Pubblicità
Home Running Eventi Valtellina Wine Trail, si corre sabato 4 novembre
Pubblicità

Valtellina Wine Trail, si corre sabato 4 novembre

0

Il countdown è veramente agli sgoccioli, la Valtellina è pronta per ospitare la 5ª edizione del Valtellina Wine Trail che si corre sabato 4 novembre.

Valtellina, una terra tutta da correre

Una valle tutta da scoprire, 2000 atleti, 26 nazioni rappresentate, 11 comuni coinvolti, 200 volontari, tre gare e una grande festa finale, sono il mix vincente di un evento che piace. Alle ore 10 di sabato, schierati fianco a fianco, atleti emergenti, grandi campioni e il popolo delle corse off road partiranno per un indimenticabile viaggio fatto di colori, emozioni e sapori. Un viaggio che li porterà in Piazza Garibaldi a Sondrio dopo avere percorso e vistato le vigne e le cantine più rinomate di Valtellina.

Una grande festa
Un evento tutto da vivere e seguire con gruppi musicali a scandire il passo dei corridori e i bambini delle scuole a tifare ogni singolo trailer. Molti sono i luoghi caratteristici toccati dal Valtellina Wine Trail. Alcuni di essi, nel corso delle prime 4 edizioni, sono divenuti vero e proprio punto di ritrovo per centinaia di spettatori. Tra i più gettonati una menzione d’obbligo la meritano le varie cantine aperte per l’occasione, la Torre del li beli Miri a Teglio, il ponte sulla Val Fontana a Chiuro, la Santa Casa di Tresivio, o Castel Grumello a Montagna in Valtellina. Vero e proprio punto di ritrovo è però la zona arrivo di Piazza Garibaldi a Sondrio. Qui ogni finisher è accolto da campione, qui nel post gara è previsto un terzo tempo memorabile.

I top runner
Sfogliando invece la starting list del “top event” podistico della provincia di Sondrio, spiccano diversi nomi degni di nota. Sulla marathon da 42km con start da Tirano, attenzione all’inglese dell’Alta Valtellina Phil Gale che dovrà vedersela con l’azzurro di trail running Christian Pizzatti. Più volte a podio su questo tracciato, quest’ultimo, coltiva infatti il sogno di chiudere un 2017 stellare con un successo sui sentieri di casa. Attenzione pure al norvegese Hakon Uggerud e allo spagnolo Alfredo Gil Garcia. Al femminile coltivano sogni di gloria le francesi Katerina Havran, Celine Lafaye e la svizzera Laura Neuberger. Il tifo dei “local” sarà potrebbe rivelarsi l’asso nella manica  della polivalente Lucia Moraschinelli.

Ultimi, ma non per questo meno importanti i big accreditati al via della 12k che prenderà il via da Castione Andevenno. Qui riflettori puntati sulla vincitrice della coppa del mondo di mountain running 2017 Alice Gaggi e sull’azzurrino di corsa in montagna/scialpinismo Andrea Prandi.

La 21k 
Nella half marathon da 21 con partenza da Chiuro super favorito dei pronostici il campione europeo di mountain running Xavier Chevrier. Alle sue spalle bagarre per il podio vista la presenza di ottimi atleti del calibro di Matteo Bossetti, Graziano Zugnoni, Alessandro Gelmi, Andrea Morelli e Roberto Baccanelli. Combattuta pure la sfida in rosa con la svedese Johanna Öberg chiamata a guardarsi le spalle dalle talentuose Arianna Oregioni e Elisa Compagnoni.

 

Articolo precedentePatagonia e il Fair Trade nell’abbigliamento outdoor
Articolo successivoSimmer Style V-Max 2018, potenza senza camber
Daniele Milano nasce una buona cinquantina di anni fa in Valle d’Aosta. Cresciuto con la montagna dentro, ha sempre vissuto la propria regione da sportivo. Lo sci alpino è stato lo sport giovanile a cui ha affiancato da adolescente l’atletica leggera. Nei primi anni 90 la passione per lo snowboard lo ha letteralmente travolto, sia come praticante che come giornalista. Coordinatore editoriale della rivista Snowboarder magazine e collaboratore per diverse testate sportive di settore ha poi seguito la direzione editoriale della testata Onboard magazine, affiancando sin dal lontano 2003 la gestione dell’Indianprk snowpark di Breuil- Cervinia. Oggi Daniele è maestro di snowboard e di telemark e dal 2015 segue 4running magazine, di cui è l’attuale direttore editoriale e responsabile per il canale web running. Corre da sempre, prima sul campo di atletica leggera vicino casa e poi tra prati e boschi della Valle d’Aosta. Dal 2005 vive un po’ a Milano con la propria famiglia, mentre in inverno si divide tra la piccola metropoli lombarda e Cervinia. “La corsa è il mio benessere interiore per stare meglio con gli altri”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui