs Orecchiella) 56’33”

Trofeo Città di Porto Sant’Elpidio (10 km): Stefano Massimi (Sef Stamura Ancona) 31’33” e Ilaria Sabbatini (Atl.Avis Macerata) 37’20”

Tartufissima a Pietralunga (10,5 km ): Erastus Kipkorir Chirchir (KEN-Atl.Futura) 33’27” e Paola Garinei (Atl.Avis Perugia) 40’10”

Corri Cures a Passo Corese (13 km): Umberto Persi (Atl.Monterotondo) 42’17” e Irene Prampolini (Purosangue Athl.Club) 49’25”

Straviterbo (10 km): Lorenzo Cacciamani (Atl.Futura) 33’39” e Antonella Bellitto (Bolsena Forum) 39’28”

Roma Urbs Mundi (10 km): Delian Dimko Stateff (Lbm Sport Team) 49’10” e Sofiya Yaremchuk (UKR-Lbm Sport Team) 54’04”

Walk of Life La Dieci del Mare a Castellammare di Stabia (10 km): Antonello Barretta (Atl.Vis Nova Salerno) 33’03” e Teresa Catalano (Atl.Scafati) 44’49”

Grottaglie in Corsa (10 km): Antonio Redi (Arl Dynamyk) 32’28” e Maria Carmela Landriscina (Barletta Sportiva) 40’41”

Trofeo Federiciano ad Andria (10 km): Pasquale Selvarolo (Barile Flower Terlizzi) 29’50” e Maria Chiara Cascavilla (Daunia Running) 36’34”

Giro dei Due Sassi a Matera (10 km M, 6,6 km F): Gianpiero Bianco (Dof Am.Turi) 32’58” e Rossana Lo Vaglio (Pod.Am.Potenza) 25’42”

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui